Linea di successione al trono britannico

La linea di successione al trono britannico è regolata dall'Act of Settlement del 1701, dalla Succession to the Crown Act del 2013 (che ha abrogato il Royal Marriages Act del 1772) e dalla Common law.

Il trono costruito nel 1296, a volte chiamato il "Coronation Chair" o "King Edward's Chair" con la Stone of Scone posizionata sotto la sella, per 700 anni utilizzata per l'incoronazione dei monarchi inglesi, del Regno di Gran Bretagna e del Regno Unito.

La linea di successione è limitata agli eredi di Sofia del Palatinato, norma stabilita nel 1701 per evitare che salisse al trono un sovrano cattolico discendente dalla famiglia Stuart. La successione segue alcuni requisiti:

  • Una persona è sempre immediatamente seguita, nella successione, dal suo discendente più diretto, ad eccezione di eventuali legittimi discendenti che già appaiono più in alto nella linea di successione (nel caso di figli di matrimoni all'interno della stessa casata tra persone di generazioni diverse, eventualità ormai trascurabile). I figli più grandi vengono prima dei più giovani. Il figlio maschio di una persona, indipendentemente dall'età, viene prima della figlia (tale norma è valida solo per i nati prima del 28 ottobre 2011. Dopo questa data, infatti, si segue il principio della primogenitura semplice).[1]
  • Occorre il consenso del sovrano per potersi sposare (soltanto per le prime sei persone in linea di successione al trono), pena la decadenza dai diritti dinastici;
  • Una persona nata da genitori non sposati non è inclusa nella linea di successione. L'eventuale successivo matrimonio dei genitori non modifica la situazione.

Oltre a identificare il prossimo sovrano, la linea di successione è utilizzata anche per selezionare gli eventuali reggenti.

Linea di successioneModifica

 
Sua altezza reale Carlo, principe del Galles, è il primo in linea di successione al trono britannico dal 1952, da quando Elisabetta II è diventata regina.

Sono elencate le prime 59 persone della linea di successione al trono britannico.

La linea di successione, a partire dai discendenti di re Giorgio V del Regno Unito, è la seguente:[2][3][4]

  •   Sua maestà re Edoardo VIII del Regno Unito (18941972), primo figlio di sua maestà re Giorgio V del Regno Unito
  •   Sua maestà re Giorgio VI del Regno Unito (18951952), secondo figlio di re Giorgio V
  • Sua altezza reale il principe Henry, duca di Gloucester (1900-1974), terzo figlio maschio di re Giorgio V
    • Sua altezza reale il principe William di Gloucester (1941-1972), primo figlio del principe Henry
    • 27. Sua altezza reale il principe Richard, duca di Gloucester, nato nel 1944, secondo figlio del principe Henry
      • 28. Alexander Windsor, conte di Ulster, nato nel 1974, figlio del principe Richard
        • 29. Xan Windsor, barone Culloden, nato nel 2007, figlio di Alexander
        • 30. Lady Cosima Windsor, nata nel 2010, figlia di Alexander
      • 31. Lady Davina Lewis, nata nel 1977, prima figlia del principe Richard
        • 32. Senna Lewis, nata nel 2010, figlia di Lady Davina
        • 33. Tane Lewis, nato nel 2012, figlio di Lady Davina
      • 34. Lady Rose Gilman, nata nel 1980, seconda figlia del principe Richard
        • 35. Lyla Gilman, nata nel 2010, figlia di Lady Rose
        • 36. Rufus Gilman, nato nel 2012, figlio di Lady Rose
  • Sua altezza reale il principe George, duca di Kent (1902-1942), quarto figlio maschio di re Giorgio V
    • 37. Sua altezza reale il principe Edward, duca di Kent, nato nel 1935, primo figlio del principe George
      • 38. Giorgio, conte di Sant'Andrea, nato nel 1962, primo figlio del principe Edward[5]
        • Edward, Lord Downpatrick, nato nel 1988, figlio di Giorgio EC
        • Lady Marina Windsor, nata nel 1992, prima figlia di Giorgio EC
        • 39. Lady Amelia Windsor, nata nel 1995, seconda figlia di Giorgio
      • Lord Nicholas Windsor, nato nel 1970, secondo figlio maschio del principe Edward EC
        • 40. Onorevole Albert Windsor, nato nel 2007, primo figlio di Lord Nicholas
        • 41. Onorevole Leopold Windsor, nato nel 2009, secondo figlio di Lord Nicholas
        • 42. Onorevole Louis Windsor, nato nel 2014, terzo figlio di Lord Nicholas
      • 43. Lady Helen Taylor, nata nel 1964, figlia del principe Edward
        • 44. Columbus Taylor, nato nel 1994, primo figlio di Lady Helen
        • 45. Cassius Taylor, nato nel 1996, secondo figlio di Lady Helen
        • 46. Eloise Taylor, nata nel 2003, prima figlia di Lady Helen
        • 47. Estella Taylor, nata nel 2004, seconda figlia di Lady Helen
    • 48. Sua altezza reale il principe Michael di Kent, nato nel 1942, secondo figlio maschio del principe George[5]
      • 49. Lord Frederick Windsor, nato nel 1979, figlio del principe Michael
        • 50. Onorevole Maud Windsor, nata nel 2013, figlia di Lord Frederick
        • 51. Onorevole Isabella Windsor, nata nel 2016, figlia di Lord Frederick
      • 52. Lady Gabriella Kingston, nata nel 1981, figlia del principe Micheal
    • 53. Sua altezza reale la principessa Alexandra, onorevole Lady Ogilvy, nata nel 1936, figlia del principe George
      • 54. James Ogilvy, nato nel 1964, figlio della principessa Alexandra
        • 55. Alexander Ogilvy, nato nel 1996, figlio di James
        • 56. Flora Ogilvy, nata nel 1994, figlia di James
      • 57. Marina Ogilvy, nata nel 1966, figlia della principessa Alexandra
        • 58. Christian Mowatt, nato nel 1993, figlio di Marina
        • 59. Zenouska Mowatt, nata nel 1990, figlia di Marina

Legenda:

  •  : simbolo di un sovrano passato.
  •  : simbolo del sovrano regnante.
  • EC: escluso perché cattolico/a.

NoteModifica

  1. ^ Succession to the Crown Act 2013, su services.parliament.uk. URL consultato il 25 luglio 2013.
  2. ^ Fino alla 17ª posizione:
    (EN) Succession – The Royal Family, su royal.uk. URL consultato il 20 maggio 2018.
  3. ^ Fino alla 45ª posizione:
    (EN) The Line of Succession, su debretts.com. URL consultato il 20 maggio.
  4. ^ Fino alla 57ª posizione:
    (EN) Whitaker's Almanack, Londra, Bloomsbury, 2015, p. 22, ISBN 978-1-4729-0929-9.
  5. ^ a b (EN) Royal succession changes now in force, su royalcentral.co.uk.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85056866
  Portale Regno Unito: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Regno Unito