Apri il menu principale

Le due orfanelle (film 1942)

film del 1942 diretto da Carmine Gallone
Le due orfanelle
Paese di produzioneItalia
Anno1942
Durata82 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, storico
RegiaCarmine Gallone
SoggettoEugène Cormon, Adolphe d'Ennery
SceneggiaturaGuido Cantini
Casa di produzioneGrandi Film Storici
Distribuzione in italianoI.C.I.
FotografiaAnchise Brizzi
MontaggioNiccolò Lazzari
MusicheRenzo Rossellini
ScenografiaGuido Fiorini
CostumiMaria Arcangeli
Interpreti e personaggi

Le due orfanelle è un film del 1942, diretto dal regista Carmine Gallone, remake dell'originale di David Wark Griffith. In Italia ne verranno realizzate altre versioni: nel 1954 da Giacomo Gentilomo; nel 1965 da Riccardo Freda; infine una nel 1976 da Leopoldo Savona.

TramaModifica

Dramma a fosche tinte, le protagoniste sono due giovani fanciulle che arrivano a Parigi per cercare una miglior vita.

Luisa è cieca e cerca la guarigione dalla sua infermità, l'altra Enrichetta, viene rapita da un marchese senza scrupoli.

Luisa rimasta sola, è preda di una mendicante, che la costringe ad elemosinare per le strade della città.

Enrichetta è costretta a frequentare ambienti nobiliari, dove conosce l'onesto Ruggero, che l'aiuta invano a ritrovare Luisa.

Lo zio di Ruggero, che non accetta l'amore del nipote per la fanciulla, fa rinchiudere la ragazza in una segreta cella.

Nel frattempo Luisa soffre grandi pene, obbligata a mendicare sotto la neve e ad abitare in un indescrivibile tugurio, aiutata solo da Pietro, che la difende dalle aggressioni del vizioso fratello Giacomo, solo dopo altre drammatiche vicissitudini, le due fanciulle si ritroveranno, Luisa riacquisterà la vista e ritroverà la madre, Enrichetta sposerà Ruggero.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema