Largo Winch (fumetto)

fumetto belga di Philippe Francq e Jean Van Hamme

Largo Winch è un personaggio immaginario protagonista di una serie di romanzi editi negli anni settanta e ottanta scritti da Jean Van Hamme e di una omonima serie a fumetti franco-belga di grande successo[1][2] disegnata da Philippe Francq dal 1990.[3] Ha avuto trasposizioni cinematografiche[4][5][6][7] e televisive[8][9][10].

Largo Winch
serie regolare a fumetti
Belgique - Louvain-la-Neuve - Place des Sciences - Largo Winch - 02.jpg
Largo Winch murale sulla Place des Sciences a Louvain-la-Neuve (Belgio).
Lingua orig.francese
PaeseBelgio
TestiJean Van Hamme
DisegniPhilippe Francq
1ª edizione1990
Periodicitàvariabile
Albi20 (in corso)
Genereavventura

TramaModifica

Nerio Winch, un vecchio uomo d'affari a capo di un impero commerciale di dieci miliardi di dollari, non ha figli o potenziali eredi. Si decide di adottare in segreto un orfano iugoslavo di nome Largo Winczlav per garantire la continuità del suo gruppo.

Quando Nerio fu assassinato, Largo, ventisei anni, eredita tutta la sua fortuna e si ritrova a capo dell'enorme impero finanziario che è il Gruppo W. I negoziati, le offerte pubbliche d'acquisto, gli imbrogli, sono gli ingredienti della sua nuova vita nel mondo dell'alta finanza.

Attratto, disgustato o sopraffatto da tutto quel denaro, il playboy miliardario, ed esperto lanciatore di coltelli, vive emozionanti avventure con i suoi amici, Simon Ovronnaz, ex ladro svizzero, e Freddy Kaplan, pilota privato di Largo Winch che ha lavorato nell'aviazione israeliana.

Storia editorialeModifica

La serie a fumetti esordì nel 1990 e, fino al 2015, vennero pubblicati venti volumi. Ogni episodio è diviso in due volumi. Nel 2015 Van Hamme dichiarò di voler interrompere il suo impegno nella serie lasciandola in mano al disegnatore Philippe Francq che scelse come suo successore, su incaricato dalla casa editrice Dupuis, Éric Giacometti.[11][12]

In Italia Largo Winch è stato pubblicato da Aurea Editoriale a partire dal 2005.

Elenco dei volumi

  1. L'Erede
  2. Il Gruppo W
  3. O.P.A.
  4. Business Blue
  5. H
  6. Dutch Connection
  7. La Fortezza di Makiling
  8. L'Ora della Tigre
  9. Vedi Venezia
  10. ... E poi muori
  11. Golden Gate
  12. Shadow
  13. Prezzo dei Soldi
  14. La Legge del Dollaro
  15. I Tre Occhi dei Guardiani del Tao
  16. La Strada e la Virtù
  17. Mar Nero
  18. Collera Rossa
  19. Caccia Incrociata
  20. 20 Secondi

Altri mediaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

VideogiochiModifica

NoteModifica

  1. ^ Lineachiara pubblica Epoxy, il primo fumetto di Jean Van Hamme [Esclusiva] - Fumettologica, in Fumettologica, 7 novembre 2014. URL consultato il 26 marzo 2018.
  2. ^ I 20 fumetti più venduti in Francia nel 2014 - Fumettologica, in Fumettologica, 9 febbraio 2015. URL consultato il 26 marzo 2018.
  3. ^ Guida Fumetto Italiano, Largo Winch, su guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 26 marzo 2018.
  4. ^ Largo Winch - Film (2008), su ComingSoon.it. URL consultato il 26 marzo 2018.
  5. ^ (EN) Stephen Holden, ‘The Heir Apparent: Largo Winch’ - Review, in The New York Times, 17 novembre 2011. URL consultato il 26 marzo 2018.
  6. ^ Largo Winch (2008) | FilmTV.it. URL consultato il 26 marzo 2018.
  7. ^ a b c Jean-Luc Merenda, Sapevate che esistono ben due film su Largo Winch?, in i400Calci, 27 novembre 2012. URL consultato il 26 marzo 2018.
  8. ^ Largo Winch - Serie TV 2001, in Movieplayer.it. URL consultato il 26 marzo 2018.
  9. ^ AlloCine, Largo Winch. URL consultato il 26 marzo 2018.
  10. ^ Mo-Net s.r.l. Milano-Firenze, Largo Winch (2001), su mymovies.it. URL consultato il 26 marzo 2018.
  11. ^ Il nuovo sceneggiatore di Largo Winch - Fumettologica, in Fumettologica, 25 novembre 2015. URL consultato il 26 marzo 2018.
  12. ^ jean-van-hamme-lascia-largo-winch, su fumettologica.it.

Collegamenti esterniModifica