Apri il menu principale

Lago di Caldonazzo

lago del Trentino-Alto Adige, Italia
Lago di Caldonazzo
Caldonazzo Lake 20060114.jpg
Stato Italia Italia
Regione Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
Provincia Trento Trento
Comune Calceranica al Lago, Caldonazzo, Pergine Valsugana, Tenna, Vigolana
Coordinate 46°01′04.8″N 11°14′42″E / 46.018°N 11.245°E46.018; 11.245Coordinate: 46°01′04.8″N 11°14′42″E / 46.018°N 11.245°E46.018; 11.245
Altitudine 449 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 5,627 km²
Lunghezza 4,735 km
Larghezza 1,870 km
Profondità massima 49 m
Profondità media 26,5 m
Volume 148 987 000 km³
Idrografia
Immissari principali Torrente Mandola
Emissari principali Fiume Brenta
Mappa di localizzazione: Italia
Lago di Caldonazzo
Lago di Caldonazzo

Il lago di Caldonazzo (Caldonazzosee o Gallnötschsee in tedesco) è un lago del Trentino, il maggiore tra quelli interamente entro confini della provincia[1] ed anche l'unico tra questi in cui si può praticare lo sci nautico, la canoa e altri sport acquatici.

Ci sono stabilimenti balneari e spiagge libere e assieme al lago di Levico formano i due laghi più caldi del Centro-Sud Europa[senza fonte].

Per l'anno 2014 il Lago di Caldonazzo ha ottenuto il prestigioso riconoscimento internazionale Bandiera Blu della FEE (Foundation for Environmental Education), grazie alle limpide acque, alla spiaggia e alle politiche di gestione turistico-ambientali ecosostenibili.

Caldonazzo lake-panorama.jpg
Ingrandisci
Panorama del lago di Caldonazzo da ovest

Indice

UbicazioneModifica

 
Pista ciclabile che corre fra il binario e il lago

Il lago si trova nella comunità di valle Alta Valsugana e Bersntol; sulle sue sponde si sviluppano i comuni di: Caldonazzo, Calceranica al Lago, Pergine Valsugana e Tenna.
Sull'argine settentrionale del lago corre la Strada statale 47 della Valsugana. Lungo questo tratto, a causa delle difficoltà ambientali, sono presenti numerose gallerie e la strada presenta solamente 2 corsie. Sull'argine meridionale invece corre la strada provinciale che collega i centri di Calceranica al Lago e San Cristoforo al Lago (frazione di Pergine Valsugana). Sempre sul versante meridionale si trova il binario della Ferrovia della Valsugana, oltre alla lingua di cemento della pista ciclabile.

SportModifica

Sul lago è possibile praticare numerosi sport acquatici, tra i quali la canoa, la vela, il windsurf e lo sci nautico. Proprio in questa disciplina il lago ha rivestito un ruolo importante: è stato, ed è ancora, il "campo di allenamento" di Thomas Degasperi, sciatore nautico trentino specialista nella disciplina dello slalom, attuale Campione Europeo e Mondiale.

EventiModifica

Sul lago si svolgono numerosi eventi, soprattutto nel periodo estivo.

  • Il più importante è il Palio dei Draghi (o Dragon Boat), una competizione tra imbarcazioni spinte da numerosi vogatori. Le imbarcazioni ricordano vagamente la sagoma di draghi, da cui il nome della gara.
  • Nel mese di maggio il Centro Universitario Sportivo dell'Università degli studi di Trento organizza ogni anno le Facoltiadi. Le discipline previste sono il beach volley, il calcio saponato, e una versione minore del Dragon Boat.
  • Il 14 agosto di ogni anno viene organizzato uno spettacolo pirotecnico per festeggiare il Ferragosto.
  • L'ultimo fine settimana di agosto, ormai da anni si tiene la finale nazionale per i giovani di canoa

La piaga dell'abusivismo sulle rive del lagoModifica

Il lago trentino è purtroppo funestato da un problema ormai quarantennale (o più) riguardante le sue rive. Sul territorio di tutti i comuni rivieraschi un'intensa opera di recinzioni ed edificazioni abusive su territorio demaniale ha ridotto assai, nell'arco di mezzo secolo, la fruibilità delle spiagge da parte dei comuni cittadini a favore di un ristretto gruppo di privati. Sono tuttora in corso cause giudiziarie (non ancora concluse a causa delle lungaggini del sistema di giudizio italiano) che vedono contrapposti i comuni e la provincia di Trento e gruppi di cittadini che ritengono di vantare diritti di proprietà lungo le sponde. La legislazione nazionale prevede un diritto inalienabile da parte degli enti pubblici (Stato e amministrazioni locali), ovvero la proprietà pubblica afferente al demanio dello stato, di una fascia litoranea della larghezza minima di 10 metri dal bagnasciuga (riducibile a 5 metri in talune circostanze o in prossimità degli specchi lacustri). Comitati di cittadini hanno organizzato, nel periodo 2012-2013, manifestazioni pubbliche volte a sensibilizzare la cittadinanza e le autorità per una celere risoluzione del caso, affinché tutti possano finalmente godere di tutte le sponde del lago (e non di tratti piuttosto discontinui e brevi come ora), passeggiare sulla battigia, fruire delle acque, con grande beneficio sia del singolo che delle attività turistiche di tutta la valle.

NoteModifica

  1. ^ Il lago di Caldonazzo, Provincia Autonoma di Trento. Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente., Corpi lacustri. Schede laghi e bacini artificiali. URL consultato il 10 settembre 2009 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2012).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Valsugana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Valsugana