Apri il menu principale

Le avventure acquatiche di Steve Zissou

film del 2004 diretto da Wes Anderson
Le avventure acquatiche di Steve Zissou
Le avventure acquatiche di Steve Zissou.png
Steve Zissou e la sua squadra
Titolo originaleThe Life Aquatic with Steve Zissou
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2004
Durata118 min
Rapporto2,35:1
Generecommedia, drammatico, avventura
RegiaWes Anderson
SoggettoWes Anderson, Noah Baumbach
SceneggiaturaWes Anderson, Noah Baumbach
Casa di produzioneTouchstone Pictures, American Empirical Pictures
Distribuzione in italianoBuena Vista International
FotografiaRobert Yeoman
MontaggioDavid Moritz, Daniel Padgett
Effetti specialiRenato Agostini
MusicheMark Mothersbaugh
ScenografiaMark Friedberg
CostumiMilena Canonero
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Le avventure acquatiche di Steve Zissou[1] (The Life Aquatic with Steve Zissou) è un film del 2004 diretto da Wes Anderson (anche autore della sceneggiatura col collega e amico Noah Baumbach) e interpretato da un nutrito cast formato da Bill Murray, Owen Wilson, Cate Blanchett, Anjelica Huston, Willem Dafoe, Jeff Goldblum e Michael Gambon.

Il personaggio dell'oceanografo e documentarista Steve Zissou, interpretato da Murray, è al tempo stesso una parodia di Jacques Cousteau e un omaggio alla sua memoria (il berretto rosso ne è il richiamo più evidente).

TramaModifica

 
Ritratto di Steve Zissou

Steve Zissou è un famoso oceanografo e documentarista ormai in declino. Il film inizia con la proiezione del suo ultimo documentario, in cui si viene a conoscenza del fatto che, durante la spedizione, un animale mai visto prima e di cui non si vede traccia nella pellicola ha ucciso il suo migliore amico Esteban du Plantier.

Nessuno degli spettatori è disposto a credere all'esistenza dello "squalo-giaguaro" - come l'ha battezzato Steve -, di conseguenza egli non riesce a trovare nessuno che voglia finanziare la nuova spedizione alla caccia dell'animale. In questa situazione di crisi fa la conoscenza di Ned Plimpton, un tranquillo ragazzo del Sud, che dice di essere probabilmente suo figlio. Steve chiede a Ned di unirsi al suo equipaggio a bordo della sua nave, la Belafonte.

Poco dopo, venuto a conoscenza delle cattive condizioni economiche in cui versa suo padre, Ned metterà a completa disposizione di Steve la sua eredità lasciatagli dalla madre morta. La spedizione può avere inizio. Dopo una serie di vicissitudini, in cui si assiste allo sviluppo del suo rapporto con Ned e con il resto dei suoi conoscenti più prossimi, Steve riesce a trovare lo squalo ma non ha il coraggio di ucciderlo. Il nuovo documentario sarà un enorme successo.

RipreseModifica

Tra le varie location del film ci sono l'isola di Ponza (Latina), Sabaudia (Latina), Napoli, Roma (l'Albergo Mediterraneo, un magnifico esempio di architettura Art Decò perfettamente conservato) e il poligono di tiro militare di Nettuno (Roma).

Colonna sonoraModifica

I rimandi musicali nel film sono evidenti, dal sottomarino giallo Deep Search (Yellow Submarine) alle tutine in stile Devo e al nome della barca del team, la Belafonte, in apparenza ispirato da Harry Belafonte, in realtà si tratta di un altro rimando a Cousteau: la sua nave si chiamava Calypso, proprio come la canzone resa celebre da Belafonte. L'addetto alla sicurezza-cantante Pelé è interpretato da Seu Jorge, vero cantante di bossa nova.

Musiche originaliModifica

Le musiche composte appositamente per il film sono firmate da Mark Mothersbaugh (membro del gruppo musicale Devo) ed hanno suoni e timbri caratteristici di strumenti elettronici Casio, assai usati negli anni ottanta (tastiera elettronica, sintetizzatore, drum machines, eccetera).

Musiche non originaliModifica

Le canzoni appartengono al repertorio più famoso di David Bowie e vengono suonate alla chitarra classica dall'assistente alla sicurezza del team Zissou, Pelé. I pezzi vengono cantatati da Seu Jorge in portoghese, comunque mai per intero.

Sono altresì presenti versioni originali di altri artisti. Ad esempio Search and Destroy di Iggy and the Stooges accompagna l'attimo in cui Steve si ribella ai pirati che tengono sotto sequestro lui e il suo team.

Here's to You di Joan Baez appare trasmessa da un interfono legato ad una mongolfiera su cui sono seduti Steve Zissou e la giornalista. Il brano sembra realmente uscire da quell'altoparlante, poiché il suono è disturbato e ruvido.

Nella sequenza che racconta l'addestramento di Ned, la musica è Gut Feeling dei Devo, più precisamente la lunga sezione strumentale che sta all'inizio della canzone.

L'incontro con lo squalo-giaguaro è accompagnato da Staràlfur dei Sigur Rós.

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

Il film si è rilevato un flop guadagnando in Nord America 24 020 403 $ e nel resto del mondo solamente 10 788 000 $, per un incasso complessivo di 34 808 403 $ a fronte ad un budget di produzione di 50 milioni.

NoteModifica

  1. ^ Il titolo originariamente previsto per l'edizione italiana del film era Acquatici lunatici; è poi stato cambiato quasi subito nel titolo definitivo, più fedele all'originale.http://contattoradio.info/dettaglio_news.asp?g=old&offset=549&Id=656

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN174337253 · GND (DE7501779-9 · WorldCat Identities (EN174337253
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema