Lawrence Harrison

politologo statunitense

Lawrence E. Harrison (11 marzo 1932Alessandropoli, 9 dicembre 2015) è stato un politologo statunitense, noto per il suo lavoro sullo sviluppo internazionale e per essere stato direttore di missione dell'Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (United States Agency for International Development, USAID) in vari paesi latinoamericani. È l'ex direttore dell'Istituto per il cambiamento culturale alla Scuola Fletcher, Università Tufts, dove svolse anche le funzioni di professore associato.[1] È autore di vari libri e articoli, soprattutto il suo lavoro con Samuel P. Huntington, Culture Matters.[2]

Lawrence E. Harrison

Il suo lavoro è stato citato migliaia di volte in libri, riviste e altri lavori accademici.[3] Fu noto anche per la sua influenza sulle politiche dello USAID.[4] Le sue opinioni crearono notevoli dispute con altri studiosi, come il professor Noam Chomsky.[5]

Morì il 9 dicembre 2015, all'Ospedale universitario di Alessandropoli, in Grecia.[6]

IdeeModifica

La principale tesi di Harrison è che la cultura è il fattore dominante che influenza il progresso e lo sviluppo dei gruppi e delle nazioni.[7] Anche se i fattori economici, storici e geografici sono rilevanti, Harrison suggerisce che ciò che in ultima analisi determina se un dato gruppo godrà la prosperità economica in una società libera sono i suoi valori culturali.[8][9] Le credenze religiose e gli altri sistemi di valori influenzeranno grandemente lo sviluppo di una data nazione, il che spiega, a suo avviso, il durevole sottosviluppo di nazioni come Haiti.[10]

Opere scelteModifica

  • Jews, Confucians, and Protestants: Cultural Capital, and the End of Multiculturalism (2012)
  • The Central Liberal Truth: How Politics Can Change a Culture and Save It from Itself (2006)
  • Developing Cultures: Essays On Cultural Change (co-curatore con Jerome Kagan) (2006)
  • Culture Matters--How Values Shape Human Progress (co-curatore con Samuel P. Huntington) (2000)
  • The Pan-American Dream (1997)
  • Who Prospers? How Cultural Values Shape Economic and Political Success (1992)
  • Underdevelopment is a State of Mind--The Latin American Case (1985)

NoteModifica

  1. ^ (EN) Jonathan Kirsch, BOOK REVIEW: When 'Culture' Impedes Social Progress: WHO PROSPERS: How Cultural Values Shape Economic and Political Success, by Lawrence E. Harrison, Basic Books $22; 288 pages, in Los Angeles Times, 8 luglio 1992, ISSN 0458-3035 (WC · ACNP). URL consultato il 19 ottobre 2015.
  2. ^ William H. Thornton, Cultures Matter: A Review Article of Books by Harrison and Huntington, Segesváry, and Breckenridge, Pollock, Bhabha, and Chakrabarty, in CLCWeb: Comparative Literature and Culture, 2003, DOI:10.7771/1481-4374.1184.
  3. ^ author:lawrence author:e author:harrison - Google Scholar, su scholar.google.com. URL consultato il 21 novembre 2015.
  4. ^ USAID Private Sector Programs: An Overview (PDF), su USAID Alumni.
  5. ^ Democracy Enhancement, su chomsky.info. URL consultato il 21 novembre 2015.
  6. ^ http://www.dartmouth.org/classes/53/archives/pdf54.pdf
  7. ^ (EN) Samuel Hale Butterfield, U.S. Development Aid--an Historic First: Achievements and Failures in the Twentieth Century, Greenwood Publishing Group, 1º gennaio 2004, ISBN 978-0-313-31910-5.
  8. ^ Jason Deparle, Culture Is Destiny, in The New York Times, 16 agosto 1992, ISSN 0362-4331 (WC · ACNP). URL consultato il 19 ottobre 2015.
  9. ^ (EN) Richard Lynn e Tatu Vanhanen, IQ and the Wealth of Nations, Greenwood Publishing Group, 1º gennaio 2002, ISBN 978-0-275-97510-4.
  10. ^ Martin Peretz, Voodoo, Development and the Culture of Haiti, su New Republic, 8 febbraio 2010. URL consultato il 20 novembre 2015.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN199883078 · LCCN (ENn85092188 · GND (DE12398260X · BNE (ESXX1155980 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n85092188