Leonzio di Bisanzio

scrittore e teologo bizantino

Leonzio di Bisanzio (in greco antico: Λεόντιος, Leóntios[1]; in latino: Leontius[2]; Costantinopoli, 485 circa[1][2]Costantinopoli, 543[3]) è stato uno scrittore e teologo bizantino.[2]

Secondo alcuni sarebbe da identificarsi con Leonzio di Gerusalemme.[3]

BiografiaModifica

La sua vita ci è in parte nota grazie alla Vita di san Saba di Cirillo di Scitopoli; nacque a Costantinopoli tra il 480 e il 490.[2]

Visse nei monasteri della Palestina da giovane condividendo pensieri origenisti.[2] Nel 531 giunse a Costantinopoli insieme a San Saba e nel 536 entrò nella Nuova Laura di Gerusalemme.[2]

Nel 540 ritornò a Costantinopoli per difendere i movimenti origenisti.[2] Morì nel 543 a Costantinopoli dopo la condanna dell'origenismo nel febbraio del 543.[3]

OpereModifica

  • Corpus Leontianum, solo tre libri attribuiti a lui[3]
  • Tre libri contro i Nestoriani e gli Eutichiani, contro il nestorianesimo
  • Soluzione (in greco antico: Επιλυσις, Epilysis), contro il patriarca Severo di Antiochia
  • Tre capitoli contro Severo, contro il patriarca monofisita Severo di Antiochia[3]

NoteModifica

  1. ^ a b Leònzio di Bisanzio, su Enciclopedia Treccani, Istituto Treccani. URL consultato il 29 luglio 2021.
  2. ^ a b c d e f g Impellizzeri, p. 189.
  3. ^ a b c d e Impellizzeri, p. 190.

BibliografiaModifica

  • Salvatore Impellizzeri, La Letteratura bizantina, G. C. Sansoni, 1975.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN592145857892923020315 · ISNI (EN0000 0000 8000 4458 · SBN BVEV024999 · BAV 495/10212 · CERL cnp00945228 · GND (DE118571818 · BNE (ESXX1341808 (data) · BNF (FRcb13624047n (data) · WorldCat Identities (ENviaf-592145857892923020315