Linea S10 (rete celere del Canton Ticino)

linea transfrontaliera del Canton Ticino

La linea S10 della rete celere del Canton Ticino collega Biasca[1] a Como, passando per le città di Bellinzona, Lugano, Mendrisio e Chiasso.[2] Il servizio è operato da TiLo.

S10
(Rete celere del Canton Ticino)
Servizio di trasporto pubblico
StatiBandiera della Svizzera Svizzera
Bandiera dell'Italia Italia
InizioBellinzona
FineComo
Apertura2004
Linee impiegateFerrovia del Gottardo
 
GestoreTiLo
Mezzi utilizzatiRABe 524
 
N. stazioni e fermate22
Lunghezza120 km
Trasporto pubblico
Rete celere ticinese
Linea S10
 Airolo
 Ambrì-Piotta
 Faido
 Lavorgo
 Bodio
 Biasca
 Castione-Arbedo
 Bellinzona
 Giubiasco S20 S90
 Lugano S90 (→ S 60)
 Lugano-Paradiso
 Melide
 Maroggia-Melano
 Capolago-Riva San Vitale
 Mendrisio San Martino
 Mendrisio S40 S50
 Balerna
 Chiasso
   Como San Giovanni

La linea nasce nel 2004 come tratta che collega Bellinzona a Chiasso, andando a sostituire le vecchie corse regionali, effettuando tutte le fermate previste tra le due stazioni. All'entrata in funzione, diventa la linea principale della compagnia lombardo-ticinese TiLo sul versante elvetico, sfruttando la tratta ferroviaria della linea del Gottardo. L'orario prevede una corsa ogni mezz'ora, di cui una all'ora viene anche prolungata fino a Biasca.

Il 27 aprile 2007 entrano in servizio i nuovi elettrotreni politensione serie RABe 524[3].

Nel 2008 la linea viene prolungata oltreconfine, andando a raggiungere le stazioni di Como San Giovanni e di Albate-Camerlata, a sud del capoluogo lariano[4][5].

A partire dal 13 dicembre 2008, in accordo con la Regione Lombardia, il Canton Ticino rinumera le proprie linee: la linea S1 diventa S10. A partire dal dicembre 2011 tre corse al giorno proseguono senza cambio come treno regionale fino a Milano Centrale, fermando a Seregno e a Monza (ma non fermando ad Albate-Camerlata).

Con il cambio orario del 15 dicembre 2013 la linea venne arretrata da Albate a Chiasso, abbandonando il percorso in territorio italiano, già servito dalla linea S11 del servizio ferroviario suburbano di Milano, a causa del basso afflusso di passeggeri[6].

Il cambio orario del 13 dicembre 2015 ripristina la lunghezza della linea S10 fino ad Albate; il 2 settembre 2018 essa viene nuovamente accorciata a Como San Giovanni[7].

A fine 2020 la linea viene spostata lungo la nuova galleria di base del Monte Ceneri, escludendo dal percorso 4 stazioni (Lamone-Cadempino, Taverne-Torricella, Mezzovico e Rivera-Bironico) che saranno servite dalla nuova linea S90.[8]

Orario di servizio

modifica

A partire dal 13 dicembre, dalle 5.00 alle 24.00 treni ogni 30 minuti, alternativamente Biasca-Chiasso e Bellinzona-Como. Nelle ore di punta corse supplementari circolano ogni 15 minuti circa, con corse S (Suburbani, senza numero, fermano a Bellinzona, Giubiasco, Lamone-Cadempino, poi tutte fino a Chiasso) o RE (RegioExpress, partendo da Bellinzona effettuano le fermate alle stazioni di Lamone-Cadempino, Lugano, Mendrisio per concludere la corsa a Chiasso).

Sono previste le coincidenze a Como San Giovanni con i treni della linea per Lecco, a Chiasso con i treni da e per Milano e a Giubiasco con le corse da e per Locarno mentre a Biasca con le linee automobilistiche della Leventina e della valle di Blenio.

A partire dal 12 dicembre 2010 anche la stazione di Ambrì Piotta (rimasta chiusa per 15 anni) è servita dalla linea S10 con due corse mattutine in direzione sud e due serali in direzione nord. La tratta Bellinzona-Airolo è poi passata in capo alla S20.

Dal 7 gennaio 2018, previa attivazione integrale della ferrovia Mendrisio-Varese, i treni della linea S10 in salita dal comense, una volta arrivati a Mendrisio, vengono agganciati al coincidente treno della linea S50 proveniente da Malpensa Aeroporto: il convoglio così composto prosegue la corsa fino a Bellinzona. Viceversa, sul tragitto opposto, il doppio treno bloccato viene separato a Mendrisio, onde proseguire in composizione singola sulle rispettive tratte[9].

Per tutto il 2019 il primo treno mattutino diretto a sud da Bellinzona non ferma nelle stazioni di Rivera-Bironico, Mezzovico, Taverne-Torricella e Lamone-Cadempino[10].

Materiale rotabile

modifica

Tutte le corse utilizzano elettrotreni RABe 524 a 4 casse della società TiLo, appartenenti alla famiglia FLIRT.

Dal cambio d'orario del 12 dicembre 2010 sono state messe in servizio nuove composizioni FLIRT a sei casse (invece delle precedenti 4), più capienti.

  1. ^ Alcune corse partono da Airolo, oppure vi arrivano.
  2. ^ S10/RE10 Ticino-Milano, su tilo.ch, TiLo. URL consultato il 26 ottobre 2017.
  3. ^ FLIRT bitensione, in "I Treni" n. 294 (giugno 2007), p. 9
  4. ^ Bitensioni in Italia, in "I Treni" n. 312 (febbraio 2009), p. 8
  5. ^ La Bellinzona-Chiasso arriverà a Como e ad Albate
  6. ^ TiLo - Importanti novità per il cambio orario 2014 Archiviato il 17 dicembre 2013 in Internet Archive.
  7. ^ Da settembre novità per i collegamenti TILO VareseNews, 3 settembre 2018
  8. ^ Katharina Balande, La galleria di base del Monte Ceneri entra in funzione, su news.sbb.ch. URL consultato l'11 luglio 2022 (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2021).
  9. ^ Arcisate Stabio: ecco il perché di ritardi e soppressioni - VareseNews, 19 gen 2018
  10. ^ Novità cambio orario Archiviato il 2 gennaio 2020 in Internet Archive. - tilo.ch, 5 nov 2019

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica