Lago del Salto

lago artificiale italiano
Lago del Salto
Lago del Salto!! (7447648144).jpg
Il lago artificiale con i Monti del Cicolano alle spalle visti dalla riserva naturale Monte Navegna e Monte Cervia
Stato Italia Italia
Regione Lazio Lazio
Provincia Rieti Rieti
Coordinate 42°15′09.13″N 13°04′04.42″E / 42.252537°N 13.067894°E42.252537; 13.067894Coordinate: 42°15′09.13″N 13°04′04.42″E / 42.252537°N 13.067894°E42.252537; 13.067894
Altitudine 535 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 10 km²
Larghezza km
Profondità massima 87,4[1] m
Idrografia
Bacino idrografico 741 km²
Immissari principali Salto
Emissari principali Salto
Mappa di localizzazione: Italia
Lago del Salto
Lago del Salto

Il lago del Salto è il più grande lago artificiale del Lazio, situato in provincia di Rieti, creato nel 1940 dallo sbarramento del fiume Salto con la diga del Salto e la conseguente sommersione dell'omonima profonda Valle nel Cicolano. Le sue acque sono condivise con quelle del vicino bacino idroelettrico del lago del Turano mediante un canale artificiale lungo circa 9 km sotto la giogaia del Monte Navegna (1508 m s.l.m.), che insieme alimentano la centrale idroelettrica di Cotilia, costruita nel 1942 a servizio delle acciaierie di Terni.

DescrizioneModifica

 
Il lago con Poggio Vittiano e il Monte Navegna alle spalle

Il lago di conformazione molto allungata, all'apparenza come un enorme fiume o fiordo, e dall'importante perimetro per via anche della linea costiera molto frastagliata, segue fedelmente la stretta conformazione dell'omonima Valle del Salto ed è compreso prevalentemente nel comune di Petrella Salto, ma parte delle sue acque ricadono anche entro i confini dei comuni di Pescorocchiano, Fiamignano, Varco Sabino e Marcetelli.

Per la sua realizzazione sono stati cancellati e ricostruiti sulle sponde i centri abitati di Borgo San Pietro, Teglieto e Fiumata, frazioni di Petrella Salto, e Sant'Ippolito, frazione di Fiamignano. Di questi si ricorda il primo come marginale esempio di architettura razionalistica italiana in una provincia durante il Fascismo segnata prevalentemente da interventi rurali e forestali.

Una grossa lapide incisa nella roccia presso la diga del Salto, situata nel bordo nord-occidentale del lago, ricorda le vittime per la costruzione del possente sbarramento cementizio alto oltre 90 m, all'epoca della sua costruzione la diga più alta d'Italia.[senza fonte] Tutta la valle del Salto in corrispondenza del lago è coperta da fitti boschi lungo le pendici montuose dei monti che diradano bruscamente sul lago.

ClimaModifica

 
La diga del Salto e sullo sfondo Poggio Vittiano, frazione di Varco Sabino

Il clima della zona bassa del lago è quello tipico delle zone di collina ovvero con inverni non particolarmente freddi e umidi grazie anche all'azione mitigatrice del lago, abbastanza profondo; le zone montane prospicienti il lago hanno un clima più rigido con inverni più freddi, ma comunque mitigati dalla presenza del lago stesso. Le estati sono calde e a tratti afose.

FaunaModifica

La fauna ittica è composta da elementi alloctoni o di ripopolamento: carpa, carpa erbivora, tinca, trota, anguilla, cavedani, carassi, gardon, breme, alborelle, persico reale e luccio, persico trota, persico sole, siluro, scardola. Fra i crostacei sono presenti il gambero turco e il gambero americano.

AccessibilitàModifica

Gli accessi stradali primari sono attraverso la Strada statale 578 Salto Cicolana sia provenendo da Rieti sia dalla A24 "Roma-Teramo" attraverso l'uscita "Valle del Salto". Accessi stradali secondari montani provengono dal territorio abruzzese (Tornimparte), dalla bassa Sabina (Lago del Turano), dal carseolano (Pietrasecca) e dall'abitato di Torano-Grotti. Avrebbe dovuto servire la zona anche la ferrovia Rieti-Avezzano, più volte progettata prima della creazione del lago, ma mai realizzata.

TurismoModifica

Spiagge sul lago (Borgo San Pietro)

Presso i paesi di Fiumata e di Borgo San Pietro (entrambi lungo le sponde settentrionali) è possibile accedere alla costa attraverso spiagge attrezzate e balneabili che permettono anche il noleggio di attrezzature turistiche quali ombrelloni, sdraio, pedalò e canoe.

Negli ultimi anni il bacino è diventato un importante punto di riferimento per gli amanti del wakeboard. Alcune prestigiose gare nazionali[2] e internazionali, tra cui i campionati Europei,[3] si disputano proprio nel Lago del Salto.

Meta di turismo estivo nonché di pesca, la Strada statale 578 e un sistema viario secondario ne percorrono tutto il perimetro rendendo facilmente accessibile buona parte delle sue acque e le numerose insenature vallive che lo caratterizzano. Le colline circostanti prevalentemente boscose, le temperature fortemente mitigate dalla presenza del lago e i suddetti collegamenti viari lo rendono meta frequente di gitanti non solo dal Lazio.

CinemaModifica

Al lago del Salto è stata girata parte del film di Gabriele Salvatores Educazione siberiana,[4] nonché la miniserie TV Hundred to Go.[5]

NoteModifica

  1. ^ raggiunge i 108 in prossimità della diga
  2. ^ LAGO DEL SALTO, CAMPIONATI ASSOLUTI DI WAKEBOARD IN ARRIVO, su www.formatrieti.it. URL consultato il 30 agosto 2018.
  3. ^ Ufficialmente iniziati i Campionati Europei di Wakeboard - FOTO INAUGURAZIONE - Rietinvetrina, in Rietinvetrina, 30 luglio 2018. URL consultato il 30 agosto 2018.
  4. ^ Andrea Scappa, UNA EDUCAZIONE SIBERIANA AL LAGO DEL SALTO, su Didattica Luce in Sabina, 9 giugno 2017. URL consultato il 19 agosto 2017.
  5. ^ Il lago del Salto nel 2116: ecco la serie tv futuristica di Fox e Bmw girata a Fiumata, in RietiLife, 11 ottobre 2016. URL consultato il 19 agosto 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria