Lea Salonga

attrice e cantante filippina

Maria Lea Carmen Imutan Salonga-Chien, nota semplicemente come Lea Salonga, (Manila, 22 febbraio 1971) è un'attrice, cantante, produttrice teatrale e personaggio televisivo filippina, acclamata interprete di musical teatrali a Broadway, nel West End londinese e nelle Filippine.

Lea Salonga
Lea Salonga nel 2021
NazionalitàBandiera delle Filippine Filippine
GenereMusical
Pop
Studio12
Live6
Colonne sonore8
Sito ufficiale

Dopo essersi affermata nelle Filippine come attrice teatrale e cantante, ottenendo un primo disco d'oro all'età di dieci anni, ha raggiunto il successo internazionale con il musical Miss Saigon in scena a Londra e Broadway, che le è valso il Premio Laurence Olivier e il Tony Award alla miglior attrice protagonista in un musical. Il successo sulle scene è stato poi riconfermato durante gli anni 1990 quando ha doppiato due Principesse Disney: Jasmine in Aladdin (1992) e l'eponima protagonista in Mulan (1998).[1]

Biografia modifica

Lea Salonga è nata a Manila nel 1971, figlia del retroammiraglio Feliciano GenuinoSalonga e della moglie María Lygaya Alcántara Imutan.[2] È cugina dell'attrice e modella Shay Mitchell.[3]

Dal 2004 è sposata con Robert Charles Chien e la coppia ha avuto una figlia nel 2006.[4]

Carriera modifica

Lea Salonga ha cominciato a recitare durante l'infanzia, facendo il suo debutto sulle scene nel 1978 in un allestimento di The King and I per la compagnia Repertory Philippines. Nei dieci anni successivi ha recitato assiduamente con la compagnia, interpretando l'eponima protagonista in Annie (1980) e ricoprendo diversi ruoli in classici del teatro di prosa e musicale come La gatta sul tetto che scotta (1978), Fiddler on the Roof (1978), The Sound of Music (1980), La rosa tatuata (1980), The Goodbye Girl (1982), Paper Moon (1983) e The Fantasticks (1988).[5] Parallelamente all'attività sulle scene, nel 1981 ha inciso il suo primo album, Small Voice, poi diventato disco d'oro, mentre tra il 1983 e il 1985 ha condotto il programma televisivo Love, Lea. Sempre in questi anni ha recitato anche in qualche film, mentre nel 1988 ha pubblicato il suo secondo album, Lea, e fatto da artista d'apertura a Stevie Wonder in occasione di un concerto a Manila.[6]

Nel 1989, mentre studiava biologia all'Università Ateneo de Manila, è stata scelta per interpretare la protagonista Kim nel musical Miss Saigon a Londra.[7] Per la sua interpretazione sulle scene londinesi ha vinto il Laurence Olivier Award alla migliore attrice in un musical e, al suo ritorno in patria, ha ricevuto la Medaglia Presidenziale al Merito da Corazon Aquino.[8] Nel 1991 ha esordito a Broadway con Miss Saigon e per la sua interpretazione nel ruolo di Kim ha vinto il Drama Desk Award, l'Outer Critics Circle Award, il Theatre World Award e il Tony Award alla migliore attrice protagonista in un musical.[9] Successivamente sarebbe tornata ad interpretare Kim a Broadway nel 1999 e nel 2001. L'anno dopo il successo a Broadway, Lea Salonga ha prestato la voce alla Principessa Jasmine nel film d'animazione Disney Aladdin, diventando così l'interprete originale della canzone A Whole New World, che ha cantanto anche durante 64ª edizione della cerimonia di premiazione degli Oscar, durante cui il brano ha vinto il premio alla migliore canzone.[10]

Nel 1993 è tornata sulle scene newyorchesi per interpretare Éponine nel musical Les Misérables.[11] Negli anni successivi ha recitato nelle Filippine e Singapore come protagonista di Grease, My Fair Lady ed Into the Woods, mentre nel 1995 e nel 1996 ha interpretato nuovamente Éponine sulle scene del West End, inclusa la speciale rappresentazione per il decimo anniversario di Les Misérables. Tra il 1997 e il 2000 ha pubblicato il disco d'oro I'd Like to Teach the World to Sing e i due dischi di platino Lea... In Love (1998) e By Heart (2000).[12] Nel 1998 ha dato la voce a un'altra eroina Disney, l'eponima protagonista di Mulan, personaggio che ha doppiato nuovamente nel sequel del 2004.[13] Nel 2002 intanto è tornata a Broadway nel musical di Rodgers & Hammerstein Flower Drum Song e ha esordito come attrice di prosa in occasione della prima filippina del dramma Premio Pulitzer Proof in scena a Manila.[14] Dopo diverse apparizioni televisive sia in patria che negli Stati Uniti, nel 2007 ha interpretato Fantine nel primo revival di Broadway di Les Misérables, mentre l'anno successivo ha interpretato l'eponima protagonista in una tournée asiatica del musical di Rodgers & Hammerstein Cenerentola.[15] Nel 2010 ha interpretato Grizabella in Cats nelle Filippine e Fantine in un concerto all'O2 Arena per il venticinquesimo anniversario di Les Misérables, mentre nel 2011 ha ricevuto il premio di Disney Legends e ha fatto da giudice in occasione di Miss Universo 2011. Nel 2012 ha fatto un'altra rara apparizione nel teatro di prosa con Le Dieu du carnage in scena a Manila.[16]

Nel 2013 è stata la protagonista di un allestimento semiscenico di Ragtime in scena al Lincoln Center e ha fatto da vocal coah nella prima stagione di The Voice of the Philippines.[17][18] Nel 2015 è tornata a Broadway per la prima volta in quasi un decennio nel musical Allegiance, mentre l'anno seguente ha recitato in Crazy Ex-Girlfriend.[19] Negli anni successivi ha recitato come protagonista in allestimenti filippini di Fun Home (2016) e Sweeney Todd: The Demon Barber of Fleet Street (2019), mentre nel 2017 ha calcato le scene di Broadway con Once on this Island diretto da Michael Arden, ricevendo la sua seconda candidatura al Grammy Award.[20] Nel 2023 ha esordito a Broadway in veste di produttrice con il musical Here Lies Love, interpretando anche la First Lady Aurora Aquino.[21]

Teatro (parziale) modifica

Filmografia parziale modifica

Cinema modifica

Televisione modifica

Doppiatrice modifica

Discografia (parziale) modifica

Album in studio modifica

Albun dal vivo modifica

  • 2000 – Lea Salonga Live Vol. 1
  • 2000 – Lea Salonga Live Vol. 2
  • 2002 – The Broadway Concert
  • 2004 – Songs from Home: Live Concert Recording
  • 2011 – The Journey So Far – Recorded Live at Cafe Carlyle
  • 2020 – Live in Concert With The Sydney Symphony Orchestra

Cast recording modifica

  • 1990 – Miss Saigon
  • 1992 – Little Tramp
  • 1992 – The King and I
  • 2001 – Making Tracks
  • 2002 – Flower Drum Song
  • 2010 – Cinderella
  • 2016 – Allegiance
  • 2017 – Once On This Island

Doppiatrici italiane modifica

Nelle versioni in italiano dei suoi progetti televisivi e cinematografici, Lea Salonga è stata doppiata da:

Da doppiatrice è stata sostituita da:

  • Marianna Cataldi in Mulan
  • Simona Pirone in Aladdin
  • Rossella Ruini in Mulan II, Disney Princess: Le magiche fiabe - Insegui i tuoi sogni
  • Renata Fusco in Sofia la principessa

Onorificenze modifica

— 2011

Note modifica

  1. ^ (EN) Lea Salonga, of princess fame in 'Aladdin' and 'Mulan,' will be herself in concert in Costa Mesa, su Daily Pilot, 1º aprile 2016. URL consultato il 24 settembre 2023.
  2. ^ (EN) Alexa Villano, Lea Salonga's father Feliciano Salonga dies, su RAPPLER, 31 gennaio 2016. URL consultato il 24 settembre 2023.
  3. ^ An interview with Shay Mitchell | AfterEllen.com, su web.archive.org, 19 agosto 2012. URL consultato il 24 settembre 2023 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2012).
  4. ^ "This is the career God has chosen for me" - Catholic Digest, su web.archive.org, 7 gennaio 2009. URL consultato il 24 settembre 2023 (archiviato dall'url originale il 7 gennaio 2009).
  5. ^ (EN) Linda Marquart, The Right Way to Sing, Allworth Press, 2005, ISBN 978-1-58115-407-8. URL consultato il 24 settembre 2023.
  6. ^ (EN) Lea Salonga on aging gracefully: 'Possible with plenty of laughter and wonderful friendships', su Manila Bulletin. URL consultato il 24 settembre 2023.
  7. ^ (EN) Scott D. Pierce The Salt Lake Tribune · March 30, 2012 8:21 Am, Stars reveal song that changed their lives in new TV series, su The Salt Lake Tribune. URL consultato il 24 settembre 2023.
  8. ^ Delon Porcalla, Aquino confers awards on 33 outstanding Pinoys, su Philstar.com. URL consultato il 24 settembre 2023.
  9. ^ (EN) Mervyn Rothstein, 'Miss Saigon' Finds Home on Broadway, in The New York Times, 2 marzo 1990. URL consultato il 24 settembre 2023.
  10. ^ Mason Wiley e Damien Bona, Inside Oscar: the unofficial history of the Academy Awards, 10. anniversary rev. ed., with new chapters on the winners, heartbreaks, and behind-the-scenes surprises, Ballantine Books, 1996, p. 883, ISBN 978-0-345-40053-6.
  11. ^ (EN) Lea Salonga to Replace Daphne Rubin-Vega in Les Miserables, su Broadway.com. URL consultato il 24 settembre 2023.
  12. ^ 10! The best of 1998 - SATURDAY SPECIAL (January 2, 1999), su web.archive.org, 23 gennaio 2008. URL consultato il 24 settembre 2023 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2008).
  13. ^ Lea Salonga becomes a Disney legend | ABS-CBN News, su web.archive.org, 20 agosto 2019. URL consultato il 24 settembre 2023 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2019).
  14. ^ Lea Salonga Confirmed for Flower Drum Song, Broadway.com Buzz, su web.archive.org, 10 giugno 2008. URL consultato il 24 settembre 2023 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2008).
  15. ^ (EN) Tony Winner Lea Salonga Gets Early Start as New Fantine of Les Miz, su Broadway.com. URL consultato il 24 settembre 2023.
  16. ^ (EN) Oliver Oliveros, Photos: First Look at Lea Salonga in GOD OF CARNAGE in Manila, su BroadwayWorld.com. URL consultato il 24 settembre 2023.
  17. ^ (EN) Lea Salonga, Norm Lewis & Tyne Daly to Headline Ragtime Concert, su Broadway.com. URL consultato il 24 settembre 2023.
  18. ^ (EN) Maila Ager, Lea Salonga’s ‘Playlist’ guests daughter Nicole Chien, Martin Nievera, su INQUIRER.net, 18 gennaio 2014. URL consultato il 24 settembre 2023.
  19. ^ (EN) Carly Mallenbaum, Exclusive clip: 'Crazy Ex-Girlfriend' finale has the perfect guest star, su USA TODAY. URL consultato il 24 settembre 2023.
  20. ^ (EN) ‘Sweeney Todd’: Bobby Garcia’s reinvention of the musical a triumph of vision and staging, su Lifestyle.INQ, 18 ottobre 2019. URL consultato il 24 settembre 2023.
  21. ^ Tony and Olivier Winner Lea Salonga Will Star in Broadway's Here Lies Love | Playbill, su web.archive.org, 27 febbraio 2023. URL consultato il 24 settembre 2023 (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2023).
  22. ^ doppiaggio Disney in inglese del 2004
  23. ^ Broadwayworld

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN59295991 · ISNI (EN0000 0000 5518 7707 · Europeana agent/base/63341 · LCCN (ENn93092004 · GND (DE134695216 · BNF (FRcb142238592 (data) · J9U (ENHE987007322010705171