Larbi Ben Barek

calciatore e allenatore di calcio francese

Larbi Ben Barek (in arabo: حجّي عبد القادر العربي بن مبارك‎, Hajjī ʿAbd al-Qādir al-ʿArabī ben Mubārak; Casablanca, 16 giugno 1917Casablanca, 16 ottobre 1992) è stato un calciatore e allenatore di calcio marocchino naturalizzato francese, di ruolo centrocampista offensivo.

Larbi Ben Barek
Larbi Benbarek - 2.jpg
Nazionalità Marocco Marocco
Francia Francia
Altezza 178 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Termine carriera 1962
Carriera
Giovanili
1928-1930non conosciuta FC El Ouatane de Casablanca
1930-1934Wydad Casablanca
Squadre di club1
1934-1935non conosciuta Idéal Club Casablanca? (?)
1935-1938non conosciuta US Marocaine? (?)
1938-1939Olympique Marsiglia30 (10)
1939-1945Wydad Casablanca? (?)
1945-1948Stade Français87 (43)
1948-1953Atlético Madrid113 (56)
1953-1955Olympique Marsiglia32 (13)
1955-1956USM Bel Abbès? (?)
1956-1957FUS Rabat? (?)
Nazionale
1936-1937Marocco Marocco3 (?)
1938-1954Francia Francia19 (3)
Carriera da allenatore
1957Marocco Marocco
1960Marocco Marocco
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Fu il primo calciatore africano a ottenere fama in un campionato professionistico europeo.[1] Fu anche il primo giocatore ad essere soprannominato Perla Nera, soprannome che sarebbe passato in seguito a Pelé dopo che questi aveva espresso un marcato apprezzamento per Ben Barek.

Biografia e carrieraModifica

«Se io sono il re del calcio, allora Ben Barek ne è il Dio»

(Pelè[1])
 
Ben Barek in azione

Ben Barek nacque da una famiglia di etnia haratin il 16 giugno 1917 a Casablanca, allora parte del Marocco francese. Prima stella africana e primo a portare il soprannome di "Perla Nera", Ben Barek aprì la strada ai giocatori di origine africana nei campionati europei, in particolare in quello francese e in quello spagnolo.

Arrivato all'Olympique Marsiglia, in Francia, all'età di 20 anni, divenne subito un beniamino dai tifosi per le sue capacità tecniche; è ricordato come il primo calciatore francese africano di successo in Europa.

La sua carriera fu interrotta dall'inizio della Seconda guerra mondiale, ma tornò presto a dare il meglio di sé con lo Stade Français, per poi passare in Spagna all'Atlético Madrid, dove la sua fama internazionale si diffuse. Il suo soprannome presso i tifosi spagnoli era "Il piede di Dio". Con il suo aiuto, l'Atlético vinse la Liga due volte, nel 1950 e nel 1951.

Torna a Marsiglia nel 1953, ma poco dopo si unisce all'USM Bel Abbès, dove conclude la sua carriera di giocatore.

Uno dei migliori giocatori che abbiano mai rappresentato la Francia, ha collezionato 19 presenze con i Bleus tra il 1938 e il 1954; il suo ritorno in campo nel 1954 contro la Germania ad Hannover fu interrotto da un infortunio dopo mezz'ora e quella fu la fine della sua carriera.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Atletico Madrid: 1949-1950, 1950-1951
Atletico Madrid: 1951

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN216224932 · ISNI (EN0000 0003 5916 394X · BNF (FRcb124337650 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-216224932