Apri il menu principale

Liceo scientifico Paleocapa

liceo scientifico di Rovigo in provincia di Rovigo (Italia) [codice scuola: ROPS01000P]
(Reindirizzamento da Liceo Scientifico Paleocapa)
Liceo scientifico statale "Pietro Paleocapa"
Entrata Liceo Paleocapa.jpg
L'ingresso del Liceo scientifico "Paleocapa" di Rovigo
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàRovigo
Indirizzovia Alcide De Gasperi 19
Organizzazione
Tipo
  • Liceo scientifico
    • Tradizionale
    • Scienze applicate
    • Sportivo
Ordinamentopubblico
Fondazione1923
PresideCristina Gazzieri
Sito web

Indice

StoriaModifica

Il Liceo scientifico "P. Paleocapa" è uno storico liceo di Rovigo, istituito nel 1923 nell'ambito della riforma Gentile. È intitolato a Pietro Paleocapa, ingegnere idraulico e fautore dell'annessione del Veneto al Piemonte. La prima sede del Liceo è stata palazzo Campo in via Silvestri, successivamente in via Parenzo dal 1954 al 1991 anno in cui è stata trasferita in via De Gasperi.

SediModifica

Palazzo Campo (1923-1954)
 
Palazzo Campo a San Francesco, ingresso scalinata (Rovigo), 2011-03-12

Al principio (seconda metà del '400), palazzo Campo è probabilmente stato edificato sotto commissione dalla famiglia Foligno[secondo chi? Secondo quali fonti?]. Dal 1480 di possesso della famiglia modenese Campo, che lo restaurò ed arricchì d'opere d'arte. Nel 1574 il palazzo ospitò Emanuele Filiberto di Savoia al seguito di Enrico III di Valois e nel 1580 assistette alla realizzazione dell'Accademia dei Concordi. Nel 1898 diventò di proprietà del comune, diventando un convitto femminile fino al 1923, anno in cui diventa la sede del Liceo. Il 9 novembre 1938 passa sotto il possesso della provincia, con la raccomandazione da parte del comune di abbattere l'aula centrale per permettere la costruzione di nuove aule.

Edificio in via Parenzo (1954-1991)

In seguito ad un incendio, gran parte del liceo venne distrutto, per un totale di dieci milioni di lire di danni. Ormai da tempo erano note le problematiche condizioni in cui versavano gli edifici scolastici in seguito alla Seconda guerra mondiale, fu così che la Provincia stanziò ottanta milioni di lire per la costruzione di un edificio in via Parenzo, in una porzione di terreno appartenente al dottor Barioni; accanto sarebbe stata costruita una palestra da condividere con l'istituto tecnico "De Amicis".

Edificio in via De Gasperi (dal 1991)

La sede di via De Gasperi, è stata ultimata nel 2002, seguendo il progetto degli architetti Mario Bottazzi e Giorgio Tarozzi per l'area sud e Lauro Benetti, Marina Paparella e l'ingegnere Stefano Bartolozzi per l'ala nord. Nell'anno scolastico 1995/1996, l'antica sede di palazzo Campo fu adibita a succursale del Liceo, comprendente alcune classi e luogo di incontri per la cittadinanza.

PresidiModifica

  • Ziccardi Giovanni (1923-1924)
  • Grandori Remo (1924-1926)
  • Villani Armando (1926-1928)
  • Dall'Oglio Giovanni (1928-1937)
  • Tarozzi Angelo (1937-1940)
  • Viola Ferruccio (1940-1941)
  • Jodi Casemiro (1941-1943)
  • Draetta Michele (1943-1944)
  • Stadio Alfredo (1944-1945)
  • Ernest Federico (1945-1946)
  • Gorno Alessandro (1946-1947)
  • Stadio Alfredo (1947-1948)
  • Zerbetto Annibale (1948-1951)
  • Gorno Alessandro (1951-1956)
  • Modestino Pasquale (1956-1958)
  • Brunè Carlo (1958-1960)
  • Bortolotti Pietro (1960-1961)
  • Tarantello Gabriele (1961-1963)
  • Pavarin Vittorino (1963-1965)
  • Donatello Renzo (1965-1971)
  • Pavarin Vittorino (1971-1978)
  • Guaraldo Tarquinia (1978-1981)
  • Tiengo Leonilda (1981-1982)
  • Chiari Ercole (1982-1983)
  • Guaraldo Tarquinia (1983-1985)
  • Coin Mario (1985-1989)
  • Santato Virgilio (1989-2010)
  • Faganello Maria Grazia (2010-2014)
  • Paola Passatempi (2014-2017)
  • Fabio Cusin (2017-2018)
  • Cristina Gazzieri (dal 2018)

NoteModifica


BibliografiaModifica

  • Sergio Garbato, Rovigo. I luoghi e il tempo, Signum editrice, 2008, p. 199
  • Maria Chiara Pavani, I 90 anni del Liceo Scientifico, in Ventaglio 90, nº49, 2014.
  • Archivio e biblioteca interni del Liceo Scientifico Statale "P. Paleocapa".
  • Gazzettino di Rovigo, 8 novembre 1938.