Liceo linguistico

tipologia di scuola secondaria superiore italiana specializzata nell'insegnamento delle lingue straniere moderne

Il liceo linguistico è una delle scuole secondarie di secondo grado a cui si può accedere in Italia. Esso prevede l'insegnamento delle materie caratteristiche di un liceo (lingua e letteratura italiana, lingua latina, lingua inglese, storia, filosofia, matematica, fisica, biologia, chimica, scienze della terra) e con un notevole approfondimento delle materie umanistiche e linguistiche (lingua e letteratura italiana, lingua latina nel biennio, lingua e letteratura inglese, seconda lingua e letteratura straniera e terza lingua e letteratura straniera).

Secondo la riforma Gelmini entrata in vigore dal 1º settembre 2010, le due lingue straniere che si possono scegliere (oltre alla lingua inglese) sono il francese, tedesco, spagnolo, portoghese, russo, cinese, giapponese, arabo e coreano.

Il diploma di liceo linguistico garantisce l'accesso a qualsiasi facoltà universitaria.

Indice

StoriaModifica

Con il D.M. 31 luglio 1973 viene avviato come sperimentazione negli istituti di istruzione secondaria non statali, mentre nell'anno successivo la sperimentazione viene estesa anche agli istituti statali in cui comprendevano 4 sezioni (a scelta): definitiva; solo lingue; solo lingue con attività didattiche e solo lingue con materie scientifiche. Viene poi ripresa con il C.M. 27/1991[1] Il 1º settembre 2010, con la Riforma Gelmini i piani sperimentali, il PNI e il piano Brocca sono stati bloccati.

Sperimentazione linguistica C.M. 27/91 1ª Sezione (Definitiva)Modifica

Discipline Biennio Triennio
I II III IV V
Lingua e letteratura italiana 2 2 1 1 1
Lingua e letteratura latina 3 3 - - -
Lingua e letteratura straniera 1 * 3 3 4 4 4
Lingua e letteratura straniera 2 * 3 3 4 4 4
Lingua e letteratura straniera 3 * 3 3 4 4 4
Lingua e letteratura straniera 4 * 3 3 4 4 4
Matematica con elementi di informatica 1 1 -
Educazione fisica 2 2 2 2 2
Religione cattolica o attività alternative 1 1 1 1 1
Totale delle ore settimanali 20

2ª Sezione (solo lingue)Modifica

Discipline Biennio Triennio
I II III IV V
Lingua italiana e letteratura italiana* 3
Lingua inglese e letteratura inglese * 3
Lingua francese e letteratura francese * 3
Lingua spagnola e letteratura spagnola * 3
Lingua tedesca e letteratura tedesca * 3
Lingua portoghese e letteratura portoghese * 3
Lingua cinese e letteratura cinese * 3
Lingua giapponese e letteratura giapponese * 3
Lingua russa e letteratura russa * 3
Lingua araba e letteratura araba * 3
Totale delle ore settimanali 30

3ª Sezione (solo lingue con attività didattiche)Modifica

Discipline Biennio Triennio
I II III IV V
Lingua inglese e letteratura inglese * 3
Lingua francese e letteratura francese * 3
Lingua spagnola e letteratura spagnola * 3
Lingua tedesca e letteratura tedesca * 3
Lingua portoghese e letteratura portoghese * 3
Disegno 1 3
Musica (insegnamento dell'uso dei strumenti musicali) 1 3
Sport (educazione fisica) 1 3
Religione 1 1
Totale delle ore settimanali 25

4ª Sezione (solo lingue con materie scientifiche)Modifica

Discipline Biennio Triennio
I II III IV V
Lingua inglese e letteratura inglese * 3
Lingua francese e letteratura francese * 3
Lingua spagnola e letteratura spagnola * 3
Lingua tedesca e letteratura tedesca * 3
Matematica 2 4
Fisica 2 3
Chimica 2 3
Biologia 2 2
Geologia 2 2
Totale delle ore settimanali 26
  • * Erano previste 33 ore annuali con un lettore madrelingua.1 I voti per quelle materie non esistevano, gli alunni erano liberi di ciò che volevano fare in quelle materie.2 nelle materie scientifiche si faceva almeno 1 ora a settimana le teorie applicate, cioè che venivano praticate e non solo studiate. Da casa sia per italiano e le altre lingue si portava un libro a scelta e si leggeva in silenzio e questo valeva per tutte le sezioni e si leggeva il libro scelto almeno 1 ora a settimana. Non si andava a scuola i sabati e a casa non si studiava, perché si insegnava di più e si facevano più esercizi in classe. Il prof. poteva interrogare o fare una verifica scritta solo una volta al mese, se faceva una verifica scritta più di una volta o interrogava più di una volta, veniva multato o denunciato dagli studenti chiedendolo al dirigente scolastico.

Sperimentazione BroccaModifica

Il progetto Brocca è una sperimentazione esaurita alla cui prima classe è stato possibile iscriversi sino all'anno scolastico 2009-2010; A partire dall'anno scolastico 2010-2011 è infatti iniziata l'applicazione dei nuovi quadri orario. Gli ultimi studenti iscritti al progetto Brocca si sono diplomati nell'anno scolastico 2013-2014.

Discipline Biennio Triennio
I II III IV V
Lingua e letteratura italiana 5 5 4 4 4
Lingua e letteratura latina 3 3 - - -
Storia e Geografia 2 2 2 2 2
Storia dell'arte 2 2 2 2 2
Filosofia - - 2 2 2
Diritto ed economia 2 2 - - -
Lingua e letteratura straniera 1 1 5 5 7 7 7
Lingua e letteratura straniera 2 1 4 4 5 5 5
Lingua e letteratura straniera 3 1 4 4 5 5 5
Matematica ed informatica 2 2 2 2 2
Geologia 2 - 1 - -
Biologia - 2 1 - 3
Fisica - - 1 3 -
Chimica - - 2 - -
Educazione fisica 2 2 2 2 2
Religione cattolica o attività alternative 1 1 1 1 1
Totale delle ore settimanali 34 35
  • 1 Erano previste 33 ore annuali con un lettore madrelingua.

Riforma FedeliModifica

A partire dal 1º settembre 2017, con l'attuazione della riforma Gelmini sono state soppresse tutte le sperimentazioni linguistiche liceali e tutti gli indirizzi precedentemente esistenti, creando a tutti gli effetti un unico indirizzo di liceo linguistico omogeneo a livello nazionale. L'offerta ministeriale attivabile dalle singole scuole, laddove possibile, comprende l'insegnamento della lingua inglese, francese, tedesca, spagnola, russa, araba, portoghese, cinese, giapponese e coreana.[2] Il piano di studi è il seguente[3]:

Discipline 1º biennio 2º biennio V
I II III IV
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Lingua latina 2 2 - - -
Lingua e cultura straniera 1 1 4 4 5 5 5
Lingua e cultura straniera 2 1 4 4 4 4 4
Lingua e cultura straniera 3 1 4 4 4 4 4
Storia e geografia 2 2 2 2 2
Filosofia - - 2 2 2
Matematica 2 2 2 2 2 2
Fisica - - 2 2 2
Scienze naturali 3 2 2 2 2 2
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Disegno e Storia dell'arte 2 2 2 2 2
Religione cattolica o attività alternative 1 1 1 1 1
Totale delle ore settimanali 27 27 30 30 30
  • 1 Sono previste 33 ore annuali di conversazione col docente di madrelingua e 33 ore di traduzioni di testi
  • 2 Con Informatica al primo biennio
  • 3 Biologia, Chimica, Geologia

Dal primo anno del secondo biennio è previsto l'insegnamento in lingua straniera di una disciplina non linguistica (CLIL), compresa nell'area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell'area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse assegnato, tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie. Dal secondo anno del secondo biennio è previsto inoltre l'insegnamento, in una diversa lingua straniera, di una disciplina non linguistica (CLIL), compresa nell'area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell'area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse assegnato, tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie.

Offerta formativaModifica

Il liceo linguistico si specializza nello studio delle lingue e delle relative espressioni culturali, comprendendo un totale di cinque lingue nell'intero corso di studio: la lingua e la letteratura italiana, la lingua latina nel biennio, e le tre lingue straniere e le relative letterature nel quinquennio. Con il diploma di maturità linguistica lo studente o la studentessa può accedere a qualsiasi facoltà umanistica e scientifica.

L'offerta delle lingue straniere viene lasciata ai singoli istituti, anche se le prime due lingue straniere sono spesso due lingue comunitarie, solitamente inglese e una tra spagnolo, francese e tedesco. La terza lingua invece può essere una delle lingue comunitarie già citate, oppure russo, cinese, arabo o giapponese.[4] Negli istituti paritari l'offerta linguistica può variare ulteriormente.

Esame di maturitàModifica

L'esame di maturità si svolge in maniera identica agli altri istituti, con distinzione per il contenuto della seconda prova ossia quella d'indirizzo:

  • 1ª prova: produzione di un testo in lingua italiana o nella lingua ufficiale di insegnamento prevista.
  • 2ª prova: comprensione del testo e/o produzione scritta in una delle lingue straniere studiate (a scelta del MIUR).
  • 3ª prova: questionario su 4/5 materie caratterizzanti l'ultimo anno di studio.
  • 4ª prova: esame orale.

Il liceo linguistico con sperimentazione EsaBac ha il seguente esame di maturità:

  • 1ª prova: produzione di un testo in lingua italiana o nella lingua ufficiale di insegnamento prevista.
  • 2ª prova: comprensione del testo e/o produzione scritta in una delle lingue straniere studiate (a scelta del MIUR).
  • 3ª prova: questionario su 4/5 materie caratterizzanti l'ultimo anno di studio.
  • 4ª prova: esame scritto di lingua e letteratura francese e di storia in lingua francese.
  • 5ª prova: esame orale.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica