Apri il menu principale

Linea di successione presidenziale negli Stati Uniti d'America

lista di un progetto Wikimedia
Lo stemma del presidente degli Stati Uniti d'America

La linea di successione presidenziale negli Stati Uniti definisce chi può divenire o agire come presidente degli Stati Uniti in seguito a incapacità, morte, dimissioni o rimozione dall'incarico (per impeachment e successiva condanna) di un presidente o di un presidente eletto.

Per garantire la continuità della linea di comando, nelle occasioni in cui sono riuniti nello stesso luogo tutti gli appartenenti alla linea di successione è previsto che un sopravvissuto designato si trovi in un altro posto.

Linea di successione attualeModifica

Ragioni per il mancato inserimento nella linea di successioneModifica

  • Mancanza dei requisiti previsti dalla Costituzione degli Stati Uniti, Articolo II:
    • Le persone che non sono cittadini statunitensi per nascita sono costituzionalmente ineleggibili al ruolo di presidente.
    • Le persone di età inferiore a trentacinque anni sono costituzionalmente ineleggibili al ruolo di presidente.
    • Le persone che non hanno risieduto negli Stati Uniti per quattordici anni sono costituzionalmente ineleggibili al ruolo di presidente.
  • I funzionari ad interim sono ineleggibili: per entrare nella linea di successione un funzionario deve essere stato confermato dal Senato degli Stati Uniti d'America, prima della morte, dimissioni, rimozione dall'incarico, inabilità o qualsiasi altro motivo per qualificarsi del Presidente pro tempore. Quindi i funzionari ad interim che non sono ancora stati confermati nel loro ruolo non possono rientrare nella linea di successione.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Senato degli Stati Uniti, Presidential and Vice Presidential Succession: Overview and Current Legislation (PDF), su lieberman.senate.gov, 27 settembre 2004. URL consultato il 30 gennaio 2009 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2009).

Voci correlateModifica