Lake District National Park

Il Lake District National Park è un parco nazionale nel nord-ovest dell'Inghilterra che comprende tutto il Lake District centrale, sebbene la città di Kendal, alcune aree costiere e le penisole dei laghi siano al di fuori del confine del parco.

Parco nazionale del Lake District
Lake District National Park
Keswick Panorama - Oct 2009.jpg
Il massiccio Skiddaw, la città di Keswick e il Derwent Water visti dal Walla Crag
Tipo di areaParco nazionale
Codice WDPA959
Class. internaz.Categoria IUCN V: paesaggio terrestre/marino protetto
StatiInghilterra
RegioniCumbria
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale
Lake District National Park (indicato col numero 2) in una mappa dei parchi nazionali in Inghilterra e Galles.

StoriaModifica

L'area venne designata parco nazionale il 9 maggio 1951 (meno di un mese dopo la prima designazione di un parco nazionale del Regno Unito, il Peak District). Ha mantenuto i suoi confini originali fino al 2016, quando è stato esteso, del 3%, in direzione dello Yorkshire Dales National Park per incorporare aree come la terra di alto valore paesaggistico nella Lune Valley.[1] È il parco nazionale più visitato del Regno Unito con 16,4 milioni di visitatori all'anno e più di 24 milioni di giorni-visitatore all'anno, il più grande dei tredici parchi nazionali in Inghilterra e Galles, e il secondo più grande nel Regno Unito dopo il Cairngorms National Park.[2] Il suo scopo è proteggere il paesaggio limitando i cambiamenti indesiderati da parte dell'industria o del commercio. La maggior parte del terreno nel parco è di proprietà privata, con circa il 55% registrato come terreno agricolo. I proprietari terrieri includono:

  • Singoli agricoltori e altri proprietari terrieri privati, con più della metà dei terreni agricoli coltivati dagli stessi proprietari.[3]
  • Il National Trust possiede circa il 25% della superficie totale (inclusi alcuni laghi e terreni di notevole valore paesaggistico).
  • La Commissione forestale e altri investitori in foreste e boschi.[4]
  • United Utilities (possiede l'8%)
  • Autorità del Parco Nazionale del Distretto dei Laghi (possiede il 3,9%)

L'Autorità del Parco Nazionale ha sede presso gli uffici di Kendal. Gestisce un centro visitatori a Windermere in un'ex casa di campagna chiamata Brockhole,[5] Coniston Boating Centre[6] e Information Centres.

Come in tutti gli altri parchi nazionali in Inghilterra, non vi è alcuna restrizione all'ingresso o al movimento all'interno del parco lungo i percorsi pubblici, ma l'accesso ai terreni coltivati è solitamente limitato a sentieri pubblici, mulattiere e strade secondarie. Gran parte del terreno incolto ha diritti di libero accesso statutari, che coprono circa il 50% del parco.

I terreni agricoli, gli insediamenti e le miniere hanno alterato lo scenario naturale e l'ecologia è stata modificata dall'influenza umana per secoli e comprende importanti habitat della fauna selvatica. Avendo fallito in un precedente tentativo di ottenere lo status di patrimonio mondiale come Patrimonio dell'umanità, a causa delle attività umane, alla fine ha avuto successo nella categoria del paesaggio culturale e ha ricevuto lo status nel 2017.[7]

NoteModifica

  1. ^ Yorkshire Dales and Lake District national parks extend, su bbc.co.uk, 1º agosto 2016. URL consultato il 14 marzo 2017. Ospitato su www.bbc.co.uk.
  2. ^ Lake District National Park – Home page, su nationalparks.uk, Lakedistrict.gov.uk, 6 aprile 2005. URL consultato il 21 aprile 2010.
  3. ^ The state of farming and land management in the Lake District (PDF), su lakedistrict.gov.uk. URL consultato il 2 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  4. ^ Forestry Commission Cumbria (PDF), su forestry.gov.uk. URL consultato il 20 ottobre 2021 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  5. ^ Brockhole, su brockhole.co.uk. URL consultato il 22 giugno 2012.
  6. ^ Coniston Boating Centre, su conistonboatingcentre.co.uk, Lake District National Park.
  7. ^ English Lake District welcomed into UK UNESCO family as 31st UK World Heritage Site, su unesco.org.uk, 9 luglio 2017. URL consultato il 2 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 agosto 2018).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN193219912 · LCCN (ENsh85074001 · J9U (ENHE987007550989505171 · WorldCat Identities (ENviaf-193219912
  Portale Regno Unito: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Regno Unito