Laura Marino

tuffatrice francese

Laura Marino (Lione, 2 luglio 1993) è un'ex tuffatrice francese di origini italiane[1].

Laura Marino
Nazionalità Bandiera della Francia Francia
Altezza 168 cm
Peso 58 kg
Tuffi
Specialità Piattaforma 10 m
Squadra Lyon Plongeon Club
Termine carriera 2019
Palmarès
Competizione Ori Argenti Bronzi
Mondiali 1 0 0
Europei di nuoto/tuffi 1 1 0
Europei giovanili 0 0 1

Vedi maggiori dettagli

Statistiche aggiornate al 20 luglio 2017

Carriera modifica

Proveniente dalla ginnastica acrobatica, nel 2008 Laura Marino viene convinta dall'allenatrice Estelle Escoffier a dedicarsi ai tuffi.[2] Si unisce così al Lyon Plongeon Club cominciando ad ottenere i primi successi a livello regionale, avviandosi a una carriera giovanile che raggiunge il culmine con la vittoria della medaglia di bronzo agli europei giovanili di Helsinki 2010. Ai successivi campionati mondiali giovanili si è posizionata al nono posto.

Da senior Laura Marino ha debuttato a livello internazionale durante gli europei di Eindhoven 2012 posizionandosi al nono posto nella piattaforma 10 m e al quarto posto nel sincronizzato, sempre dai 10 m. Ai campionati di Rostock 2015 si è laureata vicecampionessa europea davanti a Noemi Batki, superata per 30 centesimi (232,60 contro 323,30 dell'italiana). In seguito partecipa alla sua prima Olimpiade prendendo parte ai Giochi di Rio de Janeiro 2016 non riuscendo però a superare i preliminari, concludendo al 19º posto.

Insieme a Matthieu Rosset, è dapprima campionessa europea nella gara a squadre a Budapest 2017, e successivamente vince anche il suo primo titolo mondiale nella stessa specialità ai campionati di Budapest 2017.

Nell'aprile 2019, all'età di soli 25 anni, annuncia il suo ritiro dall'attività agonistica a causa di un burnout.[3]

Palmarès modifica

Budapest 2017: oro nella gara a squadre.
Rostock 2015: argento nella piattaforma 10 m.
Kiev 2017: oro nella gara a squadre.
Helsinki 2010: bronzo nella piattaforma 10 m.

Note modifica

  1. ^ Francesco Caligaris, Tuffi, Laura Marino: “Che sfida a Rostock con Noemi Batki! La Francia è un paradosso”, su oasport.it, 25 maggio 2015. URL consultato il 29 luglio 2015.
  2. ^ (FR) Portrait Laura Marino, su ffnatation.fr. URL consultato il 29 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  3. ^ (FR) La plongeuse Laura Marino, victime d'un burn-out, met fin à sa carrière, in L'Équipe, 17 aprile 2019. URL consultato il 26 agosto 2019.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica