Apri il menu principale

Leland Stottlemeyer

Leland Stottlemeyer
Leland Stottlemeyer.png
UniversoDetective Monk
AutoreDavid Hoberman
1ª app. inIl signor Monk torna al lavoro (prima parte)
Interpretato daTed Levine
Voce italianaEnnio Coltorti
Sessomaschile
Professionecapitano di polizia

Il capitano Leland Stottlemeyer è un personaggio del pluripremiato serial Detective Monk, interpretato da Ted Levine: è capitano di uno dei reparti di polizia di San Francisco e da molti anni (e con molta pazienza) amico di Adrian Monk, fin da quando lavoravano assieme.

Negli episodi iniziali della serie, si nota una certa tensione fra i due: Stottlemeyer ha in qualche modo un atteggiamento antagonistico verso Monk e subisce come una forzatura il fatto che più volte i suoi superiori (il commissario capo, o addirittura il sindaco) lo obblighino a richiedere l'assistenza di Monk nelle indagini; nell'atteggiamento ostile di Stottlemayer, oltre all'esasperazione per le numerose manie di Monk, c'è sicuramente una buona dose di gelosia, poiché Stottlemeyer è conscio di non essere, come detective, all'altezza di Monk. È inoltre estremamente scettico sulle capacità di Monk di svolgere il lavoro di poliziotto, ritenendo che i suoi problemi psicologici siano un grave handicap nella vita altamente stressante di un membro del dipartimento di polizia: nell'episodio Il signor Monk e la ruota panoramica è costretto a denunciare sul modulo di valutazione tutti i suoi dubbi circa la possibilità di permettere nuovamente a Monk di fare parte del Dipartimento di polizia.

Malgrado ciò, tuttavia, Stottlemeyer ha moltissima compassione e rispetto per Monk e non può negare la sua abilità: una volta convinto della validità delle teorie di Adrian, Stottlemeyer si dimostra sempre un alleato insostituibile nel catturare il colpevole. Una svolta nei loro rapporti sopravviene nell'episodio della seconda stagione Il signor Monk e la moglie del capo, quando sua moglie Karen Stottlemeyer rimane seriamente ferita e viene ricoverata in ospedale in stato di coma: benché successivamente si riprenda, Stottlemeyer percepisce il tipo di dolore con cui Monk convive da anni e diventa molto più comprensivo e rispettoso nei suoi confronti, anche se ancora perde facilmente la pazienza davanti alle sue idiosincrasie più estreme.

Un altro esempio della lealtà e amicizia di Stottlemeyer verso Monk è in Il signor Monk conquista Manhattan, dove il capitano aiuta Adrian nell'indagine sull'omicidio di Trudy: va con lui a New York per seguire un indizio e con severità si scontra con un capitano della polizia locale per l'occultamento di un'informazione che era essenziale a risolvere l'omicidio della moglie del suo "amico", facendo capire con quella fosse l'unica cosa di cui si stava preoccupando, invece che di possibili sanzioni disciplinari per l'atteggiamento tenuto.

Nell'episodio Il signor Monk e il matrimonio del capitano Stottlemeyer crede che sua moglie abbia una relazione extraconiugale: in realtà ella sta consultando un avvocato divorzista per avviare la causa di separazione e, alla fine dell'episodio, Stottlemeyer fa le valigie e lascia definitivamente la propria abitazione.

Ha due figli, Jared e Max. Una donna, Linda Fusco, si innamora di lui in Il signor Monk investigatore privato e compare in seguito in Il signor Monk e la fan ossessiva e Il signor Monk e la ragazza del capitano, dove viene arrestata da Stottlemeyer per omicidio. Si scopre alla fine dell'episodio che stava andando a chiederle di sposarlo durante il loro viaggio alle Hawaii (che avrebbero lasciato per quella notte): lui getta l'anello nell'oceano dicendo del diamante che era "nient'altro che una conchiglia ". Nella stagione finale della serie inizia una relazione con una donna chiamata T.K. .

Il suo assistente, nonché fonte di molte complicazioni, è il tenente Randy Disher. Quando le prime due lettere del nome e cognome originale del tenente Disher (il cui nome doveva essere Deacon) sono accoppiate con le prime due del nome e cognome di Leland Stottlemeyer, il risultato è Lestrade, il poliziotto presente in molte delle storie di Sherlock Holmes di Arthur Conan Doyle.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione