Apri il menu principale

Lama guanicoe

specie di animale della famiglia Camelidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Guanaco
Arg20080406.20.jpg
Guanaco
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Ungulata
Ordine Artiodactyla
Sottordine Tylopoda
Famiglia Camelidae
Genere Lama
Specie L. guanicoe
Nomenclatura binomiale
Lama guanicoe
Statius Müller, 1776
Areale

Lama guanicoe range.png

Il guanaco (Lama guanicoe Statius Müller, 1776) è un camelide diffuso in Sudamerica, negli stati di Perù, Ecuador, Cile e Argentina. La distribuzione del Guanaco è molto estesa, ma in forma assolutamente discontinua, dal nord del Perù fino alla Terra del Fuoco; dal livello del mare fino ai 4 600 m d'altitudine.

Purtroppo, a causa della caccia e della distruzione del suo habitat, ha sofferto un forte decremento numerico. Per esempio, in Cile ed in Perù è sceso del 75% ed in Ecuador si è estinto. Le popolazioni più grandi si possono trovare nelle regioni fredde meridionali della Patagonia e della Terra del Fuoco.

DescrizioneModifica

Il guanaco è il più grande dei Camelidi selvatici americani; è alto 1,06 m al garrese e pesa intorno ai 90 kg potendo raggiungere anche i 120 kg [senza fonte]. Come il lama, anche il guanaco presenta un manto doppio: uno più ruvido all'esterno e uno più soffice all'interno. Il colore del manto varia da individuo a individuo: si va dal marrone chiaro al color cannella scuro, con riflessi bianchi nella parte inferiore. Il muso è invece di colore grigio, con piccole orecchie dritte. Gli occhi, molto grandi, sono di forma affusolata e di un colore bruno intenso.

BiologiaModifica

Alla fine di una gestazione di 11,5 mesi partorisce un solo piccolo. Presenta un comportamento sociale in cui un maschio domina il branco e controlla gli accoppiamenti, nonché la ricerca di cibo e di acqua. Come in tutti i suoi congeneri, tende ad utilizzare lo sputo per comunicare dominanza ed aggressività.

I guanachi sono buoni corridori, possono raggiungere la velocità di 56 km/h.[senza fonte]

Vivono in greggi condotte da un maschio dominante.[senza fonte]

Vivono all'incirca fino ai 20-25 anni. [senza fonte]

ConservazioneModifica

 
Guanaco presso l'Osservatorio di La Silla

Si tratta di una specie cacciata per la sua carne, la sua pelle e, soprattutto, per la sua lana. Secondo le stime, quando gli Europei giunsero per la prima volta in Sudamerica, i guanachi erano circa mezzo miliardo. Attualmente, si ritiene che ne esistano 4 milioni e mezzo[2]

La IUCN Red List classifica Lama guanicoe come specie a basso rischio (Least Concern).[1]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) South American Camelid Specialist Group 1996, Lama guanicoe, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  2. ^ C. Michael Hogan. 2008

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica


Camelidi
Afro-asiatici: Cammello - Dromedario    Sudamericani: Alpaca - Guanaco - Lama - Vigogna
Controllo di autoritàGND (DE4158490-9
  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi