Apri il menu principale
Legio V
Pompejus modified.png
Busto di Gneo Pompeo Magno
Descrizione generale
Attivadal 49 a.C. al 48 a.C.?;
potrebbe essere confluita nella legio V di Cesare.[1]
Tipolegione romana
Battaglie/guerreGuerra civile (49-44 a.C.)
disfatta di Lerida;
battaglia di Farsalo (48 a.C.).
Comandanti
Degni di notaGneo Pompeo Magno
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La legio V era un'unità militare romana di epoca tardo repubblicana.

StoriaModifica

La legione V potrebbe essere stata arruolata dal legato di Gneo Pompeo Magno, Lucio Afranio, con i superstiti delle legioni pompeiane che nel corso della disastrosa campagna spagnola del 49 a.C. erano stati sconfitti nei pressi di Lerida dalle armate cesariane.[2] Gonzalez ipotizza anche che possa essere stata formata nel 58 a.C. ed inviata in Oriente, dove rimase per circa un decennio.[1]

Trasferita in Macedonia verso la fine dei quell'anno, prese parte alla successiva battaglia di Farsalo del 48 a.C.,[3] dove Pompeo fu pesantemente sconfitto,[4] in seguito alla quale potrebbe essere stata sciolta. Vi sarebbe anche la possibilità che dopo Farsalo sia stata riformata come legio V di Cesare.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c J.R.Gonzalez, Historia del las legiones romanas, p.184.
  2. ^ Cesare, De bello civili, I, 85-87.
  3. ^ Cesare, De bello civili, III, 69.
  4. ^ Cesare, De Bello civili, III, 88.

BibliografiaModifica

Fonti primarie
  • Cesare, De Bello civili, I-III.
Fonti storiografiche moderne
  • J.R.Gonzalez, Historia del las legiones romanas, Madrid 2003.
  • L.Keppie, The making of the roman army, Oklahoma 1998.