Leonid Kravčuk

politico ucraino (1934-2022)
Leonid Makarovyč Kravčuk
Leonid Kravchuk Senate of Poland (cropped).JPG

Presidente dell'Ucraina
Durata mandato 5 dicembre 1991 –
19 luglio 1994
Predecessore Carica creata
Successore Leonid Kučma

Rappresentante dell'Ucraina nel gruppo di contatto sulla risoluzione della situazione nel Donbass
Durata mandato 23 giugno 2020 –
22 febbraio 2022
Presidente Volodymyr Zelens'kyj
Predecessore Leonid Kučma

Presidente del Consiglio Supremo della RSS Ucraina
Durata mandato 15 maggio 1990 –
5 dicembre 1991

Dati generali
Partito politico Partito Socialdemocratico Ucraino
In passato:
Partito Comunista della Repubblica Socialista Sovietica Ucraina
Titolo di studio Candidate of Economic Sciences
Università Kiev Military College of Frunze e Academy of Social Sciences of the Central Committee of CPSU
Firma Firma di Leonid Makarovyč Kravčuk

Leonid Makarovyč Kravčuk (in ucraino: Леонід Макарович Кравчук?; Velykyj Žytyn, 10 gennaio 1934Monaco di Baviera, 10 maggio 2022) è stato un politico ucraino. È stato il primo presidente dell'Ucraina indipendente, dal 1991 al 1994.

È morto il 10 maggio 2022, all’età di 88 anni, a causa di un'insufficienza cardiaca.[1]

Carriera politicaModifica

Dal 1989 al 1991 fu a capo della Repubblica Socialista Sovietica Ucraina.

 
Kravchuk, Šuškevič e Eltsin agli Accordi di Belaveža

L'8 dicembre 1991, a nome dell'Ucraina, firmò con il Presidente della Federazione Russa (RSFSR) Boris Eltsin e il Presidente del Consiglio Supremo della Repubblica di Bielorussia Stanislaŭ Šuškevič l'Accordo di Belaveža per la dissoluzione dell'URSS.

Alle elezioni del 1991, fu eletto primo Presidente dell'Ucraina indipendente.

Posizioni politicheModifica

Si autodefinì socialdemocrata e nazionalista ucraino di sinistra.

OnorificenzeModifica

Onorificenze sovieticheModifica

  Ordine della Rivoluzione d'Ottobre
  Ordine della Bandiera rossa del Lavoro

Onorificenze ucraineModifica

  Ordine di Jaroslav il Saggio di V Classe
— 1996
  Ordine di Jaroslav il Saggio di IV Classe
— 1999
  Eroe dell'Ucraina
«Per il suo eccezionale contributo personale alla creazione e allo sviluppo dell'Ucraina indipendente e per la lunga attività politica e sociale»
— 21 agosto 2001
  Ordine di Jaroslav il Saggio di III Classe
— 2004
  Ordine di Jaroslav il Saggio di II Classe
— 2007

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN18027243 · ISNI (EN0000 0001 0957 413X · LCCN (ENn83236027 · GND (DE119239388 · WorldCat Identities (ENlccn-n83236027