Personaggi di The Boys

lista di un progetto Wikimedia
(Reindirizzamento da Latte Materno (personaggio))

1leftarrow blue.svgVoce principale: The Boys (fumetto).

Elenco dei personaggi immaginari dell'universo narrativo della serie a fumetti The Boys:

The BoysModifica

È un gruppo di cinque persone assunte dalla CIA per tenere sotto controllo i Super, sorta di supereroi, sono individui crudeli, perversi o semplicemente stupidi, ma dotati di superpoteri forniti dalla multinazionale Vought-American, creatrice del Composto V.

Billy Butcher: è inglese, ha un passato nei Royal marines ed è il coordinatore, nonché capo carismatico, del quintetto. È lui che mantiene i rapporti più stretti con Susan Reiner, il direttore della CIA (inclusa una relazione sessuale) ed è lui che parla quando si incontrano/scontrano con i supereroi. Si sa che il Patriota ha violentato sua moglie, per questo Butcher nutre per lui un odio profondo. Ha un carattere estremamente gentile con i suoi colleghi, anche se alle volte diventa sarcastico e caustico, specialmente con Hughie. Di contro, maltratta chiunque altro, inclusi i suoi superiori alla CIA. Può diventare anche estremamente violento quando perde il suo aplomb o deve raggiungere i suoi scopi: tiene prigioniero Soldatino, leader dei Rappresaglia, e lo tortura per ricavare informazioni. Con lui gira sempre un bulldog inglese, di nome Terrore, al quale è affezionatissimo. È lui che ha scelto la sede del quintetto, un appartamento malmesso all'interno del Flat Iron Building di New York.

Latte Materno: Afroamericano, è la mente del gruppo ed è colui che mantiene i rapporti più stretti con La Leggenda e supereroi dissidenti o ritirati come Salsiccia dell'Amore. Ha un carattere estremamente freddo e paziente. Anche Latte Materno (nome nell'edizione americana Mother's Milk) ha un passato nell'esercito. Proprio negli US Army ha manifestato per la prima volta il suo potere. Ha una ex moglie e una figlia adolescente, Janine. Butcher ha affermato che, sebbene lui sia il capo dei Boys, è solo grazie al lavoro di Latte Materno che il gruppo riesce a rimanere coeso.

Francese (Frenchman): è un gran compagnone e ha un carattere amabile ma quando perde la pazienza, si sente in pericolo, deve attaccare dei supereroi o qualcuno lo insulta per via delle sue origini diventa incontrollabile. Assieme alla Femmina della Specie fornisce la necessaria dose di violenza al quintetto.

Femmina della Specie (Female of the Species): è l'unica donna del gruppo. È apparentemente muta e ha un pessimo carattere; nessuno le si può avvicinare a esclusione del Francese, che ha con lei un rapporto di grande amicizia. Ogni tanto la si vede giocare con il bulldog inglese di Butcher, Terrore. Si sa che in passato faceva il sicario per la mafia e qualche volta, quando sfugge al controllo del Francese, compie ancora qualche lavoretto. È di origine giapponese e sua madre lavorava per la sede di Tokyo della Vought American.

Piccolo Hughie: Wee Hughie (il suo nome nell'edizione originale americana) è scozzese ed è stato forzato a entrare nella squadra da Billy Butcher. A-Train ha ucciso involontariamente la sua ragazza. Di carattere è riflessivo e dubbioso e viene spesso usato dai suoi colleghi per i lavori più sporchi come l'infiltrazione nella squadra dei G-Wiz con il nome di "Cornamusa". Butcher molto spesso lo mette alla prova facendolo trovare in situazioni di pericolo e si diverte a motteggiarlo; tuttavia nei suoi confronti nutre un affetto profondo, come se fosse un fratello minore. Ha una relazione con Anne January, alias Starlight dei Sette, anche se all'inizio nessuno dei due conosce l'identità segreta dell'altro. In "Eroegasmo" ha subito una violenza sessuale da parte di Black Noir, il quale lo ha penetrato con il pollice della mano destra. I suoi connotati sono stati modellati sulle fattezze dell'attore inglese Simon Pegg.

Tenente Colonnello Greg D. Mallory: È il fondatore del gruppo. Ne è uscito quando La Fiaccola ha ucciso per rappresaglia le sue due nipotine. Non ha più alcun rapporto con The Boys e nutre dell'astio nei confronti di Billy Butcher, forse ritenendolo responsabile indiretto dei suoi lutti. Nel ciclo "Niente di simile al mondo" Latte Materno rivela a Hughie che il tenente colonnello ha trafugato una notevole scorta di composto V da iniettare a eventuali nuovi arrivi nella squadra. Nello spin-off "Il ragazzo delle Highlands" si finge un pittore dal nome Alaistair Vigors e aiuta Hughie e Bob a sconfiggere la banda di malviventi guidata da Tupper. Durante il ciclo "La costa dei barbari" confessa a Hughie di avere 91 anni.

Alleati e fiancheggiatoriModifica

Spesso The Boys si servono di fiancheggiatori per raccogliere informazioni o avere aiuto materiale durante le loro missioni.

Terrore: È il sesto componente dei The Boys. È il bulldog terrier di Butcher, addestrato per compiere ogni genere di nefandezza: ad esempio in un parco stupra un fastidioso barboncino e durante un incontro fa i suoi bisogni sulle gambe del Patriota. Nonostante ciò, è la mascotte del gruppo e con ognuno di loro si comporta come un tenero cucciolone. Ancora non è dato sapere se anche Terrore (Terror il nome nell'edizione originale americana) è stato trattato con il Composto V. Alla fine del ciclo "La grande corsa" viene trovato ucciso nella sede dei Boys. Butcher, pensando che il responsabile sia Jack da Giove, lo uccide anche se non è chiaro che sia stato lui.

Leggenda: È l'ex editor della Victory Comics, casa editrice di proprietà della Vought American che produce fumetti elegiaci dei supereroi. Dopo quarant'anni di lavoro con la Victory, La Leggenda (The Legend nell'edizione originale americana) ha abbandonato tutto, vive nello scantinato di un negozio di fumetti e fornisce a The Boys tutti i dati necessari sui supereroi prima di ogni missione. Entrambi i suoi figli sono morti. Uno, Blarney Cock, componente dei Teenage Kix, è stato ucciso da Piccolo Hughie ma La Leggenda non mostra alcun dolore per la perdita. Di carattere rude e molto sboccato, ogni tanto lo si vede in compagnia di qualche prostituta, nonostante l'età avanzata.

Giuseppe e Sean McGuinea: Sono due fratelli italo-irlandesi grassissimi. Gestiscono il "Vinnie's Comics", il negozio di fumetti dove si trova lo scantinato/sancta sanctorum de La Leggenda. Hanno entrambi un carattere irascibile e violento, arrivando a malmenare i clienti del comic shop. Detestano cordialmente Butcher e alle sue spalle si divertono a insultarlo.

Salsiccia dell'Amore: Il suo vero nome è Vasili Vorishikin ma tutti lo chiamano Vas. Salsiccia dell'Amore (Love Sausage nell'edizione statunitense), è l'ex leader del Glorioso Piano Quinquennale, una squadra di supereroi che operava in Unione Sovietica. Al crollo del muro, il comunista Vas sciolse il gruppo (composto oltre che da lui anche da Trattore, Purga, Collettivo e Bandiera Rossa) e ora gestisce un'orribile taverna, lo "Stalingrad", a Mosca. Nel ciclo "Il glorioso piano quinquennale", Vas aiuta The Boys a sgominare la banda della mafiosa Nina, mentre in "La società dell'autoconservazione" aiuterà i Boys a massacrare il temibile Stormfront, che lui odia particolarmente in quanto nazista. Ha un carattere esuberante e focoso ed è grande amico dei Boys. La Femmina della Specie gli ha strappato due dita a morsi, ma lui non nutre alcun astio verso di lei, riconoscendo di essersi avvicinato troppo alla fanciulla. Ha una superforza ma anche una grande debolezza: quando vede dei grossi seni femminili si paralizza e il suo "potere nascosto" gli impedisce di compiere alcun gesto.

Governo degli Stati Uniti d'AmericaModifica

Presidente Robert "Dakota Bob" Shaefer: Repubblicano, è stato lui a decidere di tenere sotto controllo l'attività dei Super per evitare la loro espansione. È convinto infatti che essi rappresentino una minaccia per il mondo. Uomo molto deciso e duro, in passato era un ufficiale apprezzato dalle sue truppe. È legato a multinazionali come Halliburton e Blackwater, rivali della V-A con le quali si spartiscono la torta del budget della difesa. Le lobby lo hanno convinto a privatizzare praticamente ogni attività, non solo militare, del governo. Durante la crisi dell'11 settembre è stato attaccato e messo fuori combattimento da Vic il Vice che prenderà il comando della situazione, con il risultato della distruzione del ponte di Brooklyn dovuta all'incapacità del Patriota e compagni.

Vicepresidente Victor K. "Vic il Vice" Neuman: Repubblicano, neo-conservatore, ex amministratore delegato della Vought-American come da tradizione familiare, Vic è il fantoccio imposto dalla multinazionale come vicepresidente degli Stati Uniti. È dotato di scarsissima intelligenza - può a malapena esprimersi per frasi mandate a memoria - ed è un pervertito; ospite fisso dell'Eroegasmo dove si diverte a molestare i Super. La V-A è sospettata di tramare la morte di Dakota Bob per far diventare Vic il Vice presidente degli Usa: così facendo i suoi contratti con il ministero della difesa possono andare alle stelle. La sua security è composta da agenti scelti da Dakota Bob per poterlo tenere sotto controllo ma alcuni di essi fanno parte della Red River, una consociata della V-A che si occupa di servizi di sicurezza.

Susan L. Reiner: È il direttore della CIA, e i Boys dipendono direttamente da lei. Ha una bizzarra relazione con Billy Butcher, a base di sesso condito da coprolalia. Ha usato Silver Kinkaid come spia all'interno dei G-Men senza però avvisare Butcher, mettendo seriamente in pericolo la vita di Piccolo Hughie. Le è stato offerto un posto sicuro al senato da parte del Partito Democratico e lei vorrebbe accettare. Ma Butcher, che perderebbe un prezioso - e ricattabilissimo - referente alla CIA non le lascerà compiere questo passo troppo facilmente. Fisicamente il suo personaggio è stato ricalcato sulla base di una Hillary Clinton più giovane e procace.

Kessler: È l'agente della CIA incaricato di fornire informazioni ai Boys, i quali lo chiamano "Scimmia". Spesso viene insultato e pestato da Billy Butcher. È affetto da una strana forma di feticismo che lo porta a masturbarsi selvaggiamente guardando le atlete mutilate durante le paraolimpiadi. In seguito alle botte di Butcher, si scopre che ha grosse difficoltà nell'avere erezioni, ma ciò non gli impedisce di tentare una violenza sessuale ai danni di un'atleta disabile (la quale comunque riuscirà a metterlo fuori combattimento). Nel ciclo "Una buona preparazione e pianificazione" era in predicato di diventare il nuovo direttore della CIA e aveva iniziato a comportarsi in maniera sprezzante con i Boys, ma Butcher lo ha subito messo in riga alla sua maniera.

Senatore Prescott Sheldon Bush: Il senatore Bush fa la sua apparizione durante il ciclo "La costa dei barbari". È il referente della Vought-American Consolidated presso il governo americano e le alte sfere militari. Lobbista nato, presenta Neuman a Greg Mallory e impone, anche se con maniere melliflue e gentilissime, la "Squadra della Vendetta" alla compagnia di Mallory. Prescott Sheldon Bush è realmente esistito. I presidenti degli Stati Uniti George Bush e George W. Bush sono rispettivamente suo figlio e suo nipote.

Vought AmericanModifica

È una multinazionale, titolare della formula del Composto V. Detiene il monopolio sui Super, li controlla e li usa per i suoi scopi. È un grande contractor del ministero della difesa degli Stati Uniti. Il vicepresidente stesso, Victor K. Neuman, è stato in passato CEO della Vought American. È proprietaria inoltre della Victory Comics. Le sue azioni dietro le quinte sono quanto di più spregevole e ricordano in qualche modo i metodi della CIA. Hanno tentato di rovesciare il governo russo e cercano in tutti i modi di uccidere il presidente degli USA Dakota Bob - a loro avverso anche perché a libro paga di corporations rivali - per poter finalmente controllare il governo USA tramite un loro candidato fantoccio, presumibilmente Vic il Vice.

Il Dirigente (James Stilwell): (The Executive in originale). È lui il vero capo della V-A, ed è il capo del progetto dello sviluppo Superumano. Per anni conosciuto come "Il Dirigente", nel ciclo "Sulla collina con le spade di mille uomini" si scopre che il suo nome è James Stilwell. Tratta alla pari e impartisce ordini a personaggi pericolosi come il Patriota (il quale mostra un sacro terrore quando lo vede nei paraggi). Anche Butcher e Latte Materno, solitamente spavaldi, lo temono. Decide i componenti della scorta del presidente degli Stati Uniti (tramite la consociata della V-A Red River), partecipa in veste di supervisore a tutti gli Eroegasmo e persino alle riunioni dei Sette. Ordisce le trame dei vari gruppi di Super contro i Boys, per esempio scatenando i Rappresaglia contro Butcher e gli altri; ha deciso l'eliminazione fisica di tutti i G-Men e di Godolkin; è responsabile in prima persona della sciagura dell'Undici settembre; del tentativo di colpo di Stato in Russia ed è lui che parla con Butcher quando i Boys incrociano il cammino dei Sette o di altri team di Super. Sempre Il Dirigente ha deciso il "sacrificio" de La Fiaccola, componente dei Sette, dopo che questi aveva ucciso le nipoti di Mallory, consegnandolo ai Boys. La sua posizione all'interno della V-A è talmente importante che può permettersi di scegliere lui stesso il CEO della multinazionale, lasciando il compito a un frontman qualsiasi mentre lui può rimanere nell'ombra a tirare comodamente i fili.

Brewster: È l'Amministratore Delegato (CEO) della Vought American. Ma il suo ruolo è solo di facciata, visto che chi comanda davvero è Il Dirigente, il quale lo tiene all'oscuro di quasi tutti i progetti più importanti della corporation soprattutto per quello che riguarda i Super.

Jessica Bradley: È una funzionaria d'alto livello della Vought American e braccio destro del Dirigente. Quest'ultimo ripone in lei estrema fiducia tanto da confidarle quasi tutti i suoi piani riguardo ai Sette e le lascia ampi spazi di manovra. Pur essendo implicata in tutte le nefandezze della V-A, Jessica Bradley a differenza del suo capo sembra più impressionabile e riluttante di fronte agli eccessi dei Super e della corporation. Ciò non le impedisce di compiere il suo lavoro nel migliore dei modi possibili, anche perché pare essere attratta dal carisma del Dirigente. Durante il ciclo "La grande corsa" riesce a incolpare Jack da Giove della morte di un transessuale; a questi e a I Sette fa intendere che sia tutta una trappola dei Boys per indebolire il supergruppo, già privato di Starlight, e fa salire la tensione tra il Patriota e i suoi e tra questi ultimi e i Boys in attesa di uno scontro.

SuperModifica

I supereroi nel mondo di Ennis e Robertson rappresentano i nemici. I loro comportamenti sono sopra le righe ma viene creata una sorta di mitologia attorno ad essi, grazie ai fumetti apologetici ed elegiaci curati dalla Victory Comics. Sono sempre uniti in gruppi, come i Seven, G-Men, Rappresaglia, Teenage Kix, Young Americans e così via. Sono tutti o quasi al soldo della Vought-American e devono la loro forza al Composto V.

SetteModifica

È il supergruppo più importante e forte del mondo. Come suggerisce il nome, sono in sette. Particolarmente avidi e attenti al denaro, il loro capo riconosciuto è il Patriota, che con Queen Maeve e Black Noir rappresenta il nucleo centrale ed insostituibile della squadra. I Sette sono ispirati alla Justice League.

Patriota: Homelander nella versione originale americana; il suo vero nome è John. La Victory Comics gli ha creato una storia fittizia, dove il Nostro è precipitato sulla Terra a bordo di un'astronave aliena. Questo, assieme alla superforza, la capacità di volare e alla vista calorica, suggerisce delle analogie con Superman, anche se il suo nome richiama Capitan America (ricorda anche Super Soldato, la fusione dei due supereroi nell'universo Amalgam Comics) e il costume ha delle analogie con quello di Judge Dredd. Pare che abbia violentato la moglie di Butcher, suo acerrimo nemico. Guida i Sette con pugno di ferro: assieme a Black Noir e A-Train, spesso picchia o maltratta i suoi colleghi ed è lui che mantiene i rapporti più stretti con la V-A. È considerato il supereroe più forte della Terra.

Queen Maeve: Prima dell'arrivo di Starlight era l'unica donna del gruppo. Il suo personaggio è ricalcato su Wonder Woman : anche lei è regina di un regno fantastico e possiede superforza e capacità di volare. Ha un pessimo carattere, beve molti Martini e fuma; spesso assolda uomini muscolosi per delle orge. Non ha confidenza con nessuno dei Sette, anzi, con loro ha un rapporto pessimo, anche se ultimamente la si è vista in compagnia di Starlight.

Black Noir: Non si sa molto dei suoi poteri, anche se spesso lo si vede sbucare silenzioso dall'ombra. Di certo ha una forza straordinaria. Ha violentato Piccolo Hughie penetrandolo con un pollice. Il suo personaggio presenta analogie con [[Pantera Nera (personaggio)|Pantera Nera]], soprattutto nel costume nero come la pece e con il personaggio dei famosi giocattoli [[G.I. Joe]], ''snake eyes'' per il suo mutismo e, anche in questo caso, per il costume nero. La sua posizione, assieme a quelle del Patriota e di Queen Maeve, ricorda quella della "Trinità DC", dove il Patriota ricopre il ruolo di Superman, Queen Maeve quello di Wonder Woman e Black Noir quello di Batman.

A-Train: Uno dei membri più giovani del gruppo, A-Train faceva parte dei Teenage Kix. Il suo personaggio è basato su quello di Flash, è quindi dotato di super velocità; per sua stessa ammissione non è in grado di controllare del tutto i suoi poteri. È amico di Jack da Giove, ha una paura folle de Il Patriota, odia Starlight e ha causato accidentalmente la morte della fidanzata di Piccolo Hughie inseguendo un super criminale fino in Scozia.

Abisso: The Deep nella versione originale. Il suo personaggio è basato su quello di Aquaman, anche se possiede un costume da palombaro e il suo fisico ricorda quello dell'atlantideo della Marvel Comics, Sub-Mariner. La Victory Comics dice che è il "Re dei mari". Può volare ed è dotato di superforza, resistenza e può parlare con le creature marine.

Jack da Giove: Jack from Jupiter nella versione originale. Può volare e rendere la sua pelle impenetrabile grazie all'uso di una parola segreta. Durante "Eroegasmo" rivela ad A-Train che riesce a dire la suddetta parola più velocemente che a dire "spagnola". Nel ciclo "La grande corsa" si scopre la parola è "carpo". Il personaggio a cui è ispirato è Martian Manhunter. Viene spacciato come proveniente da Giove, ma in realtà durante "Eroegasmo" viene chiamato "Jack da Compton", svelando così che il Nostro non è null'altro che un ragazzo nero del ghetto di Los Angeles assunto dalla V-A. È molto amico di A-Train, con il quale fa uso di stupefacenti. Durante il ciclo "La grande corsa" viene accusato ingiustamente della morte di un transessuale con il quale aveva avuto un alterco durante un'orgia. Viene espulso da I Sette e durante un chiarimento con i Boys minaccia questi ultimi di rappresaglia ritenendoli responsabili delle sue disgrazie. Al termine del ciclo viene ucciso da Butcher a coltellate: il capo dei Boys lo ritiene responsabile della morte di Terrore. Ma non è chiaro se sia stato effettivamente Jack da Giove.

Starlight: Ultimo acquisto dei Sette. Il suo vero nome è Anne January. Il suo rito d'iniziazione la vide protagonista di una fellatio collettiva a Il Patriota, Black Noir e A-Train. Faceva parte degli Young Americans ed è fidanzata con il leader di questi ultimi, Tamburino. Ha una relazione con Piccolo Hughie, ultimamente è entrata in confidenza con Queen Maeve. Ha un pessimo rapporto con A-Train, il quale ha tentato di violentarla. Può volare, è dotata di superforza e possiede la capacità di generare intensi lampi di luce. Si dice che questo potere abbia l'intensità di un milione di candele. Ha comunicato a Hughie - dopo avergli confidato la sua identità e la sua storia - la decisione di lasciare I Sette durante la miniserie "Il ragazzo delle Highlands".

Fiaccola: Lamplighter nella versione originale, è un epigone di Green Lantern. È stato ucciso dai Boys per ritorsione (pare che sia stato venduto a questi ultimi dai vertici della Vought-American per mantenere la pace) perché ha assassinato le nipotine di Mallory. Dopo la sua morte è stato resuscitato dalla V-A e vive in una cella dell'astronave sede dei Sette, sotto forma di zombi decerebrato. Gli ultimi arrivati Starlight e A-Train sono incaricati di pulire periodicamente la sua cella dagli escrementi.

Mister Maratona: Mister Marathon nella versione originale. È un altro personaggio basato su Flash, è stato sostituito da A-Train, il quale possiede gli stessi super poteri. È morto durante la crisi dell'11 settembre mentre tentava di salvare l'aereo poi precipitato sul ponte di Brooklyn. La sua dipartita è dovuta alla negligenza e alla mancanza di organizzazione de Il Patriota.

Rappresaglia (Payback)Modifica

Fin dal nome, sono l'equivalente dei Vendicatori della Marvel. Sono il secondo gruppo più forte della Terra ma i componenti sono poco consapevoli della propria forza, ingenui e logorati dalla voglia di entrare nei Sette, i quali gli preferiscono sempre membri provenienti da gruppi più piccoli e più deboli. Attualmente sono tutti morti, Soldatino, rapito e torturato da Butcher per ottenere informazioni, è stato l'ultimo a morire. Una prima versione di questo team, chiamato "La Squadra della Vendetta" era già apparsa durante la seconda guerra mondiale ma finirono tutti sterminati dai soldati tedeschi.

Tek Knight: Il suo personaggio nasce dalla fusione di Iron Man (costume e poteri) e Batman (personalità oscura e complessa e retaggio familiare). La sua spalla, una specie di Robin, è Laddio, mentre il primo Laddio è diventato Swingwing (Nightwing). Nel ciclo "Fottuto" viene dapprima sospettato da Butcher e Hughie di aver assassinato un ragazzo gay ma poi risulterà innocente. Morirà di tumore al cervello nel numero 10 della serie regolare, mentre sogna di salvare il mondo da una pioggia di enormi meteoriti.

Soldatino: Soldier Boy nell'edizione originale. Il suo personaggio è ispirato a Capitan America. È il leader del gruppo, anche se la sua posizione è insidiata da Stormfront, vero capo carismatico. È dotato di superforza e ha uno scudo quasi indistruttibile. Debole di carattere e molto ingenuo, viene coinvolto in attività omoerotiche da Il Patriota e la sua leadership è malsopportata dai compagni. Si presume che sia stato assassinato da Butcher dopo averlo catturato per estrocergli informazioni.

Stormfront: Viene spacciato come la reincarnazione di una divinità vichinga, quindi è evidente il riferimento a Thor. I suoi poteri e il suo costume presentano analogie con quelli di Capitan Marvel e Superman. È il vero leader del gruppo. Razzista, intollerante e dedito alla creazione di un partito neonazista negli USA, la sua forza è seconda solo a quella de Il Patriota: è quindi uno dei supereroi più forti del fumetto. Il suo è un personaggio chiave in quanto è il primo supereroe a essere trattato con il Composto V dall'inventore del siero, Jonah Vogelbaum. Con quest'ultimo, Stormfront si trasferì dalla Germania agli Stati Uniti alla vigilia della Seconda Guerra mondiale. Lo stesso Vogelbaum in seguito chiese alla V-A di ucciderlo, perché estremamente pericoloso e pazzo, ma la dirigenza non lo ascoltò. Nel numero 32 ha ridotto in fin di vita la Femmina pur rimettendoci un occhio, nel numero 33 è messo in fuga da Butcher dopo un feroce combattimento. Verrà ucciso nel numero 34 da Latte Materno (che in precedenza lo aveva castrato), Butcher, il Francese e la Salsiccia dell'Amore.

Swatto: Il suo personaggio è basato su Hank Pym, conosciuto anche come Ant-Man, membro dei Vendicatori. Non può parlare ed emette solo un ronzio, tradotto dal suo compagno di squadra Mind Droid. Può volare ed è dotato di forza ragguardevole. Verrà ucciso da Butcher con un piccone.

Mind Droid: Il suo personaggio è basato su quello di Visione. A differenza di questi, però, non è un vero robot, come lui stesso rivela nel ciclo "La società dell'autoconservazione". È telepate. Viene stuprato da Tek Knight nel ciclo "Fottuto". Assieme a Swatto e Contessa cremisi, verrà ucciso da Butcher.

Contessa Cremisi: Crimson Countess nell'edizione originale, è la controparte di Scarlet. Molestata da Vic il Vice durante l'Eroegasmo, morirà orribilmente per mano di Butcher. La Contessa aveva commesso il grave errore di attaccare Terrore.

Aquila l'Arciere: Eagle the Archer nell'edizione originale. Non compare - per il momento - nel fumetto, ma è solo menzionato da Butcher, oltre a comparire sulla copertina di un fumetto che Hughie stava leggendo. Non si sa molto su di lui. Dal nome e dalle caratteristiche, si direbbe ispirato sia da Occhio di Falco che Green Arrow.

G-MenModifica

I G-Men erano il gruppo più remunerativo della Vought-America, un gruppo di Super particolarmente carismatici e amati dalle masse. Dai G-Men derivano molti altri gruppi di supereroi, con il nome iniziante per "G". A causa dei conflitti interni e dell'instabilità mentale dei membri, tuttavia, l'esercito personale della VA massacra tutti i gruppi G, divenuti ormai scomodi.

I G-Men sono la parodia degli X-Men.

John Godolkin: Il personaggio è ispirato a Charles Xavier. Uomo ricco e distinto che finge di salvare bambini poveri, sfortunati e incompresi, con grandi capacità, per trasformarli in supereoi. In realtà è un pedofilo e rapisce i bambini dalle loro famiglie per poi iniettare loro il composto V. È il fondatore e capo carismatico dei G-Men e di tutti gli altri sottogruppi a essi ispirati.

Sbirro: Il personaggio è ispirato a Ciclope. È il leader dei G-Men ed è un personaggio cinico che aveva una relazione con Silver Kincaid.

Brivido gelido: Il personaggio è ispirato all'Uomo Ghiaccio. A differenza degli altri Super, Brivido gelido si dimostra abbastanza moderato e intelligente. È amico di Sbirro e della Creatura.

Silver Kincaid: Il personaggio è ispirato a Jean Grey. Questa ragazza si suicida in modo teatrale scatenando le prime preoccupazioni della Vought-America nei confronti dei G-Men. Sul suo suicidio indagano i Boys, scoprendo il marcio che (inevitabilmente) stava alla base dei G-Men.

Nubia: Il personaggio è ispirato a Tempesta. Ragazza afro-americana con poteri elementali. Morta in battaglia, è resuscitata grazie al composto V, ma è rimasta cerebrolesa. Godolkin, perversamente, la mantiene come membro "attivo" del gruppo.

Creatura: Il personaggio è ispirato a Bestia. Omofobo, razzista e collerico, questo personaggio odia in particolar modo Divino.

Divino: Il personaggio è ispirato ad Angelo. È dichiaratamente omosessuale, e la sua figura ricalca tutti gli stereotipi negativi sui gay.

Groundhawk: Il personaggio è ispirato a Wolverine. È un pazzoide che passa il suo tempo a ringhiare e sbavare. Ha martelli al posto delle mani.

Europo: Il personaggio è ispirato a Nightcrawler. Ha il potere di teletrasportarsi.

Operaio: Il personaggio è ispirato a Colosso.

Ustione: Il personaggio è ispirato a Pyro. È dotato di poteri pirocinetici, ma il suo corpo è orribilmente ustionato. È gay ed è il compagno di Divino.

Team TitanicModifica

Il nome del gruppo è un "omaggio" che Garth Ennis fa al supergruppo della DC Comics Teen Titans creato da Marv Wolfman. Il primo componente di questo team che i Boys incontrano, durante il ciclo "Gli innocenti", è Malchemical. È stato espulso dal TT per aver violentato Starlike, la ragazza del capo Jimmy Uno, dopo aver mutato forma. Nel ciclo "Sulla collina con le spade di mille uomini" conosciamo il resto del gruppo. James Stilwell li ha ingaggiati come guardia del corpo per sé e Jessica Bradley. Durante le presentazioni, Stilwell spiega alla Bradley che originariamente il TT era composto esclusivamente di sidekicks, che i membri sono facilmente rimpiazzabili e che alcuni di loro sono molto potenti. Finiranno comunque tutti uccisi dal Francese e La Femmina della Specie tranne Jimmy Uno e Starlike.

Malchemical: È uno dei personaggi più forti del fumetto e, stando alle parole di Butcher e Latte Materno, "uno dei più bastardi". Viene cacciato dal suo team; per tornare a farne parte deve guidare per un certo periodo i Superduper senza sgarrare. I suoi poteri sono terrificanti. Può mutare la composizione chimica del corpo e trasformarsi in ciò che vuole. È anche un mutaforma in grado di assumere le sembianze di chiunque. Ha ridotto in fin di vita Piccolo Hughie ma sarà ucciso da Butcher. È ispirato a Metamorpho.

Starlike: È stata violentata da Malchemical che aveva assunto le sembianze del suo fidanzato Jimmy Uno; è cieca; ha presumibilmente gli stessi poteri di Starlight dei Sette. È lei che con il suo raggio di luce taglia un braccio al Francese.

SuperduperModifica

Il gruppo più scadente incontrato finora. Sono un esperimento della Vought-American che non è andato a buon fine. Secondo Butcher sono "tenuti in vita solo per i nostalgici" e sono un richiamo alla Legione dei Super-Eroi. Ognuno di loro ha poteri instabili, inutili oppure difficili da controllare e sono per la maggior parte presentati con qualche forma di disabilità mentale. Vivono in un sobborgo del New Jersey impegnati in missioni di nessuna rilevanza, come salvare i gattini rimasti intrappolati sugli alberi - ma non riescono a portare a termine con successo nemmeno questo genere di compiti. Nonostante tutte le loro limitazioni, il loro entusiasmo nel voler aiutare è sincero e sono fra i pochi Super del fumetto ad essere ritratti in maniera positiva.

Zia Sis: (In originale Auntie Sis). È il capo carismatico del gruppo e chiaramente l'unica assieme ad Ultrasottile a non avere qualche forma di disabilità mentale: molto responsabile, si prende cura degli altri membri del gruppo ed è molto protettiva nei loro confronti. Ha partecipato a qualche festa dei Super ma a nessun Eroegasmo: questo le è comunque bastato per adoperarsi al massimo perché Super Duper non venga toccato dalla depravazione dei supereroi, cosa che la metterà in aperta ostilità con Malchemical. Ha subìto un trauma da piccola ed ha il terrore delle mutande extra-large. Verrà attaccata da Malchemical che aveva assunto proprio quella forma.

Ferramenta: (In originale Klanker). Dai poteri si direbbe richiamare vagamente Ferro Lad. Ha il potere di trasformarsi in oggetti metallici, come un'incudine. È molto timido ed è affetto dalla sindrome di Tourette, per la quale si scusa continuamente.

Ultrasottile: (In originale Ladyfold). Non si capisce quale genere di poteri abbia, ma da una conversazione con Zia Sis, si scopre che il Composto V gli ha dato un flusso mestruale molto copioso e virtualmente inarrestabile.

Buco nero: (In originale Black Hole). Può spalancare la bocca oltre i normali limiti umani e digerire ogni sostanza, ma come per gli altri Super Dupers il suo potere è imperfetto: ingoiando una coppetta di gelato con tanto di cucchiaio, questa gli si è bloccata in gola con conseguenze certamente mortali. Piccolo Hughie riesce a salvarlo in extremis, per essere poi ricoverato in ospedale.

Bobby Boing Boing: (In originale Bobby Badoing). Ha l'aspetto di una sfera gommosa e proprio come una sfera può compiere dei notevoli balzi. Distrugge involontariamente l'automobile di Piccolo Hughie. A causa della sua estrema obesità, è incapace di andare in bagno senza assistenza.

Agente Ombra: (In originale Stool Shadow). Sembra essere affetta da una patologia che limita le sue capacità di memoria e sembra avere una personalità gentile ma anche molto ingenua. In teoria il potere di questa bella ragazza bruna è quello di passare attraverso gli oggetti, ma non è chiaro se questo potere a volte non funzioni oppure se sia lei stessa a dimenticarsi di attivarlo: il risultato è che va continuamente a sbattere contro le cose, convinta di attraversarle e per questo viene sempre mostrata ricoperta di ammaccature, lividi e cerotti.

Camaleonkid: (In originale Kid Camo). I suoi poteri sono simili a quelli di Malchemical. Può mutare forma ma non è in grado di farlo bene.

Oh Padre e i Dodici Aiutanti (Oh Father)Modifica

Appare durante il ciclo "Credo", dal n. 45 della serie. È afroamericano, di religione cristiana, e appare molto legato ai discorsi della Chiesa, ma non della Vought American. Di corporatura molto robusta e muscolosa, quasi quanto il Patriota. Con quest'ultimo ha un colloquio durante il festival "Credo". I suoi superpoteri sono la capacità di volare. I Dodici Aiutanti (Sidekicks 12) sono appunto la sua squadra. Chiaro è il riferimento ai dodici apostoli. Gli Aiutanti sono tutti minorenni e si capisce che subiscono continui abusi sessuali da Oh Padre.

Gli abitanti di AuchterladleModifica

Eck e Daphne Campbell: Sono i genitori di Hughie. Lo hanno adottato dopo che la sua vera madre lo ha abbandonato all'ingresso dell'ospedale. Daphne è una donna molto apprensiva e ama suo figlio, Eck cerca di dare consigli a Hughie ma spesso non viene ascoltato.

Big Bobby e Det: Sono gli amici di Hughie, con i quali in passato componeva una specie di team per risolvere misteri e arrestare i piccoli malviventi del paese. Big Bobby è diventato un travestito eonista, cioè un uomo che si veste da donna ma che continua a essere eterosessuale. Finirà castrato da Sarah, una criminale al servizio di Tupper. Det Bronson soffre fin da piccolo di una malattia che gli fa avere un odore terribile, e ha sempre indossato una maschera antigas. Si è unito alla banda di Tupper e finirà ucciso da quest'ultimo.

Tupper e Sarah: Dicono di essere zio e nipote, sono due delinquenti di Glasgow che utilizzano la tranquilla cittadina di Auchterladle come base per i traffici della loro banda. Tupper è il tipico malvivente scozzese sboccato e violento. Sarah è una donna corpulenta che utilizza delle cesoie come armi. Mallory la uccide con una sassata in testa. Tupper viene arrestato.

Beezer Holmes: Piccolo delinquente locale, qualche anno prima era stato arrestato dopo una soffiata di Hughie, Bobby e Det: organizzava il contrabbando delle sigarette. Ora gestisce il pub di Auchterladle e si è unito alla banda di Tupper.

NoteModifica

  Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti