Leonzio II di Gerusalemme

patriarca di Gerusalemme
Leonzio II
Saint Leontios 15th c icon.jpg
Patriarca di Gerusalemme
Elezione1170
Fine patriarcato1190
PredecessoreNiceforo II
SuccessoreDositeo I
San Leonzio

Patriarca di Gerusalemme

 
Venerato daChiesa ortodossa
Ricorrenza14 maggio

Leonzio II di Gerusalemme (in greco Λεόντιος Β΄ Ιεροσολύμων, Leontios; Tiberiopoli, ... – 1190) è stato il patriarca di Gerusalemme tra il 1170 e il 1990,[1] venerato come santo dalla Chiesa ortodossa.

BiografiaModifica

Nacque a Tiberiopoli (Stromnitsa) in Macedonia,[2][3] sul confine balcanico dell'impero.

Fu tonsurato come monaco a Costantinopoli, dove visse finché non viaggiò verso Patmo, Cipro e Creta. Diventò egumeno del Monastero di San Giovanni, a Patmo. Fu eletto patriarca di Gerusalemme nel 1170, succedendo a Niceforo II, e morì nel 1190.[1]

Culto ed ereditàModifica

La Chiesa ortodossa lo commemora il 14 maggio.[4] Fu noto come caratterizzato da moralità e virtù. Scrisse 14 capitoli dogmatici sulla Santissima Trinità. A Stromnitsa, nel villaggio di Vodotsa, si trova il monastero di Agios Leontios con l'omonima chiesa.[5]

CronologiaModifica

La cronotassi ufficiale riporta il 1170 e il 1190 come i confini temporali del suo mandato.[1] Secondo Nicodemo del Monte Athos, sarebbe morto nel 1175;[4] secondo Gregorio Palamas e Teodoro, monaco di Costantinopoli, avrebbe regnato invece dal 1223 al 1261.[4].

NoteModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Altri progettiModifica