Apri il menu principale

Liceo linguistico

tipologia di scuola secondaria superiore italiana specializzata nell'insegnamento delle lingue straniere moderne

Il liceo linguistico è una delle scuole secondarie di secondo grado a cui si può accedere in Italia. Esso prevede l'insegnamento delle materie caratteristiche di un liceo (lingua e letteratura italiana, lingua latina, lingue straniere, storia dell'arte, storia, filosofia, matematica, fisica, biologia, chimica, scienze della terra) e con un notevole approfondimento delle materie linguistiche (lingua e letteratura italiana, lingua latina nel biennio, tre lingue e letterature straniere quinquennali).

Secondo la riforma Gelmini, entrata in vigore dal 1º settembre 2010, è previsto l'insegnamento quinquennale di tre lingue straniere. La lingua inglese viene solitamente studiata come "Lingua e cultura straniera 1". Le altre due lingue straniere possono essere europee o extra-europee (l'offerta delle lingue varia in base all'istituto scolastico). Le lingue straniere che possono essere attivate negli istituti pubblici sono: francese, tedesco, spagnolo, russo, cinese, giapponese, arabo, portoghese. Negli ultimi anni sempre più istituti scolastici hanno scelto di attivare una o più lingue extra-europee.

Il diploma di liceo linguistico garantisce l'accesso a qualsiasi facoltà universitaria.

StoriaModifica

Con il D.M. 31 luglio 1973 viene avviato come sperimentazione negli istituti di istruzione secondaria non statali[1]Il 1º settembre 2010, con la Riforma Gelmini i piani sperimentali, il PNI e il piano Brocca sono stati bloccati.

Sperimentazione linguistica C.M. 27/91Modifica

Discipline Biennio Triennio
I II III IV V
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Storia e geografia 3 3 - - -
Storia - - 2 2 3
Lingua e letteratura latina 3 3 3 3 2
Lingua e letteratura straniera 11 3 3 4 4 4
Lingua e letteratura straniera 21 4 4 4 4 4
Lingua e letteratura straniera 31 - - 5 5 5
Educazione civica, giuridica ed economica 2 2 - - -
Filosofia - - 3 3 3
Matematica con elementi di informatica 4 4 3 3 3
Fisica 3 3 - - -
Biologia, chimica, scienze della terra 3 3 - - -
Scienze e geografia - - 2 2 2
Disegno e linguaggi artistico-visivi 2 2 - - -
Linguaggi artistico-visivi e storia dell'arte - - 2 2 2
Educazione fisica 2 2 2 2 2
Religione cattolica o attività alternative 1 1 1 1 1
Totale delle ore settimanali 35 35 35 35 35
  • Erano previste 33 ore annuali con un lettore madrelingua.
  • La prova scritta di Lingua e letteratura latina era prevista solo per il biennio.

Sperimentazione BroccaModifica

Il progetto Brocca è una sperimentazione esaurita alla cui prima classe è stato possibile iscriversi sino all'anno scolastico 2009-2010; a partire dall'anno scolastico 2010-2011 è infatti iniziata l'applicazione dei nuovi quadri orario. Gli ultimi studenti iscritti al progetto Brocca si sono diplomati nell'anno scolastico 2013-2014.

Discipline Biennio Triennio
I II III IV V
Lingua e letteratura italiana 5 5 4 4 4
Lingua e letteratura latina 4 4 3 2 3
Lingua e letteratura straniera 1 1 3 3 3 3 3
Lingua e letteratura straniera 2 1 4 4 3 3 3
Lingua e letteratura straniera 3 1 - - 5 5 4
Storia dell'arte 2 2 2 2 2
Storia 2 2 3 3 3
Geografia 2 2 - - -
Filosofia - - 2 3 3
Diritto ed economia 2 2 - - -
Matematica ed informatica 4 4 3 3 3
Scienze della Terra 3 - - - -
Biologia - 3 - - 2
Fisica - - - 4 2
Chimica - - 4 - -
Educazione fisica 2 2 2 2 2
Religione cattolica o attività alternative 1 1 1 1 1
Totale delle ore settimanali 34 34 35 35 35
  • 1 Erano previste 33 ore annuali con un lettore madrelingua.

Riforma GelminiModifica

A partire dal 1º settembre 2010, con l'attuazione della riforma Gelmini sono state soppresse tutte le sperimentazioni linguistiche liceali e tutti gli indirizzi precedentemente esistenti, creando a tutti gli effetti un unico indirizzo di liceo linguistico omogeneo a livello nazionale. L'offerta ministeriale attivabile dalle singole scuole, laddove possibile, comprende l'insegnamento della lingua inglese, francese, tedesca, spagnola, russa, araba, portoghese, cinese, giapponese.[2] Il piano di studi è il seguente[3]:

Discipline 1º biennio 2º biennio V
I II III IV
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Lingua latina 2 2 - - -
Lingua e cultura straniera 1 * 4 4 3 3 3
Lingua e cultura straniera 2 * 3 3 4 4 4
Lingua e cultura straniera 3 * 3 3 4 4 4
Storia e Geografia 3 3 - - -
Storia - - 2 2 2
Filosofia - - 2 2 2
Matematica ** 3 3 2 2 2
Fisica - - 2 2 2
Scienze naturali *** 2 2 2 2 2
Storia dell'arte - - 2 2 2
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione cattolica o attività alternative 1 1 1 1 1
Totale delle ore settimanali 27 27 30 30 30

Dal primo anno del secondo biennio è previsto l'insegnamento in lingua straniera di una disciplina non linguistica (CLIL), compresa nell'area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell'area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse assegnato, tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie. Dal secondo anno del secondo biennio è previsto inoltre l'insegnamento, in una diversa lingua straniera, di una disciplina non linguistica (CLIL), compresa nell'area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell'area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse assegnato, tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie.

Offerta formativaModifica

Il liceo linguistico si specializza nello studio delle lingue e delle relative espressioni culturali, comprendendo un totale di cinque lingue nell'intero corso di studio: la lingua e la letteratura italiana, la lingua latina nel biennio, e le tre lingue straniere e le relative letterature nel quinquennio. Con il diploma di maturità linguistica lo studente o la studentessa può accedere a qualsiasi facoltà umanistica e scientifica.

L'offerta delle lingue straniere viene lasciata ai singoli istituti, anche se le prime due lingue straniere sono spesso due lingue comunitarie, solitamente inglese e una tra spagnolo, francese e tedesco. La terza lingua invece può essere una delle lingue comunitarie già citate, oppure (anche se meno del 0,4% delle scuole in Italia le include nei percorsi di studi) russo (circa il 0,2% degli istituiti), cinese (meno del 0,01% degli istituti), arabo (solo 5 istituiti in tutta Italia lo includono nel percorso di studi di cui 3 privati) o giapponese (solo 3 istituti di cui 2 privati). Negli istituti paritari l'offerta linguistica può variare ulteriormente anche se le scuole che insegnano altre lingue, oltre a quelle sopra indicate, sono meno di 7 in tutta Italia; le lingue insegnate sono: hindi (2), norvegese, swahili, indonesiano, vietnamita e albanese.

Esame di maturitàModifica

L'esame di maturità si svolge in maniera identica agli altri istituti, con distinzione per il contenuto della seconda prova ossia quella d'indirizzo:

  • 1ª prova: produzione di un testo in lingua italiana o nella lingua ufficiale di insegnamento prevista
  • 2ª prova: comprensione del testo e/o produzione scritta in una o più lingue straniere tra quelle studiate (a scelta del MIUR)
  • 3ª prova: esame orale

Il liceo linguistico con sperimentazione EsaBac ha il seguente esame di maturità:

  • 1ª prova: produzione di un testo in lingua italiana o nella lingua ufficiale di insegnamento prevista
  • 2ª prova: comprensione del testo e/o produzione scritta in una o più lingue straniere tra quelle studiate (a scelta del MIUR)
  • 3ª prova: esame scritto di lingua e letteratura francese e di storia in lingua francese
  • 4ª prova: esame orale

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE7710843-7