Apri il menu principale

La rosa nera (film)

film del 1950 diretto da Henry Hathaway
La rosa nera
Titolo originaleThe Black Rose
Lingua originaleInglese
Paese di produzioneRegno Unito
Anno1950
Durata120 min
Genereepico, storico, avventura
RegiaHenry Hathaway
SoggettoThomas B. Costain
SceneggiaturaTalbot Jennings
FotografiaJack Cardiff
MusicheRichard Addinsell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La rosa nera (The Black Rose) è un film del 1950 diretto da Henry Hathaway.

Pellicola della 20th Century Fox concepita in parte per essere il seguito della precedente dal titolo Il principe delle volpi del 1949, girata con gli stessi protagonisti Tyrone Power ed Orson Welles e per la regia di Henry King, ispirata liberamente al libro di Samuel Shellabarger.

TramaModifica

La storia, ambientata nell'Inghilterra del XIII secolo, narra le vicende del nobile sassone Walter di Gurnie, il quale, dopo aver cercato di guidare una ribellione contro i conquistatori normanni della sua patria, è costretto a fuggire cercando fortuna in Estremo Oriente, in compagnia del suo amico e compagno di avventure Tristrano.

Lungo il loro itinerario i due fanno conoscenza con Bayan, megalomane signore della guerra orientale, e Walter si innamora della figlia del despota, la bella Maryam (personaggio che ispira il titolo del film). Costretti a fuggire, i due raggiungono la Cina dove ricevono una tale accoglienza da non riuscire più ad abbandonare i loro ospiti.

Nel frattempo Walter farà conoscenza con molte delle tecniche e delle innovazioni scientifiche della civiltà cinese, di cui farà tesoro. Dopo essere riusciti a partire dai loro ospiti, i due amici torneranno in patria dove verranno inizialmente accusati da Edoardo I, a causa della loro partecipazione alla rivolta anti-normanna. Tuttavia in seguito, anche grazie alle molte scoperte di cui è portatore Walter (fra le quali la polvere da sparo), essi verranno nuovamente accolti a braccia aperte.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema