Apri il menu principale

Lidia Ravera (Torino, 6 febbraio 1951) è una scrittrice e giornalista italiana.

Lidia Ravera

Assessore alla Cultura e Politiche Giovanili
della Regione Lazio
Durata mandato marzo 2013 –
2018
Presidente Nicola Zingaretti

Dati generali
Partito politico PD

Indice

BiografiaModifica

Dopo gli studi, compiuti al liceo classico Vincenzo Gioberti, raggiunge la notorietà nel 1976 con il romanzo Porci con le ali, scritto a quattro mani insieme a Marco Lombardo Radice (con lo pseudonimo di "Antonia"). Il libro, pubblicato da Samonà e Savelli, tratta della storia d'amore tra due adolescenti, attraverso la quale gli autori tracciano un affresco sulla vita dei "fratelli minori" della generazione del Sessantotto.

In seguito scrive diversi romanzi (Le seduzioni dell'inverno è stato finalista al Premio Strega 2008 e Piangi pure è risultato vincitore assoluto al Premio Nazionale Letterario Pisa 2013 sezione Narrativa) e saggi e pubblica alcuni racconti - L'altro amore,Trinità, Imprevista - in Principesse azzurre 2, 3, 4, a cura di Delia Vaccarello.

Ha collaborato a numerose sceneggiature per il cinema e per alcune serie televisive della RAI.

Attività politicaModifica

Dal 2013 al 2018 è Assessore alla Cultura e Politiche giovanili nella Regione Lazio guidata dal Presidente Nicola Zingaretti.

OpereModifica

RomanziModifica

RaccontiModifica

  • Legami famigliari, a cura di, Roma, Controluce, 1995.
  • Il compleanno di Giorgiana. Giorgiana Masi, Roma - 12 maggio 1977, in Paola Staccioli (a cura di), In ordine pubblico. 10 scrittori per 10 storie, Roma, Fahrenheit 451, 2005. ISBN 88-86095-88-0.

ArticoliModifica

  • Lidia e gli anni '80. Gli articoli di Lidia Ravera per Cosmopolitan, s.l., Syds Italia, 1990.

IntervisteModifica

  • La vita che vorrei. [Un confronto sul vissuto, la politica, il Paese che è stato e quello che potrebbe essere], con Nichi Vendola, Roma, Audino, 2012. ISBN 978-88-7527-218-0.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN17228498 · ISNI (EN0000 0001 1041 3528 · SBN IT\ICCU\CFIV\009391 · LCCN (ENn79060079 · GND (DE119439611 · BNF (FRcb119212393 (data)