Apri il menu principale

Lago del Salto

lago artificiale italiano
Lago del Salto
Lago del Salto!! (7447648144).jpg
Il lago con i Monti del Cicolano alle spalle visti dalla zona della Riserva naturale Monte Navegna e Monte Cervia
Stato Italia Italia
Regione Lazio Lazio
Provincia Rieti Rieti
Coordinate 42°15′09.13″N 13°04′04.42″E / 42.252537°N 13.067894°E42.252537; 13.067894Coordinate: 42°15′09.13″N 13°04′04.42″E / 42.252537°N 13.067894°E42.252537; 13.067894
Altitudine 535 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 10 km²
Larghezza km
Profondità massima 87,4[1] m
Idrografia
Bacino idrografico 741 km²
Immissari principali Salto
Emissari principali Salto
Mappa di localizzazione: Italia
Lago del Salto
Lago del Salto

Il lago del Salto è il più grande lago artificiale del Lazio, situato in provincia di Rieti, creato nel 1940 dallo sbarramento del fiume Salto con la diga del Salto e la conseguente sommersione dell'omonima profonda Valle nel Cicolano. Le sue acque sono condivise con quelle del vicino bacino idroelettrico del lago del Turano mediante un canale artificiale lungo circa 9 km sotto la giogaia del Monte Navegna (1508 m s.l.m.), che insieme alimentano la centrale idroelettrica di Cotilia, costruita nel 1942 a servizio delle acciaierie di Terni.

DescrizioneModifica

 
Il lago con Poggio Vittiano e il Monte Navegna alle spalle

Il lago di conformazione molto allungata, all'apparenza come un enorme fiume o fiordo, e dall'importante perimetro per via anche della linea costiera molto frastagliata, segue fedelmente la stretta conformazione dell'omonima Valle del Salto ed è compreso prevalentemente nel comune di Petrella Salto, ma parte delle sue acque ricadono anche entro i confini dei comuni di Pescorocchiano, Fiamignano, Varco Sabino e Marcetelli.

Per la sua realizzazione sono stati cancellati e ricostruiti sulle sponde i centri abitati di Borgo San Pietro, Teglieto e Fiumata, frazioni di Petrella Salto, e Sant'Ippolito, frazione di Fiamignano. Di questi si ricorda il primo come marginale esempio di architettura razionalistica italiana in una provincia durante il Fascismo segnata prevalentemente da interventi rurali e forestali.

Una grossa lapide incisa nella roccia presso la Diga del Salto, situata nel bordo nord-occidentale del lago, ricorda le vittime per la costruzione del possente sbarramento cementizio alto oltre 90 m, all'epoca della sua costruzione la diga più alta d'Italia.

Tutta la valle del Salto in corrispondenza del lago è coperta da fitti boschi lungo le pendici montuose dei monti che diradano bruscamente sul Lago.

ClimaModifica

 
La diga del Salto e sullo sfondo Poggio Vittiano, frazione di Varco Sabino

Il clima della zona bassa del lago è quello tipico delle zone di collina ovvero con inverni non particolarmente freddi e umidi grazie anche all'azione mitigatrice del lago, abbastanza profondo; le zone montane prospicienti il lago hanno un clima più rigido con inverni più freddi, ma comunque mitigati dalla presenza del lago stesso. Le estati sono calde e a tratti afose.

FaunaModifica

La fauna ittica è composta da elementi alloctoni o di ripopolamento: carpa, carpa erbivora, tinca, trota, anguilla, cavedani, carassi, gardon, breme, alborelle, persico reale e luccio, persico trota, persico sole, siluro, scardola. Fra i crostacei sono presenti il gambero turco e il gambero americano.

AccessibilitàModifica

Gli accessi stradali primari sono attraverso la Strada statale 578 Salto Cicolana sia provenendo da Rieti sia dalla A24 "Roma-Teramo" attraverso l'uscita "Valle del Salto". Accessi stradali secondari montani provengono dal territorio abruzzese (Tornimparte), dalla bassa Sabina (Lago del Turano), dal carseolano (Pietrasecca) e dall'abitato di Torano-Grotti. Avrebbe dovuto servire la zona anche la ferrovia Rieti-Avezzano, più volte progettata prima della creazione del lago, ma mai realizzata.

TurismoModifica

Spiagge sul lago (Borgo San Pietro)

Presso i paesi di Fiumata e di Borgo San Pietro (entrambi lungo le sponde settentrionali) è possibile accedere alla costa attraverso spiagge attrezzate e balneabili che permettono anche il noleggio di attrezzature turistiche quali ombrelloni, sdraio, pedalò e canoe.

Negli ultimi anni il bacino è diventato un importante punto di riferimento per gli amanti del wakeboard. Alcune prestigiose gare nazionali[2] e internazionali, tra cui i campionati Europei,[3] si disputano proprio nel Lago del Salto.

Meta di turismo estivo nonché di pesca, la Strada statale 578 e un sistema viario secondario ne percorrono tutto il perimetro rendendo facilmente accessibile buona parte delle sue acque e le numerose insenature vallive che lo caratterizzano. Le colline circostanti prevalentemente boscose, le temperature fortemente mitigate dalla presenza del lago e i suddetti collegamenti viari lo rendono meta frequente di gitanti non solo dal Lazio.

CinemaModifica

Al lago del Salto è stata girata parte del film di Gabriele Salvatores Educazione siberiana,[4] nonché la miniserie TV Hundred to Go.[5]

NoteModifica

  1. ^ raggiunge i 108 in prossimità della diga
  2. ^ LAGO DEL SALTO, CAMPIONATI ASSOLUTI DI WAKEBOARD IN ARRIVO, su www.formatrieti.it. URL consultato il 30 agosto 2018.
  3. ^ Ufficialmente iniziati i Campionati Europei di Wakeboard - FOTO INAUGURAZIONE - Rietinvetrina, in Rietinvetrina, 30 luglio 2018. URL consultato il 30 agosto 2018.
  4. ^ Andrea Scappa, UNA EDUCAZIONE SIBERIANA AL LAGO DEL SALTO, su Didattica Luce in Sabina, 9 giugno 2017. URL consultato il 19 agosto 2017.
  5. ^ Il lago del Salto nel 2116: ecco la serie tv futuristica di Fox e Bmw girata a Fiumata, in RietiLife, 11 ottobre 2016. URL consultato il 19 agosto 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria