Lex Ieronica

Con il termine Lex Ieronica si intende un provvedimento di Ierone II, promulgato tra il 270 e il 216 a.C per regolamentare la riscossione dei tributi nel reame siracusano. Essa fu poi estesa a tutta l'isola nel 210 ad opera del governo romano nel frattempo insediatosi.

Il sistema adottato da Ierone II, anziché richiedere il versamento di un contributo fisso (stipendium), introduceva la cosiddetta decima, in base alla quale le imposte venivano commisurate in rapporto a quanto prodotto[1].

NoteModifica

  1. ^ Sulla Lex Ieronica e gli abusi che ne derivarono ci informa in maniera estesa Cicerone, si veda in Verrem II.3.40 ss.