Apri il menu principale
Lara Mori
Lara Mori EYOF 2013.jpg
Lara Mori agli EYOF di Utrecht 2013
Nazionalità Italia Italia
Altezza 146 cm
Peso 42 kg
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram 2.svg
Specialità Corpo libero
Categoria Senior
Società Esercito
Carriera
Giovanili
? - 2013 Giglio
Squadre
2014-2016 Giglio
2016- Esercito
Giglio
Nazionale
2010-2013 Italia Italia juniores
2014- Italia Italia
Palmarès
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Argento Bruxelles 2012 Squadra
Transparent.png Coppa del mondo
Argento Baku 2019 Corpo libero
Argento Doha 2019 Corpo libero
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Oro Tarragona 2018 Squadra
Oro Tarragona 2018 Individuale
Oro Tarragona 2018 Corpo libero
Dragon on red.svg Trofeo Città di Jesolo
Argento Jesolo 2012 Squadra (jr.)
Argento Jesolo 2014 Squadra
Bronzo Jesolo 2018 Squadra
Transparent.png Massilia Cup
Bronzo Marsiglia 2014 Corpo libero
Oro Marsiglia 2014 Squadra
Transparent.png Novara Cup
Oro Novara 2014 squadra
Argento Novara 2015 squadra
Italy looking like the flag.svg Campionati Italiani Assoluti
Oro Perugia 2017 Corpo libero
Oro Riccione 2018 Corpo libero
Argento Torino 2015 Trave
Argento Catania 2012 Corpo libero
Argento Ancona 2014 Corpo libero
Bronzo Torino 2016 Trave
Transparent.png Golden League
Argento Porto San Giorgio 2014 Corpo libero
Bronzo Porto San Giorgio 2014 Squadra
Bronzo Porto San Giorgio 2015 Trave
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 giugno 2018

Lara Mori (Montevarchi, 26 luglio 1998) è una ginnasta italiana. due volte campionessa nazionale al corpo libero nel 2017 e nel 2018. Ha rappresentato l'Italia ai Campionati del Mondo del 2014, del 2015, del 2017 e del 2018. Vive a Montevarchi dove si allena con Stefania Bucci. Da maggio 2016 è caporale dell'Esercito italiano, membro della squadra femminile del centro sportivo olimpico dell’Esercito.

Indice

CarrieraModifica

Atleta della Ginnica Giglio 1978, Lara viene allenata da Stefania Bucci a Montevarchi. Esordisce in campo internazionale nel giugno 2010 dove, insieme alle compagne Serena Bugani, Elisa Meneghini, Enus Mariani e Martina Rizzelli, partecipa ad un quadrangolare a Tolone con Germania, Svizzera e Francia.[1] Con uno stacco di dieci punti dalla seconda classificata (153.400) e di venti punti dalla terza (143.500), l'Italia vince il concorso a squadre con 163.550 punti. Individualmente, grazie a un buon esercizio alla trave (13.750) ma un non preciso corpo libero (11.750), arriva quinta nel concorso generale individuale con un complessivo di 50.400 punti.[2]

Nel 2010, inoltre, contribuisce alla promozione della società Ginnica Giglio in serie A2, grazie alla collaborazione con le compagne di squadra Sharon Giuntini, Irene Bonura, Elisa Gargano e Alessia Leolini.[3]

2011: Serie A2 e promozione in A1Modifica

Il 5 febbraio 2011 esordisce in Serie A2 dove, con dei buoni punteggio al volteggio (12.950), trave (13.750) e corpo libero (12.950) arriva seconda nella classifica generale "virtuale" dell'evento (51.250). Un errore alle parallele asimmetriche (11,600) le impedisce di arrivare al primo posto. La Ginnica Giglio arriva prima nel concorso a squadre con un ottimo 103.300, superando la seconda classificata di quasi cinque punti.

Il mese successivo partecipa alla seconda tappa di Serie A2 a Bari. La Giglio si posiziona al secondo posto della classifica a squadre (con 101.700 punti) dietro alla Olos Gym 2000. Individualmente ottiene un basso punteggio alle parallele a causa dello scarso valore di partenza, ma esegue dei buoni esercizi negli altri due attrezzi: 13.000 al volteggio e 12.650 al corpo libero.

Dal 24 al 26 giugno viene scelta per partecipare ad un Incontro Internazionale Under 13 a Tittmoning, in Germania. Le "Azzurrine" vincono il concorso a squadre con un complessivo di 157.950, staccando di circa 7 decimi la seconda classificata Germania e di 8 decimi la Gran Bretagna. A livello individuale, Lara vince il concorso generale con 51.950 punti.

L'ultima competizione internazionale dell'anno è il Trofeo Trinacria di Capo D'Orlando dove, con 220.650 punti, l'Italia batte di ben 19 decimi la Romania e di 20 decimi la Germania. Individualmente, Lara arriva terza nel concorso individuale (53.200), dietro le due connazionali Erika Fasana e Francesca Deagostini.

Nell'ultima tappa di Serie A2, la Giglio arriva prima e, meritatamente, viene promossa nella massima serie. Lara contribuisce con una buona trave (13.050) e uno sporco esercizio alle parallele (10.850).

2012: Serie A1; Europei di BruxellesModifica

Il 10 marzo partecipa alla prima tappa di Serie A1 a Bari. La Ginnastica Giglio si posiziona al sesto posto nella classifica a squadre (punteggio complessivo: 156.450) dietro di dieci decimi dalla prima classificata Brixia Brescia (166.950). Individualmente esegue un buon volteggio (13.800) e un buon corpo libero (14.100) ma cade dalla trave.[4]

Per la seconda tappa di Campionato di Serie A1 svoltasi a firenze il 24 marzo, con un punteggio complessivo di 152.750 la Giglio di Montevarchi conferma la sesta posizione. Individualmente, Lara ottiene dei non ottimi punteggi: cade dalla trave (13.100), durante la prima diagonale al corpo libero (12.200) e alle parallele asimmetriche (13.050).

Partecipa al Trofeo Città di Jesolo del 31 marzo, competendo in tutti e quattro gli attrezzi e arrivando sesta nella classifica generale individuale (54.850), seconda tra le italiane. Con una buona trave (14.050) e un buon corpo libero (13.850), contribuisce al secondo posto dell'Italia, che chiude con 217.200 punti.

Il 21 aprile compete nella finale del Campionato di Serie A1, dove la Giglio arriva al quinto posto. Individualmente commette uno sbilanciamento durante il tarzan alle parallele.[5]

Viene convocata per far parte della squadra nazionale che compete ai Campionati europei di Burxelles dal 9 al 13 maggio. Con l'Italia, grazie ad un punteggio complessivo di 164.031, vince la medaglia d'argento. Individualmente, Lara cade dalla ruota senza alla trave (12.566).

Il 16 giugno compete ai Campionati Assoluti di Catania. A causa di qualche errore di troppo, arriva quarta nel concorso generale individuale (52,300) dietro la terza classificata Elisa Meneghini di 3 punti circa. Si qualifica inoltre quinta alla trave (13.300) e quarta al corpo libero (13.600). Il 17 giugno, durante le finali di specialità, vince la medaglia d'argento al corpo libero (13.800), dietro solo la campionessa mondiale Vanessa Ferrari (14.350).[6]

A dicembre si sottopone ad un intervento al ginocchio, che la terrà a riposo per molti mesi.[7]

2013: Festival Olimpico della Gioventù EuropeaModifica

A causa dell'intervento al ginocchio, Lara è impossibilitata a partecipare al campionato di Serie A1 e agli Assoluti 2013. Il ritorno agli allenamenti è previsto per giugno 2013.[7]

 
Lara Mori, Tea Ugrin e Martina Rizzelli con i colori della Nazionale italiana agli EYOF 2013.

Nel mese di luglio, insieme a Tea Ugrin e Martina Rizzelli, è convocata a partecipare al XII Festival olimpico estivo della gioventù europea, a Utrecht. Il 17 luglio si tiene la finale a squadre: l'Italia si classifica quinta. Lara conquista con l'undicesima posizione (pari merito con la connazionale Tea Ugrin) la finale individuale, con i punteggi personali di 13.700 al volteggio, 13.600 alla trave, 12.750 alle parallele, 12.900 al corpo libero, per un totale di 52.950 punti. Il 18 luglio gareggia nella finale individuale, che conclude al tredicesimo posto con un punteggio complessivo di 51,800 punti.

Il 9 novembre 2013 partecipa al Grand Prix a Modena.

2014: Serie A1; Vicecampionessa italiana al corpo libero e Mondiali di NanningModifica

Partecipa alla Serie A1 GAF 2014 con la squadra della Giglio; ottenendo il secondo posto in classifica; agli Assoluti di Ancona vince la medaglia d'argento al corpo libero.

A settembre insieme a Giorgia Campana, Erika Fasana, Vanessa Ferrari, Lavinia Marongiu, Elisa Meneghini e Martina Rizzelli parte per i Campionati Mondiali di Nanning. Inizialmente viene scelta solamente come riserva, ma a causa di dolori alla schiena di Elisa Meneghini entra ufficialmente in squadra.

Il 6 ottobre nella giornata di qualificazione Lara gareggia a parallele (13.533), trave (13.433) e corpo libero (13.900), dodicesimo miglior punteggio. L'Italia si qualifica in finale con il quinto punteggio. L'Italia conferma nella giornata della finale a squadre il quinto posto con un complessivo di 169.023. Individualmente Lara svolge due buoni esercizi: 13.800 al corpo libero e 13.825 alle parallele.

2015: Serie A1, Mondiali di GlasgowModifica

Partecipa alla Serie A1 GAF 2015 con la squadra della Giglio; ottenendo il quarto posto; agli Assoluti di Torino vince nuovamente la medaglia d'argento al corpo libero.

A ottobre insieme a Vancessa Ferrari, Erika Fasana, Carlotta Ferlito, Elisa Meneghini, Enus Mariani e Tea Ugrin parte per i Campionati Mondiali di Glasgow; grazie a dei buoni esercizi la squadra ottiene il quinto posto in qualifica, ottenendo sia l'accesso alla finale (settimo posto) sia la qualificazione alle Olimpiadi di Rio.

2016: Serie A1, Campionati europei; riserva OlimpicaModifica

Partecipa alla Serie A1 GAF 2016 con la squadra della Giglio, ottenendo il terzo posto in classifica. A giugno insieme ad Elisa Meneghini, Enus Mariani, Martina Rizzelli e Sofia Busato parte per i Campionati Europei di Berna, la squadra si qualifica come settima per la finale, dove ottiene il quinto posto. Ai Campionati Italiani Assoluti concorre su tutti gli attrezzi, classificandosi quinta e conquistando la finale alla trave, dove vince la medaglia di bronzo.

2017: Serie A1; Campionati europei; Campionessa italiana a corpo libero; Mondiali di MontrealModifica

Nel mese di Febbraio gareggia nella prima tappa di serie A1 classificandosi undicesima con la squadra. Nel mese di Aprile compete solo alle parallele al Trofeo Città di Jesolo, classificandosi quinta con la squadra. Nella seconda tappa di Serie A1 si classifica quinta con la squadra e viene scelta per rappresentare l'Italia agli Europei in Romania, dove si classifica quinta al corpo libero. Nel mese di giugno, vince la medaglia d'argento con la squadra nella terza tappa di serie A1. Nel mese di Settembre, ai campionati nazionali, vince l'oro al corpo libero e si classifica sesta alle parallele e nona nel concorso individuale. Ad ottobre viene convocata per il mondiale individuale di Montreal, concorre per il concorso generale dove si classifica dodicesima, conquista l'accesso alla finale a corpo libero classificandosi sesta.

2018: Serie A; Coppa del Mondo; Giochi del Mediterraneo; Campionessa italiana a corpo libero; Mondiali di DohaModifica

Il 3 marzo compete nella prima tappa del Campionato di serie A1 con la sua società la Ginnastica Giglio, Lara gareggia in tutti e quattro gli attrezzi, paga una caduta alle parallele ma svolge degli ottimi esercizi negli altri tre attrezzi in modo particolare alla trave.

Viene convocata insieme ad Elisa Meneghini per la tappa di coppa del mondo a Doha riservata alle singole specialità, Lara accede nelle finali a parallele e corpo libero, nella prima finale cade e finisce in ultima posizione, al corpo libero invece è costretta ad accontentarsi della medaglia di legno pur avendo il secondo miglior punteggio, poiché sono state assegnate 3 medaglie d'oro. Compete poi al trofeo città di Jesolo, vince il bronzo con la squadra, non riesce però a centrare alcuna finale di specialità. Partecipa poi alla seconda tappa di Serie A sempre con il body della Giglio Montevarchi che finisce in settima posizione.

Il 9 giugno prende parte alla finale di Serie A, dove esegue un buon corpo libero 13.600, alla trave cade e ottiene 12.550, così come alle parallele 12.250 ed infine esegue un buon avvitamento a volteggio che le frutta 13.500.

Viene poi convocata dal Direttore Tecnico per un collegiale in preparazione ai Giochi del Mediterraneo di fine giugno, dove partecipa insieme a Caterina Cereghetti, Giada Grisetti, Martina Maggio, Martina Basile e Francesca Noemi Linari, la squadra italiana vince l'oro anche grazie a delle buonissime routine di Lara che ottiene: 13.150 al corpo libero, 13.000 alla trave, 12.600 alle parallele e 13.500 al volteggio.

Lara si qualifica per la finale all-around, quella a parallele, trave e corpo libero.

Nella finale all-around Lara vince l'oro, davanti alla francese Louise Vanhille e alla spagnola Anna Perez. Compete poi nella finale alle parallele dove però cade, così come alla trave dove finisce in ultima posizione a causa di due cadute, ma fa un bellissimo esercizio al corpo libero che le frutta la medaglia d'oro.

Partecipa ai Campionati italiani assoluti dove compete solo a trave e corpo libero, nel primo attrezzo commette diverse imprecisioni che non le permettono di accedere alla finale di specialità, al corpo libero invece accede alla finale con il secondo punteggio, il giorno successivo riconferma il titolo di campionessa italiana assoluta al corpo libero. È poi tra la lista delle convocate provvisorie per gli europei di Glasgow, durante il collegiale in preparazione all'evento continentale, la Mori a causa di un risentimento muscolare, è costretta a rinunciare all'evento.

Viene poi convocata per un collegiale in preparazione ad un incontro internazionale in Germania, ultimo incontro prima dei Mondiali, insieme a Elisa Meneghini, Martina Rizzelli, Sara Ricciardi, Irene Lanza, Caterina Cereghetti, Francesca Noemi Linari e Martina Basile. Le ragazze partono poi per la Germania (tutte tranne Meneghini e Linari invece infortunata). L'Italia vince la medaglia d'argento dietro alle padrone di casa. Viene poi convocata per un ultimo collegiale pre-mondiale a Brescia dove delle 6 ginnaste rimanenti in preparazione per Doha, verranno decise le 5 titolari, e i vari attrezzi che dovranno eseguire.

Al mondiale di Doha gareggia su tutti e quattro gli attrezzi in cerca della doppia finale all-around e corpo libero: si qualifica con il 20° punteggio per l'all-around, ma in finale a causa di un errore al corpo libero ed a trave non va oltre il 22º posto finale; mentre non riesce a qualificarsi per la finale di specialità a corpo libero.

NoteModifica

  1. ^ Femminile vola oltralpe per l'Internazionale, FGI, 23 giugno 2010.
  2. ^ Le ragazzine invincibili che ci invidiano tutti, FGI, 29 giugno 2010.
  3. ^ Montevarchi regina dell'Emilia: Aurora e Giglio a braccetto in A2, FGI, 16 maggio 2010.
  4. ^ Graduatoria Seconda Tappa Serie A1 (PDF)[collegamento interrotto], FGI, 24 marzo 2012.
  5. ^ Classifica generale terza tappa serie A1 (PDF), FGI, 21 aprile 2012.
  6. ^ Qualificazioni Assoluti 1ª Giornata (PDF), FGI, 17 giugno 2012.
  7. ^ a b   Ginnastica Artistica Italiana, Lara Mori e Alessia Leolini per Ginnastica Artistica Italiana., su YouTube. URL consultato il 19 dicembre 2013.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica