Leo Moser

Leo Moser (Vienna, 11 aprile 1921Edmonton, 9 febbraio 1970) è stato un matematico austriaco naturalizzato canadese, conosciuto principalmente per la sua notazione poligonale.

BiografiaModifica

Nato a Vienna, Leo Moser immigrò con i suoi genitori in Canada all'età di tre anni. Ricevette il suo Bachelor's degree in Scienze dall'Università di Manitoba nel 1943 e un Master of Science dall'Università di Toronto nel 1945. Dopo due anni d'insegnamento, si trasferì presso l'Università del Nord Carolina, per completare un Ph.D., sotto la supervisione di Alfred Brauer.[1] Lì, dal 1950, iniziò a soffrire di problemi cardiaci ricorrenti. Lavorò poi per un anno presso il Texas Technical College, e poi si trasferì all'Università di Alberta nel 1951, dove rimase fino alla sua morte all'età di 48 anni, nel 1970.

Nel 1966, Moser pose la questione "Qual è la regione di area più piccola in grado di contenere un arco di curva piana di data lunghezza?".[2]. La questione divenne nota come Moser's worm problem e costituisce ancora un problema aperto in geometria discreta.

NoteModifica

  1. ^ Leo Moser nel Mathematics Genealogy Project
  2. ^ W. Moser, G. Bloind, V. Klee, C. Rousseau, J. Goodman, B. Monson, J. Wetzel, L. M. Kelly7, G. Purdy, e J Wilker, Fifth edition, Problems in Discrete Geometry, McGill University, Montréal, 1980

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN50360164 · ISNI (EN0000 0001 0899 9435 · LCCN (ENno2002058671 · GND (DE131469304 · WorldCat Identities (ENlccn-no2002058671