Apri il menu principale

Il lago di Ravedis è un lago artificiale d'acqua dolce italiano.

Il lago al livello massimo, pronto per la prova di funzionamento del scarico di fondo (Giugno 2019)

GeografiaModifica

È lungo 5 km, profondo 45 m circa ed ha una superficie di 120 Ha. Si trova nel territorio comunale di Montereale Valcellina.

La digaModifica

In occasione di condizioni atmosferiche sfavorevoli, con abbondanti precipitazioni nelle prealpi, il rischio alluvione per diversi centri rivieraschi è molto alto. Un evento alluvionale catastrofico si è verificato nel 1966; nel 2002 si è sfiorato lo stesso tipo di tragedia. Nel 2010 si sono verificati eventi climatici tali da essere paragonabili al '66, il 2 novembre dello stesso anno è stato dichiarato lo stato di massima allerta. Da oltre 30 anni le popolazioni interessate stanno tentando di ottenere la messa in sicurezza del corso d'acqua con la costruzione di adeguate opere a monte.

La diga dovrebbe contribuire a limitare tali rischi [1], ma non viene ritenuta sufficiente a eliminarli del tutto.[2] Costruita per avere un effetto di laminazione della piena; ottenuto tramite la realizzazione, alla base dello sbarramento, di un'apertura tale da garantire a valle della diga il 100% della portata del fiume Cellina a regime normale e trattenere a monte della diga la portata eccedente durante gli intensi fenomeni piovosi.

 
La diga di Ravedis, vista da valle. Al centro gli scarichi di mezzofondo

Il collaudo tecnico-funzionale dell'opera non è stato ancora emesso in quanto nella primavera del 2015 si sono manifestati problemi tecnici alle paratoie degli scarichi di fondo, che tuttavia non pregiudicano il funzionamento del bacino e che si conta di risolvere entro la primavera del 2016.[3] Il bacino viene mantenuto a quota di sicurezza, sui 318 m s.l.m, con una perdita del 77% rispetto al volume previsto, a causa del malfunzionamento delle paratoie degli scarichi di fondo. [4]

NoteModifica

  1. ^ La diga di Ravedis, su progettodighe.it. URL consultato il 13 settembre 2012.
  2. ^ Ravedis, 200 milioni e 35 anni Ma la diga non ferma le alluvioni
  3. ^ collaudo diga Ravedis, su regione.fvg.it.
  4. ^ cbcm.it, pp. 13-14, http://www.cbcm.it/wp-content/uploads/2017/01/ALLEGATO_DD306_2017.pdf.
  Portale Friuli-Venezia Giulia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Friuli-Venezia Giulia