Leporano

comune italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la frazione di Camigliano in provincia di Caserta, vedi Leporano (Camigliano).
Leporano
comune
Leporano – Stemma Leporano – Bandiera
Leporano – Veduta
Veduta con il palazzo dei principi Muscettola
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Apulia.svg Puglia
ProvinciaProvincia di Taranto-Stemma.png Taranto
Amministrazione
SindacoVincenzo Damiano (Progetto comune) dal 26-5-2019
Territorio
Coordinate40°22′55.85″N 17°20′03.34″E / 40.38218°N 17.33426°E40.38218; 17.33426 (Leporano)Coordinate: 40°22′55.85″N 17°20′03.34″E / 40.38218°N 17.33426°E40.38218; 17.33426 (Leporano)
Altitudine47 m s.l.m.
Superficie15,33 km²
Abitanti8 120[1] (31-5-2019)
Densità529,68 ab./km²
FrazioniMarina di Leporano, Gandoli, Saturo
Comuni confinantiPulsano, Taranto
Altre informazioni
Cod. postale74020
Prefisso099
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT073010
Cod. catastaleE537
TargaTA
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantileporanese/i (lupranese/lupranisi in dialetto)
Patronosant'Emidio
Giorno festivo3-4-5 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Leporano
Leporano
Leporano – Mappa
Posizione del comune di Leporano all'interno della provincia di Taranto
Sito istituzionale

Leporano (Lupràne in dialetto locale[2]) è un comune italiano di 8 120 abitanti della provincia di Taranto, in Puglia. Fa parte, come tutti i comuni della fascia orientale della provincia jonica, della regione geografica del Salento.

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Saturo.

L'origine del toponimo Leporano è incerta. Secondo alcuni[senza fonte] discende da un leprarium romano (da qui la presenza di una lepre sullo stemma cittadino).

Il primo nucleo abitativo di Leporano risalirebbe al 736.

In passato, prima a livello feudale e poi a livello comunale (con l'avvento nel 1806 del Regno di Napoli che abolì la feudità e istituì i comuni), fu frazione del comune di Pulsano dal quale ottenne l'indipendenza nel 1820 pur mantenendo il sindaco in comune ancora per diversi anni.[3]

Negli ultimi quarant'anni si è registrato un notevole incremento demografico, che ha portato la popolazione dai meno di 2000 abitanti originari agli attuali 8000: la ragione è senz'altro dovuta alla tranquillità del paese e alla notevole vicinanza con Taranto, che rende Leporano una località ambita da coloro che svolgono la loro attività nel capoluogo e dai tarantini stessi.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[4]

DialettoModifica

Nel paese di Leporano vige una situazione linguistica molto particolare: infatti se da un lato sono vitali numerose caratteristiche salentine nel lessico e nella pronuncia delle vocali toniche, dall'altro lato è presente un fenomeno tipicamente centro-pugliese, quale la caduta delle vocali atone, caratteristica tipica di tutti i dialetti di transizione apulo salentini, come lo stesso Dialetto Tarantino con cui è imparentato; pertanto, il nome del paese è reso come Lupranë e non Lupranu, come suonerebbe in bocca ad un abitante di Pulsano o di Grottaglie. In particolare, in un'inchiesta compiuta nel 1967 da Giovan Battista Mancarella, la realtà linguistica si presentava già allora decisamente composita e particolare: il linguista ebbe infatti modo di riportare come «la popolazione parla normalmente il dialetto, e si distingue dai paesi viciniori per uno spiccato accento tarentino. Il dialetto di Leporano pur essendo fondamentalmente simile a quello di Pulsano, tende a smorzare le vocali finali non accentate e ad allungare molto le vocali toniche»[5].

Le caratteristiche più salienti sono le seguenti:

  • l’indebolimento delle vocali atone finali con conseguente riduzione di -e, -i, -o a [ə] (pilë [ˈpilə] ʻpeloʼ), fino alla cancellazione (vrazzë [raʦː] ‘braccio’). Questo esito coinvolge anche le pretoniche e le postoniche non finali, in particolare se si trovano vicino a -l o -r (furmichëla [furˈmikəla] ʻformicaʼ). Tuttavia, come già notato da Mancarella, fa eccezione la vocale atona -a che si conserva come ad Ostuni (pala [ˈpala] ʻpalaʼ), con un’eventuale palatalizzazione; Leporano risulta così essere il centro più meridionale di tutta la Puglia in cui è presente lo schwa, perché già nella confinante Pulsano vigono condizioni interamente salentine, cioè con la permanenza anche di -u ed -i;
  • le vocali Ĕ e Ŏ tendono invece al dittongamento tipicamente tarantino rispettivamente in -je (LECTU > lièttë [ˈljetːə]) o -ue (SOMNU > suènnë [ˈswenːə], OLEU > uègghjë [ˈweɡːjə], OCŬLU > uècchjë [ˈwekːjə]). Gli esiti delle brevi chiuse sono infine aperti e resistono all’anafonesi (spògna [ˈspoɲːa] ‘spugna’, lènga [ˈleŋɡa] ‘lingua’);
  • tra i fenomeni consonantici più evidenti ritroviamo la desonorizzazione delle occlusive iniziali (dentali: Tra i fenomeni consonantici più evidenti ritroviamo la desonorizzazione delle occlusive iniziali (dentali: tèntë [ˈtentə] ʻdenteʼ, tòjë [ˈtojə] ʻdueʼ) e intervocaliche sonore (dentali: còta [ˈkota] ʻcodaʼ, crùtë [ˈkrutə] ʻcrudoʼ). L’occlusiva velare sonora può palatalizzarsi: jaddina [jaˈdːina] ʻgallinaʼ. inoltre sono presenti casi di anaptissi negli esiti di L+C in parole come cavëtë [ˈkavətə] ʻcaldoʼ, favëzë [ˈfavəsə] ʻfalsoʼ, o di rotacismo, come in curtièddë [kurˈtjedːə] ‘coltello’ o vòrpë [ˈvorpə] ‘volpe’.
  • in linea con i dialetti di questa fascia, i nessi latini nd e mb subiscono un’assimilazione progressiva: nd > nn, come in mùnnë [ˈmunːə] ʻmondoʼ, e mb > mm, come in chiùmmë [ˈkjumːə] ʻpiomboʼ. Come per i dialetti salentini di questa fascia LL dà come esito un’occlusiva dentale sonora (cirvièddë [ʧirˈvjedːə] ʻcervelloʼ o cipòdda [ʧiˈpodːa] ʻcipollaʼ).
  • a differenza del tarantino, e similmente invece al Salento, la serie di articoli è cosiddetta «forte»: lu, la, l’invece di u, a, i.

Concludendo, è da presumere pertanto che il dialetto originario parlato a Leporano fosse di tipo prettamente salentino come quello di Pulsano ed altri centri limitrofi, e che solo nell'ultimo secolo abbia subito un sensibile influsso dalla vicina Taranto, dovuto alla posizione geografica assai contigua ed al continuo interscambio con il capoluogo: il processo di progressiva assimilazione al tarantino si sta inoltre accentuando tra le generazioni più giovani, che frequentano Taranto per motivi scolastici, lavorativi e di svago. Inoltre, la parte più settentrionale di Leporano (Gandoli) tende ormai a costituire un'unica area urbana con Taranto, e fa registrare un crescente numero di tarantini che decidono di stabilirvi la propria residenza, con evidenti ripercussioni sul tessuto linguistico locale.

CulturaModifica

MusicaModifica

A Leporano è presente una sede coordinata dell'Accademia Musicale Mediterranea, fondata nel 1996 dal pianista Cosimo Damiano Lanza.[6]

È presente dal 2011 anche l'etichetta discografica Joe Black Production dedicata alla produzione e promozione della musica emergente italiana con uno studio di produzione post-produzione audio e video.

EventiModifica

Il Comune dal 1987 organizza il Premio letterario Saturo d'Argento.[7] Ogni estate si svolge la manifestazione Estate Leporanese presso il Castello Muscettola.[8]

EconomiaModifica

TurismoModifica

Grazie al lungo litorale sabbioso, sul quale si contano le spiagge di Gandoli( Cattaneo, Santomaj, Lido, Vital, Case bianche), Saturo(Canneto),Porto Pirrone e Baia d'Argento, Saguerra, Luogovivo, Amendola, Leporano costituisce una delle località balneari della costa ionica del Salento.

 
Spiaggia di Saturo

Infrastrutture e trasportiModifica

 
Collegamenti della Provincia di Taranto

Leporano è collegata a Taranto mediante la strada provinciale 100 e a Talsano mediante la strada provinciale 102. Dalla località Saturo ha inizio la Litoranea Salentina (strada provinciale 122) che congiunge le località marine della costa ionica.

AmministrazioneModifica

 
Gonfalone civica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
26 maggio 1985 27 giugno 1990 Aldo Antonio Carlo D'Elia Democrazia Cristiana Sindaco [9]
27 giugno 1990 10 agosto 1994 Valentino De Filippis Partito Democratico della Sinistra, Partito Comunista Italiano Sindaco [9]
10 agosto 1994 21 novembre 1994 Roberto Carucci Comm. pref. [9]
21 novembre 1994 30 novembre 1998 Aldo Antonio Carlo D'Elia Partito Popolare Italiano Sindaco [9]
30 novembre 1998 27 maggio 2003 Aldo D'Elia centro-destra Sindaco [9]
7 giugno 2003 15 aprile 2008 Domenico Pavone Unione di Centro Sindaco [9]
15 aprile 2008 27 maggio 2013 Domenico Pavone lista civica Sindaco [9]
27 maggio 2013 3 marzo 2014 Vito Di Taranto lista civica Insieme per Leporano Sindaco [9]
3 marzo 2014 1º giugno 2015 Maria Luisa Ruocco Comm. straordinario [9]
1º giugno 2015 in carica Angelo D'Abramo lista civica Leporano futura Sindaco [9]

SportModifica

La principale squadra di calcio della città era l'A.S.D. Leporano Calcio che militava nel girone B pugliese di Promozione. Al termine della stagione 2015-16 ha ceduto il titolo sportivo di Prima Categoria Pugliese all'ASD Talsano di Taranto

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 maggio 2019.
  2. ^ La voce di Leporano: Storia, su lavocedileporano.blogspot.it. URL consultato il 18 marzo 2016.
  3. ^ Un retaggio del comune passato con Pulsano è rappresentato dal cimitero comunale, situato in territorio pulsanese. Originariamente, infatti, il camposanto era unico e solo in seguito fu suddiviso fra i due comuni mediante l'edificazione di un muro.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT; URL consultato in data 28 dicembre 2012.
  5. ^ Valentina De Iacovo, Il dialetto di Leporano (TA): un confronto tra un’inchiesta dialettale recente e l’inchiesta della Carta dei Dialetti Italiani, su siba-ese.unile.it.
  6. ^ Accademia Musicale Mediterranea, su accademiamusicalemediterranea.it. URL consultato il 14 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 16 dicembre 2014).
  7. ^ Comune di Leporano/Saturo d'Argento
  8. ^ Comune di Leporano/Estate Leponarese
  9. ^ a b c d e f g h i j http://amministratori.interno.it/

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN201800154
  Portale Puglia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Puglia