Lavoro e Giustizia Sociale - L'Alternativa Elettorale

partito politico tedesco
Lavoro e Giustizia Sociale - L'Alternativa Elettorale
Arbeit und soziale Gerechtigkeit – Die Wahlalternative
WASG-Logo.gif
LeaderJürgen Klute (2005)
Oskar Lafontaine (2005-2007)
StatoGermania Germania
SedeKönigswarter Straße
16 D-90762 Fürth
Fondazione22 gennaio 2005
Dissoluzione2007 (confluito ne La Sinistra)
IdeologiaSocialdemocrazia
Socialismo democratico
CollocazioneSinistra
Iscritti8 944 (2006)
Sito webarchiv.w-asg.de/

Lavoro e Giustizia Sociale - L'Alternativa Elettorale (in tedesco Arbeit und soziale Gerechtigkeit – Die Wahlalternative, WASG) è stato un partito politico tedesco.

Venne fondato nel 2005 da attivisti delusi "da sinistra" dalla coalizione rosso-verde di governo. Il 16 giugno 2007 WASG si fuse con il Partito della Sinistra per dare vita a Die Linke. Nel momento in cui si unì poteva contare su circa 11.600 iscritti.[senza fonte]

StoriaModifica

Il partito nacque dall'associazione "Wahlalternative Arbeit und soziale Gerechtigkeit", nata nel luglio 2004 da due gruppi principali: "Initiative Arbeit und soziale Gerechtigkeit" (Iniziativa Lavoro e Giustizia sociale), attiva soprattutto in Baviera e "Wahlalternative" (Alternativa elettorale), presente nei Länder nord-occidentali. Tali gruppi erano sorti in aperta opposizione all'Agenda 2010, un programma di riforme economiche e sociali enunciato dal cancelliere Gerhard Schröder nel marzo 2003, che venivano giudicate apertamente neoliberiste.

WASG corse per la prima volta alle elezioni della Renania Settentrionale-Vestfalia con il pastore Jürgen Klute come candidato di punta e un programma elettorale basato sul contrasto ai tagli nelle politiche sociali e alla tassazione favorevole nei confronti dei benestanti. In tale occasione raccolse circa 182.000 voti, pari a circa il 2,2% dei suffragi.

Il 18 giugno 2005 Oskar Lafontaine, già candidato Cancelliere e figura di spicco del Partito Socialdemocratico, entrò nel partito e venne candidato alle elezioni federali dello stesso anno nella Renania Settentrionale-Vestfalia dopo aver promosso l'alleanza tra WASG e Partito del Socialismo Democratico, erede del Partito di Unità Socialista di Germania, che proprio nel 2005 aveva cambiato nome in Die Linkspartei (il Partito della Sinistra).

NoteModifica


Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN135867924 · LCCN (ENno2011088971 · GND (DE5571185-6 · WorldCat Identities (ENlccn-no2011088971