Lago di Acerenza
Lago di acerenza(il maglio).JPG
Stato Italia Italia
Regione Basilicata Basilicata
Provincia Potenza Potenza
Coordinate 40°46′23″N 15°55′10″E / 40.773056°N 15.919444°E40.773056; 15.919444Coordinate: 40°46′23″N 15°55′10″E / 40.773056°N 15.919444°E40.773056; 15.919444
Altitudine 455 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 2.0 km²
Idrografia
Bacino idrografico 141.9 km²
Immissari principali Bradano, torrente Rosso
Emissari principali Bradano
Mappa di localizzazione: Italia
Lago di Acerenza
Lago di Acerenza

Il lago di Acerenza è un lago artificiale situato presso Acerenza (PZ).

Indicazioni geograficheModifica

Il lago è stato creato dalla costruzione di una diga nel 1984 che ha sbarrato il corso del fiume Bradano in corrispondenza della confluenza del torrente Rosso ed è raggiungibile attraverso la contrada "il Maglio".

Il lago ricopre quanto resta della strada di collegamento tra il comune di Acerenza e quello di Pietragalla, compreso il vecchio ponte in ferro che permetteva di superare il fiume Bradano, ed è affiancato da una tratta ferroviaria risalente al 1930 che lo costeggia (Ferrovia Altamura-Avigliano-Potenza).

Indicazioni storicheModifica

All'interno del fondo agricolo detto "Il Maglio" sono ancora visibili le due peschiere della metà del XIX secolo, a valle di due sorgenti (la cui acqua è molto apprezzata dagli abitanti di Acerenza).[senza fonte]

Il nome del fondo deriva dal soprannome di un antico fattore della famiglia Vergaglia, noto per la sua formidabile forza fisica e durezza di carattere, detto, appunto, "il Maglio".[senza fonte]

Ambiente naturaleModifica

 
Panorama del lago visto dal casotto "Il Maglio" (in fotocomposizione)

Si trova in una zona montuosa in forte pendenza, nell'Appennino lucano, caratterizzata da formazioni poco permeabili, in cui sono presenti argille a scaglie ed arenarie dell'eocene.

Il lago è circondato per due terzi da boschi di grande rilevanza botanica ed ecologica, purtroppo ancor oggi minacciati dai tagli sconsiderati, dal cemento e strade, residui delle antiche e ben più estese foreste del Vulture altobradano, con la tipica fauna appenninica:il lupo Canis lupus italicus , cinghiali, la rara lepre italica Lepus corsicanus il gatto selvatico Felis silvestris silvestris, la lontra, l'istrice, il ghiro, il moscardino,il riccio e la volpe la faina, la Donnola, La Puzzola, e la Martora.

È possibile osservare il nibbio reale, il nibbio bruno, cormorani, folaghe, lo sparviero, il falco pecchiaiolo, il picchio rosso, l'upupa e in orario notturno esemplari di gufo in caccia. Il birdwatching può essere praticato da un casotto rurale nel fondo de "Il Maglio", situato sul lato est del lago: la luce migliore per le fotografie naturalistiche è quella della prima mattinata, con il sole alle spalle e il lago di fronte.

Nel lago, purtroppo, anche grazie agli sconsiderati ed illegali ripopolamenti per la pesca sportiva, vi è la prezenza di numerose specie ittiche aliene, come varie specie di pesci gatto americani, persici trota, carpe amur,carrassi e trote non autoctone per lo più si possono trovare comunque il cavedano, il barbo, l'anguilla, la carpa, la tinca, l'endemica Alborella Appenninica Alburnus albidus ed altre specie autoctone.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Basilicata: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Basilicata