Apri il menu principale

Lampetra planeri

specie di animale della famiglia Petromyzontidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lampreda di ruscello
Sorgenti del Pescara 21 (RaBoe).jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Agnatha
Superclasse Cyclostomata
Classe Cephalaspidomorphi
Ordine Petromyzontiformes
Famiglia Petromyzontidae
Sottofamiglia Petromyzontinae
Genere Lampetra
Specie L. planeri
Nomenclatura binomiale
Lampetra planeri
Bloch, 1784
Sinonimi

Petromyzon bicolor, Petromyzon fluviatilis larvalis, Petromyzon niger, Petromyzon planeri, Petromyzon plumbeus, Petromyzon septoeuil

La lampreda di ruscello[1] (Lampetra planeri (Bloch 1784)), è una specie appartenente alla classe degli Agnati.

Distribuzione e habitatModifica

Questa specie dimora stabilmente in acqua dolce, soprattutto corrente, ma anche in ambienti lacustri, fossati e ruscelli; sembra tuttavia prediligere quelli melmosi.
È presente ma rara in Italia lungo il versante tirrenico fino al fiume Sele, anche a quote superiori a 600 m s.l.m. È nota una popolazione isolata nel fiume Pescara, sul versante adriatico.

DescrizioneModifica

Corpo lungo fino a 20 cm, cilindrico affusolato, compresso nella parte posteriore; pinne dorsali contigue; denti disposti come nella Lampetra fluviatilis, ma più piccoli ed ottusi. Gli esemplari adulti hanno una colorazione grigio-verde con riflessi bluastri sul dorso, giallo tenue sui fianchi e bianco sul ventre.

AlimentazioneModifica

A differenza delle altre lamprede, non parassita gli altri pesci: i giovani si nutrono di piccoli organismi animali che trovano nel sedimento mentre gli adulti non si nutrono.

RiproduzioneModifica

Si riproduce tra aprile e giugno. Gli adulti non hanno molta cura nel preparare il sito di riproduzione; le uova di 1 mm si schiudono in circa 3 settimane; la vita nello stadio larvale si protrae per 3-5 anni e termina con il raggiungimento della maturità sessuale; la vita da adulto dura solamente pochi mesi durante i quali non si nutre; la morte avviene dopo la riproduzione.

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2013001546 · GND (DE4143851-6
  Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci