Lex Burgundionum

La Lex Burgundionum (conosciuta anche come Liber costitutionum o Lex Gundobada) è un codice redatto da Gundobado re dei Burgundi tra gli ultimi anni del V secolo e il 516 [1] per i Burgundi, di cui probabilmente il successore Sigismondo curò una riedizione.

DescrizioneModifica

Codice molto semplice e serviva per facilitare l'ingresso dei Burgundi nelle norme scritte abituati ancora a seguire le consuetudini proprie, il linguaggio è romano-volgare anche questo per facilitare la comprensione dell'opera da parte dei Burgundi.

Vigenza e influenzeModifica

Questo codice fu in vigore dalla fine del V secolo fino a oltre il periodo di annessione della Borgogna nei territori Burgundi. Per la redazione Gundobado fu influenzato dalle leggi di Eurico alcune delle quali vengono riprese o anche modificate. Importante è anche l'introduzione fatta da Gundobado dove dice che questa servirà per risolvere le controversie tra Burgundi e Romani. Il codice fu influenzato anche dalla Lex Visigothorum ed esso stesso influenzò a sua volta la Lex Ribuaria dei Franchi.

NoteModifica

  1. ^ T.Bühler - Legge borgognona in Dizionario storico della Svizzera (in rete)

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica