Apri il menu principale
Lillian Nordica come Brunilde nell'opera L'anello del Nibelungo di Wagner

Lillian Nordica, pseudonimo di Lillian Allen Norton (Farmington, 12 dicembre 1857Giacarta, 10 maggio 1914), è stata un soprano statunitense.

BiografiaModifica

 
Ritratto di Lillian Nordica, eseguito da Hermann Schmiechen, 1878

Lillian Nordica nacque a Farmington il 12 dicembre 1857, figlia di Edwin e Amanda Allen Norton; la sua famiglia si trasferì a Boston, quando Lillian aveva sette anni, dove suo padre fondò uno studio fotografico.[1]

Si avvicinò alla musica studiando al New England Conservatory of Music, dopo di che effettuò una tournée in Europa e durante il suo esordio milanese nel Don Giovanni, nel ruolo di donna Anna (1879), il suo cognome venne tradotto in Nordica, che assunse come pseudonimo;[1]proseguì cantando come Violetta in La traviata di Giuseppe Verdi, e dopo essersi esibita in molte città italiane, tedesche e russe, debuttò all'Opéra national de Paris di Parigi nel 1882 come Marguerite nel Faust di Charles Gounod.[2]

Svolse la sua attività sia in Europa sia negli Stati Uniti, dove ottenne un grande successo al Metropolitan Opera House.[3][2]

Importante fu la sua rappresentazione nel ruolo di Elsa nell'opera Lohengrin presso il Festival Theater di Bayreuth.[1]

Il suo tour di concerti la portò nel Sud Pacifico. Dopo essersi esibita a Melbourne, in Australia, la sua nave, la Tasman, si incagliò lungo la rotta verso Giava su una scogliera nello Stretto di Torres. Il Tasman fu salvato da una nave a carbone giapponese e si diresse verso l'isola di Giava.[1][2]

Nordica si ammalò di polmonite.[1][2] Sembrava riprendersi e fu trasferita a Giacarta.

Le sue condizioni tuttavia peggiorarono e morì il 10 maggio 1914.[1][2]

Dotata di una vocalità agile, estesa e squillante, si dedicò nella prima parte della sua carriera ai ruoli d'agilità.[3] Quando la voce maturò e divenne opulenta si accostò al repertorio drammatico e, in particolare a quello wagneriano, nel quale ottenne i maggiori successi,[3] grazie anche alla sua pregevole presenza.[2]

Lillian Nordica si sposò tre volte: il primo marito, nel gennaio del 1883 a Parigi, fu Frederick Gower, un ricco direttore commerciale; il secondo fu il baritono ungherese Zoltan Döme, che sposò a Chicago nel 1896; il terzo fu George Washington Young, ricco finanziere, sposato a Londra nel 1907.[1][4]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g (EN) Madame Nordica, su lilliannordica.com. URL consultato l'11 aprile 2019.
  2. ^ a b c d e f (EN) Lillian Nordica, su britannica.com. URL consultato l'11 aprile 2019.
  3. ^ a b c Lillian Nordica, in le muse, VIII, Novara, De Agostini, 1967, p. 309.
  4. ^ (EN) Lillian Nordica – An Opera Diva With a Tragic Flair for the Dramatic, su newenglandhistoricalsociety.com. URL consultato l'11 aprile 2019.

BibliografiaModifica

  • (EN) Hugh Chisholm, Nordica, Lilian, in Encyclopædia Britannica (ediz. 11), Cambridge, Cambridge University Press., 1911.
  • (DE) Ludwig Eisenberg, Großes biographisches Lexikon der Deutschen Bühne im XIX. Jahrhundert, Lipsia, 1903.
  • (EN) Henry Pleasants, The Great Singers, Londra, Macmillan Publishing, 1983.
  • (EN) George Edwin Rines, Nordica, Lillian, in Encyclopedia Americana, 1920.
  • (EN) Michael Scott, The Record of Singing, Londra, Duckworth, 1977.
  • (EN) Lillian Nordica's Voice is Stilled by Death on Other Side of the Globe, Far From Her Friends,, in Syracuse Herald, 11 maggio 1914, p. 5.
  • (EN) Music, in Kennebec Maine Journal (Augusta), VI, 23 ottobre 1976, p. 7.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN34645726 · ISNI (EN0000 0000 3815 8779 · LCCN (ENno91029656 · GND (DE120799480 · BNF (FRcb13927214g (data) · WorldCat Identities (ENno91-029656