Ligue 2

Secondo livello professionistico del campionato di calcio francese
Ligue 2
Ligue 2 BKT.svg
SportFootball pictogram.svg Calcio
PaeseFrancia Francia
OrganizzatoreLFP
TitoloChampion de France de Ligue 2
(campione di Francia della Ligue 2)[1]
Cadenzaannuale
Aperturaagosto
Partecipanti20 squadre
FormulaGirone all'italiana A/R
Promozione inLigue 1
Retrocessione inChampionnat National
Sito Internetwww.ligue2.fr
Storia
Fondazione1933
Numero edizioni82
DetentoreTroyes
Record vittorieLe Havre
Nancy (5)
Ultima edizioneLigue 2 2020-2021
Edizione in corsoLigue 2 2021-2022
Trophée de la Ligue 2.JPG
Trofeo o riconoscimento

La Ligue 2, nota anche come Ligue 2 BKT per motivi di sponsorizzazione[2], è la seconda divisione del campionato francese di calcio.

Comprende 20 squadre che si affrontano in partite di andata e ritorno durante la stagione per un totale di 38 giornate. Alla fine del campionato le prime due classificate sono promosse in Ligue 1 e la terza disputa uno spareggio contro la terzultima classificata della Ligue 1. Le ultime due classificate retrocedono nello Championnat National e la terzultima disputa uno spareggio contro la terza classificata nello Championnat National.

Assieme alla Ligue 1 è organizzata dalla LFP.

StoriaModifica

Il campionato francese di calcio di seconda divisione, la Division 2, fu istituito nel 1933, un anno dopo l'istituzione della massima divisione con carattere professionistico. La prima stagione vide affrontarsi ventitré squadre, tra cui le sei squadre retrocesse dal campionato di Division Nationale 1932-1933 e molti dei club che un anno prima si erano opposti alla creazione della massima divisione. Nel 1933-1934 compagini quali Strasburgo, Roubaix, Amiens militarono nel campionato di seconda serie malgrado non rispettassero i criteri soggettivi richiesti per giocare a livello professionistico e disputare la massima serie. I ventitré club furono divisi in due gruppi: quattordici nel gruppo nord e nove nel gruppo sud. Ciascuna delle due squadre vincitrici dei gironi si affrontavano per stabilire la squadra promossa in massima serie. Il 20 maggio 1934 il Red Star Saint-Ouen, campione del gruppo nord, affrontò l'Olympique Alès, campione del gruppo sud, e lo batté per 3-2, ma l'Alès, pur perdendo, ottenne insieme agli avversari la promozione in massima divisione, così come Strasburgo e Mulhouse, squadre vincitrici degli spareggi, dal momento che la prima divisione fu allargata a sedici squadre.

A causa delle numerose fusioni tra squadre, dei numerosi fallimenti di vari club e della perdita dello status professionistico di altre compagini, la federazione decise di trasformare il campionato cadetto francese in un torneo a sedici squadre, adottando il girone unico per la stagione 1934-1935. L'instabilità caratterizzò tuttavia anche i mesi seguenti, tanto che la lega fu portata a diciannove squadre nella stagione successiva e a venticinque due anni dopo, con la divisione in quattro gruppi.

Dopo la sospensione dell'attività calcistica determinata dalla seconda guerra mondiale, il formato del torneo si stabilizzò: club professionistici furono affiancati da club dilettantistici, il cui sviluppo fu via via favorito sino al passaggio allo status professionistico.

La riforma del 1993 impose lo status professionistico per tutti i club militanti in seconda serie.

Nel 2002 il campionato mutò nome in Ligue 2.

Nel novembre 2014 la procura federale mise sotto inchiesta la partita tra Caen e Nîmes del maggio precedente, a causa di combine.[3]

La stagione 2019-2020 fu sospesa e cancellata dalla Federazione calcistica della Francia a seguito dell'emergenza dovuta alla pandemia di COVID-19 in Francia. La Ligue de Football Professionnel (LFP) decise di omologare la classifica valida al momento dell'interruzione della stagione, procedendo con due promozioni dirette e due retrocessioni dirette.[4]

Partecipazioni per squadraModifica

Di seguito viene riportato il numero di campionati alle quali hanno partecipato le varie squadre, aggiornato all'edizione 2021-2022, l'ottantatreesima.

SquadreModifica

Di seguito l'organico della stagione 2021-2022.

Squadra Città Stadio Capienza
Ajaccio Ajaccio Ajaccio Stade François Coty 10.660
Amiens Amiens Amiens Stade de la Licorne 12.097
Auxerre Auxerre Auxerre Stade de l'Abbé-Deschamps 21.379
Auxerre Bastia Bastia Stadio Armand Cesari 16.480
Caen Caen Caen Stade Michel d'Ornano 21.215
Digione Digione Digione Stadio Gaston Gérard 15.000
Dunkerque Dunkerque Dunkerque Stadio Marcel Tribut 4.200
Grenoble Grenoble Grenoble Stade des Alpes 20.068
Guingamp Guingamp Guingamp Stade de Roudourou 19.033
Le Havre Le Havre Le Havre Stade Océane 25.000
Nancy Nancy Nancy Stadio Marcel Picot 20.085
Nimes Nîmes Nîmes Stadio delle Costières 29.497
Niort Niort Niort Stade René Gaillard 10.886
Paris FC Paris FC Parigi Stadio Charléty 20.000
Pau Pau Pau Nouste Camp 4.144
Quevilly Quevilly Le Petit-Quevilly Stadio Robert Diochon 12.018
Rodez Rodez Rodez Stade Paul Lignon 5.955
Sochaux Sochaux Montbéliard Stade Auguste Bonal 20.000
Tolosa Tolosa Tolosa Stadium 33.150
Valenciennes Valenciennes Valenciennes Stade du Hainaut 25.172

Albo d'oroModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Albo d'oro della Ligue 2.

Classifica squadre vincitriciModifica

Vittorie Squadra
5
Le Havre
Nancy
4
Lens
Nizza
Lilla
Metz
3
Saint-Étienne
Strasburgo
Olympique Lione
Montpellier
2
Red Star
Olympique Alès
FC Nancy
Grenoble
Sochaux
Rennes
Ajaccio
Tolosa
Angers
Valenciennes
Caen
Bastia
Stade Reims
Troyes
1
Rouen
Nîmes
Stade Français
Sedan
Paris Saint-Germain
Gueugnon
Auxerre
Brest
Tolosa
Lorient
Tours
RC France
Bordeaux
Martigues
Olympique Marsiglia
Châteauroux
Évian TG
Monaco

NoteModifica

  1. ^ (FR) Dispositions relatives aux Championnats de France de Ligue 1 et de Ligue 2 (PDF), in Ligue de Football Professionnel, Fédération Française de Football, p. 115. URL consultato il 4 maggio 2015.
  2. ^ (FR) Coup d’envoi pour la Domino's Ligue 2, in Lfp.fr, 14 aprile 2016.
  3. ^ Casse di vino per truccare le partite: confessioni choc in Francia, goal.com, 20 novembre 2014.
  4. ^ (FR) Lorient sacré champion de Ligue 2 et promu avec Lens, L'Équipe, 30 aprile 2020.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio