Laurie Mains

Rugbista a 15 e allenatore di rugby neozelandese
Laurie Mains
Dati biografici
Paese Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Altezza 178 cm
Peso 80 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Estremo
Ritirato 1976
Carriera
Attività provinciale
1967-1976Otago115 (967)
Attività da giocatore internazionale
1971-1976Nuova Zelanda Nuova Zelanda4 (21)
Attività da allenatore
1984-1991Otago
1992-1995Nuova Zelanda Nuova Zelanda
2000-2001Cats
2001Otago
2002-2003Highlanders

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 4 ottobre 2013

Laurence William "Laurie" Mains (Dunedin, 16 febbraio 1946) è un ex rugbista a 15, allenatore di rugby a 15 e dirigente sportivo neozelandese, a lungo estremo della provincia di Otago e già allenatore degli All Blacks finalisti alla Coppa del Mondo di rugby 1995; da dirigente fece parte dal 2010 al 2012 del comitato direttivo della federazione rugbistica provinciale di Otago.


Cenni biograficiModifica

Attività da giocatoreModifica

Nato a Dunedin, nella regione di Otago, Mains ne rappresentò la relativa provincia rugbistica dal 1967 al 1976, scendendo in campo 115 volte nel ruolo di estremo[1] con 967 punti totali; esordì negli All Blacks in occasione di un test match contro i British Lions durante il loro tour del 1971 in Nuova Zelanda, e scese in campo in ulteriori due incontri del tour; il suo quarto e ultimo incontro internazionale fu a cinque anni di distanza dal più recente, nel 1976, a Wellington contro l'Irlanda; il 1976 fu anche l'ultimo anno di Mains da giocatore.

Attività da allenatoreModifica

Terminata l'attività da giocatore, e intrapresa quella di imprenditore edile[2], Mains assunse nel 1983 la conduzione tecnica di Otago, che condusse al titolo nazionale provinciale nel 1991[1].

Nel 1992 fu investito dell'incarico di commissario tecnico degli All Blacks in vista della Coppa del Mondo di rugby 1995; in tale competizione guidò la squadra fino alla finale contro i padroni di casa del Sudafrica, contro i quali fu sconfitto 15-18 nei tempi supplementari; Mains sostenne sempre che la scarsa prestazione della squadra in finale fu dovuta a una presunta intossicazione alimentare causata da una cameriera infedele ingaggiata da un cartello di scommettitori dell'estremo oriente asiatico[3], anche se prove certe non furono mai prodotte.

Nel 1998 gli fu conferita l'onorificenza di Membro dell'Ordine al merito della Nuova Zelanda per i suoi contributi al rugby[4].

Nel 2000 divenne l'allenatore della franchise sudafricana di Super 12 dei Cats (oggi noti come Lions), che guidò a due semifinali consecutive del torneo prima di dimettersi nel 2001 con un anno di contratto ancora a disposizione, dopo avere minacciato analoga misura alla fine del 2000 per protestare contro le ingerenze della provincia dei Golden Lions nella gestione della squadra[5].

Tornato in patria diresse Otago nel campionato provinciale 2001, per poi passare a guidare la relativa franchise di Super 12 degli Highlanders che condusse alla semifinale del torneo 2002, e infine dimettersi definitivamente nel 2003[6]; nel 2010 Mains, che aveva nel frattempo spostato la sua attività di imprenditore edile a Queenstown[2], fu eletto nel consiglio direttivo della stessa provincia di Otago, che stava affrontando una crisi economica[7], dalla quale tuttavia non riuscì a contribuire a risollevarla, dimettendosi quindi nel 2012[8] e contestualmente offrendosi di contribuire di tasca propria, e di cercare altri imprenditori interessati, per risollevare le sorti finanziarie della federazione di Otago[8].

PalmarèsModifica

AllenatoreModifica

OnorificenzeModifica

  Membro dell'Ordine al Merito della Nuova Zelanda
«Per il contributo al rugby»
— 31 dicembre 1997[4]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Scrum-thing’s wrong with the RWC refs - Mains, in Stuff, Fairfax Media, 6 ottobre 2011. URL consultato l'8 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 5 ottobre 2013).
  2. ^ a b (EN) Mains in affordable homes tie-up, in Scene, Queenstown, 24 dicembre 2008. URL consultato l'8 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2015).
  3. ^ (EN) Paul Ackford, Mandela book stirs rugby poison riddle, in Daily Telegraph, 18 giugno 2000. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  4. ^ a b (EN) New Year Honours List 1998, Department of the Prime Minister and the Cabinet of New Zealand, 31 dicembre 1997. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  5. ^ (EN) Rugby: South Africa stunned as Mains and Luyt quit Lions, in The New Zealand Herald, 26 ottobre 2000. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  6. ^ (EN) Mains to leave Otago, in BBC, 7 maggio 2003. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  7. ^ (EN) Steve Hepburn, Rugby: Mains back to "rescue" Otago, in Otago Daily Times, 23 febbraio 2010. URL consultato l'8 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2015).
  8. ^ a b (EN) Laurie Mains to dig deep for Otago rugby, in Stuff, Fairfax Media, 29 febbraio 2012. URL consultato l'8 ottobre 2013.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN43620170 · LCCN (ENn98085525