Le avventure di André & Wally B.

cortometraggio d'animazione del 1984 diretto da Alvy Ray Smith

Le avventure di André & Wally B. (The Adventures of André & Wally B.) è un cortometraggio animato statunitense del 1984 diretto da Alvy Ray Smith.

Le avventure di André & Wally B.
Andrè e Wally B.JPG
I protagonisti in una scena del corto
Titolo originaleThe Adventures of André & Wally B.
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1984
Durata2 min
Rapporto1,20:1
Genereanimazione
RegiaAlvy Ray Smith
SceneggiaturaAlvy Ray Smith
Casa di produzioneLucasfilm Computer Graphics Project
Distribuzione in italianoBuena Vista Home Entertainment
Character designJohn Lasseter
AnimatoriJohn Lasseter
SfondiWilliam Reeves
The Adventures of André and Wally B. Logo.svg
Logo ufficiale del film

Il corto viene considerato il primo filmato in computer grafica prodotto dal reparto animazione della LucasFilm (che divenne poi il punto di partenza per la creazione della Pixar), sebbene abbia tra i principali fautori John Lasseter, qui al suo primo progetto animato al computer, futuro fondatore della Pixar. Lasseter, inizialmente, ideò il corto per i figli, ma questi si spaventarono vedendolo.

Il corto presentava animazioni impressionanti per l'epoca, grazie anche all'uso inedito del motion blur in CGI, mentre il processo di rendering è stato effettuato grazie ai computer Cray X-MP.

TramaModifica

In una foresta, all'alba, un buffo personaggio di nome André (ispirato all'aspetto di Topolino) viene svegliato dal ronzio di un calabrone, Wally B., che gli si avvicina minacciandolo di pungerlo toccandogli il naso. Quando André indica verso una direzione, l'ape guarda dove gli è stato indicato e André coglie l'opportunità di scappare. Wally insegue e raggiunge André tentando di pungerlo, ma urta contro un albero, ritrovandosi con il pungiglione piegato e storto. L'ape tenta di fuggire, ma, in tutta risposta, viene colpita dal cappellino di André.

ProduzioneModifica

All'inizio degli anni ottanta il gruppo della LucasFilm contattò un ex animatore della Disney, John Lasseter, proponendogli di realizzare una vera e propria animazione in computer grafica. Lasseter aveva già acquisito esperienza con quella tecnica alla Disney, pur non essendo un esperto di computer né di informatica, e il suo obiettivo a lungo termine era la realizzazione di un lungometraggio animato interamente in CGI. Riuscì ad accordarsi per un lavoro come interface designer e iniziò un progetto che si sarebbe poi rivelato il primo cortometraggio animato al computer, che divenne ancor più rivoluzionario di quanto i suo creatori avrebbero pensato, in quanto Lasseter aveva previsto di animare al computer soltanto gli sfondi, invece vennero animati anche i personaggi. Nel realizzare dei personaggi animati si trovò di fronte ad un grosso problema: si potevano utilizzare soltanto semplici forme geometriche (cilindri, sfere, …), che non gli consentivano di dare al corpo dei personaggi la flessibilità che avrebbe dato loro la maggior parte dell'espressività. Sottopose il problema ai tecnici della Pixar, che in risposta crearono la forma a goccia. Questo oggetto era costituito da una semisfera rivolta verso il basso, sovrastata ad una certa distanza da una semisfera molto più piccola. Si lasciava al computer il compito di riempire lo spazio vuoto. In questo modo, muovendo le due semisfere l'una rispetto all'altra, l'oggetto si piegava. Lasseter utilizzò questa forma per realizzare il corpo di un robottino e le zampe di un'ape. Nacque così nel 1984 The Adventures of André and Wally B.

Oltre ad essere il primo cortometraggio in CGI ad avere una vera e propria trama e dei personaggi, The Adventures of André and Wally B. introduceva anche delle importanti innovazioni tecniche. Comparivano infatti per la prima volta il sistema a particelle (che consentiva di animare migliaia di piccoli oggetti contemporaneamente, qui fu utilizzato per le foglie) e la scia di movimento (che faceva sì che gli oggetti che si muovevano velocemente si sfocassero seguendo il movimento). Presentato al SIGGRAPH del 1984 il corto ebbe un grandissimo successo. In seguito alla fama ottenuta, la Computer Division della Lucas Film fu acquistata da Steve Jobs, diventando la Pixar.

Edizioni home videoModifica

VHSModifica

A causa della loro stessa natura, i cortometraggi Pixar non vennero mai distribuiti nel mercato dell'home video. Solo dopo il successo di Toy Story venne distribuito a partire dal 29 ottobre 1996 il VHS Tiny Toy Stories, contenente i cinque corti prodotti fino ad allora: The Adventures of André and Wally B., Luxo Junior, Il sogno di Red, Tin Toy e Knick Knack.

DVDModifica

Nel 2007, un'edizione rimasterizzata di The Adventures of André and Wally B. fu inclusa nella raccolta Pixar Short Films Collection: Volume 1, che presenta tutti i cortometraggi prodotti dalla compagnia fino al 2007. L'opera uscì il 6 novembre 2007 e fu pubblicata su DVD e Blu-ray; le edizioni sui due supporti sono fra loro identiche.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica