Les Halles (Lhermitte)

dipinto di Léon Lhermitte

Il dipinto Les Halles è opera del pittore francese naturalista Léon Lhermitte.

Les Halles
Les Halles-Léon Augustin Lhermitte.jpg
AutoreLéon Lhermitte
Data1895
Tecnicaolio
Dimensioni404×635 cm
UbicazioneParigi, Petit Palais[1]

Storia e descrizioneModifica

Léon Lhermitte propose nel 1889 al Municipio di Parigi una grande tela con una scena, naturalistica e con molte figure, che riproducesse l'attività quotidiana al nuovo mercato al centro di Parigi - Les Halles - da poco tempo ultimato, su un progetto dell'architetto Victor Baltard. La nuova struttura era costituita da dodici grandi padiglioni, in vetro e in metallo, sorti lungo un percorso pedonale centrale, a cielo aperto, a livello della chiesa di Saint-Eustache. I lavori, iniziati nel 1852, si erano conclusi nel 1872. L'atmosfera di questo mercato era stata descritta nel 1873 da Émile Zola, nel romanzo Le Ventre de Paris. La grande tela, definitiva, avrebbe ornato una sala di passaggio, tra una delle due ali laterali e la parte centrale del Municipio di Parigi. A dimostrazione del lavoro definitivo, Léon Lhermitte presentò dunque il bozzetto dell'opera.

Il mercato de Les Halles, principale centro di approvvigionamento alimentare della città, dove il folclore popolare si mescolava alla vendita al dettaglio, era diventato un simbolo della Parigi moderna. Il progetto di Léon Lhermitte era all'inizio solo un bozzetto; ma la scena, vivace e colorata, rappresentava in modo naturalistico il trambusto chiassoso e vorticoso di un qualsiasi giorno di mercato, con donne, facchini, banchetti, cesti colmi di verdure: e fu accettato. L'effetto del chiaroscuro, che esaltava i contorni delle figure, pur tralasciandone i dettagli, derivava dalla lunga pratica incisoria e dall'esperienza come disegnatore di Lhermitte.[2]

Parte del mercato era destinata alla vendita di prodotti ortofrutticoli, scaricati durante le ore notturne e venduti fino alle 10 del mattino: questa è stata la zona del mercato scelta dal pittore. Nel suo dipinto comparivano i facchini - dalla caratteristica blusa di tela blu e dal cappello di cuoio a larghe falde - che erano anche addetti ad assicurare una corretta disposizione delle mercanzie. Nella tela definitiva la gestualità dei personaggi divenne più chiaramente definita, i particolari maggiormente curati; ma quasi svanito era quel primitivo effetto di immediatezza, di sincerità, di freschezza.

EsposizioniModifica

  • 1895, Salon, Parigi
  • 1981-1982, The realist tradition: French painting and drawing, 1830-1900, Luoghi vari[3]
  • 1986-1987 Le triomphe des Mairies, Parigi[4]
  • 1991-1992, Il lavoro dell'uomo da Goya a Kandinskij, Braccio di Carlo Magno, Città del Vaticano[5]

NoteModifica

  1. ^ Firmato in basso a destra: L. Lhermitte 1895. Inventario: N.P.P.P. 143. Si tratta della tela definitiva che, conservata nei primi anni all'hôtel de ville (il Municipio) di Parigi, fu trasferita al Petit Palais nel 1904 e al suo posto fu messo un arazzo. Messa in deposito di sicurezza nel 1942, prima ad Auteuil, poi ad Ivry, alla fine della guerra è stata restaurata e restituita al Petit Palais, dove si conserva anche il bozzetto preparatorio, 40,4x65,7 cm, firmato in basso a destra: L. Lhermitte. Inventario: N.P.P.P. 4091.
  2. ^ Morello,  p. 182.
  3. ^ Weisberg.
  4. ^ Les triomphe,  pp. 335-337.
  5. ^ Morello,  pp. 182-183, n. 48 (il bozzetto).

BibliografiaModifica

  • (FR) Jean Paul Crespelle, Les maîtres de la belle époque, Paris, Hachette, 1966, pp. 84-89, fig. 106, SBN IT\ICCU\NAP\0090028.
  • (FR) Marie Christine Boucher (a cura di), Catalogue des dessins et peintures de Puvis de Chavannes: Palais des beaux arts de la ville de Paris, Musée du Petit Palais, Paris, s.e., 1979, SBN IT\ICCU\TO0\1316484.
  • (EN) Gabriel P. Weisberg, The realist tradition: French painting and drawing, 1830-1900, Cleveland-Bloomington, Cleveland Museum of art-Indiana University press, 1980, SBN IT\ICCU\LIA\0128535. Catalogo della mostra itinerante, organizzata dal Cleveland Museum of Art, 1981-1982.
  • (FR) Petit Palais-Parigi, Catalogue sommaire illustré des peintures / Par Juliette Laffon, Paris, Les presses artistiques, 1981-1982, 2 vol., SBN IT\ICCU\BVE\0195856.
  • (FR) Les triomphe des Mairies: grands décors republicains a Paris, 1870-1914: musée du Petit Palais, 8 novembre 1986-18 janvier 1987, Alençon, Imprimerie Alençonnaise, 1986, SBN IT\ICCU\VEA\0085503.
  • Giuseppe Morello (a cura di), Il lavoro dell'uomo da Goya a Kandinskij, Milano, Fabbri Editori, 1991, SBN IT\ICCU\RAV\0179129.
  • (FR) Petit Palais-Parigi, Les collections du Musée du Petit Palais: projet culturel et implications logistiques, Paris, Petit Palais, 1991, SBN IT\ICCU\BVE\0396564.
  • (FR) Musée du Petit Palais, D'Ingres à Cézanne: le XIXe siècle dans les collections du musée du Petit Palais, Paris, Paris musées, 1998, SBN IT\ICCU\TO0\1880149.