Apri il menu principale
Ojibwe
Anishinaabemowin, ᐊᓂᔑᓈᐯᒧᐎᓐ
Parlato inCanada, USA
RegioniQuebec, Ontario, Manitoba, Saskatchewan, gruppi in Alberta, Columbia Britannica; Michigan, Wisconsin, Minnesota, gruppi in Dakota del Nord, Montana
Locutori
Totale100.880
Altre informazioni
ScritturaAlfabeto latino; Sillabario Aborigeno Canadese
Tipo polisintetica
Tassonomia
FilogenesiLingue algiche
 Lingue algonchine
  Ojibwe–potawatomi
Codici di classificazione
ISO 639-1oj
ISO 639-2oji
ISO 639-3oji (EN)
Glottologojib1241 (EN)
Estratto in lingua
Dichiarazione universale dei diritti umani, art. 1
ᑲᑭᓇᐌᓀᓐ ᑲᐱᒪᑎᓯᐗᑦ ᓂᑕᐎᑭᐗᒃ ᑎᐯᓂᒥᑎᓱᐎᓂᒃ ᒥᓇ ᑕᐱᑕ ᑭᒋᐃᓀᑕᑯᓯᐎᓐ ᑲᔦ ᑌᐸᑫᑕᑯᓯᐎᓐ᙮ ᐅᑕᔭᓇᐗ ᒥᑲᐎᐎᓐ ᑲᔦ ᓂᑄᑲᐎᓐ ᒥᓇᐗ ᑕᔥ ᒋᐃᔑᑲᓇᐗᐸᑎᐗᐸᓐ ᐊᒐᑯ ᒥᓄᐎᒋᐎᑎᐎᓂᒃ᙮
Traslitterazione
Kakinawenen kapimatisiwat nitawikiwak tipenimitisowinik mina tapita kiciinetakosiwin kaye tepaketakosiwin. Otayanawa mikawiwin kaye nipwakawin minawa tash ciishikanawapatiwapan acako minowiciwitiwinik
Anishinaabewaki.jpg
Riserve e città con popolazione Ojibwe in Nord America.

La lingua ojibwe (scritta anche ojibwa, ojibway), anche nota come chippewa, è una lingua nativa americana della famiglia linguistica algonchina.[1][2]

Il termine indigeno con cui viene definita la lingua è anishinaabemowin (letteralmente 'colui che parla la lingua nativa': anishinaabe 'nativo,' suffisso verbale –mo ‘che parla una lingua,' suffisso –win ‘nominativo'),[3][4].

L'ojibwe è caratterizzata da una serie di dialetti locali con un proprio nome e frequentemente un proprio sistema di scrittura[5].

L'insieme dei dialetti ojibwe occupa il secondo posto tra le lingue native americane delle cosiddette Prime nazioni, parlate in Canada (dopo la lingua cree),[6] e la quarta più diffusa in Nordamerica dopo la lingua navajo, la lingua inuit e la cree.

Distribuzione originale degli Ojibwe

ClassificazioneModifica

la famiglia linguistica algonchina, di cui l'Oojibwe è un membro, fa parte a sua volta delle lingue algiche.[1]

All'interno delle lingue algonchine vi sono diversi gruppi, fra i quali quello delle lingue ojibwe-potawatomi che comprende la lingua potawatomi (ormai praticamente estinta) e le lingue ojibwe. La lingua ojibwe a sua volta è formata dalle seguenti lingue (o dialetti). Tra parentesi quadra il codice linguistico internazionale.

  • Algonquin [alq] (anche algonkin) parlata da 1760 persone in Canada nel Quebec sud-occidentale e nell'Ontario nord-occidentale (zona di Ottawa adiacente al Golden Lake)[7].
  • Chippewa [ciw] (o ojibwa sud-occidentale) parlata da 5000 persona negli USA, nella zona settentrionale del Michigan e nell'ovest di Wisconsin, Minnesota e Dakota del Nord[8].
  • Ojibwa centrale [ojc] parlata da 8000 persone nell'Ontario centrale, tra il Lago Nipigon ad ovest ed il Lago Nipissing ad est.[9]
  • Ojibwa orientale [ojg] parlata da 25900 persone nell'Ontario meridionale, a nord del Lago Ontario ed a est della Georgian Bay.[10]
  • Ojibwa nord-occidentale [ojb] parlata da circa 20000 persone nell'Ontario meridionale, fino in Manitoba. Vi sono diversi dialetti parlati localmente.[11]
  • Ojibwa del Severn [ojs] parlata da 10500 persone dall'Ontario nord-occidentale fino al Manitoba. Vi sono due dialetti, quello del Severn River e quello del Winisk River.[12]
  • Ojibwa occidentale [ojw] (o Saulteaux) parlata da circa 10000 persone ad ovest del lago Winnipeg, in Manitoba, fino al Saskatchewan ed all'Alberta; alcuni gruppi ancora più ad ovest nella Columbia Britannica[13].
  • Ottawa [otw] (o odawa) parlata da 7100 persone nei pressi del Lago Huron.

Secondo il linguista Golla, starebbe nascendo una nuova lingua, chiamata nishnaabemwin, dalla fusione dell'ottawa con l'ojibwa orientale, che avrebbe già un paio di migliaia di locutori.[14].

Nessuno di questi dialetti può essere considerato più prestigioso o prominente rispetto agli altri, e non esiste un sistema di scrittura standard che copra tutti i dialetti. La relativa autonomia dei dialetti regionali dell'ojibwe è associata con un'assenza di unità linguistica o politica tra i locutori ojibwe.

Lingua francaModifica

 
Cartelli indicatori alla Lakehead University, in inglese e ojibwa.

Alcuni dialetti ojibwe hanno avuto funzione di lingua franca per scopi commerciali nell'area dei Grandi Laghi, particolarmente in interazione con locutori di altri linguaggi algonchini.[15] Si hanno documentazioni di questo uso nel XVIII e XIX secolo, ma l'uso precedente è probabile, visto che rapporti precedenti al 1703 suggeriscono che l'ojibwe venisse usato da diversi gruppi dal Golfo di San Lorenzo fino al Lago Winnipeg ed anche più a sud, dall'Ohio fino alla Baia di Hudson.[16]

GrammaticaModifica

La caratteristica grammatica dell'ojibwe è condivisa da tutti i suoi dialetti.

L'ojibwe è una lingua polisintetica, in cui la flessione morfologica dei sostantivi e dei verbi (in particolare) apporta una notevole quantità di informazioni grammaticali. Le parti del discorso includono sostantivi, verbi, particelle grammaticali, pronomi, preverbi e prenomi.

L'ordine delle parole preferito nella forma transitiva è verbo-iniziale, con tipologia Verbo Oggetto Soggetto oppure Verbo Soggetto Oggetto. Benché la forma verbo-finale sia raramente usata, qualsiasi possibile tipo di ordinamento è logicamente possibile.[17]

Come già detto, la flessione e la derivazione morfologica giocano un ruolo centrale nella grammatica ojibwe, e vengono realizzate tramite l'uso di prefissi e suffissi aggiunti al tema.

Le caratteristiche grammaticali sono le seguenti:

  1. Genere,[18] diviso tra Animato ed Inanimato
  2. Marcatore di nucleo nei verbi con informazioni concernenti la persona[19]
  3. Numero[20]
  4. Tempo[21]
  5. Modalità[22]
  6. Evidenzialità[23]
  7. Negazione[24]
  8. Una distinzione fra le terze persone a seconda della prossimità o meno attiva, segnalata sia nel verbo che nel sostantivo.[25]

Prestiti e neologismiModifica

Anche se è possibile trovare qualche prestito dall'inglese (es. caffè =gaapii da "coffee,") e francese (es. fazzoletto = mooshwe da mouchoir,[26] o tè =ni-tii da le thé o "the tea"), in generale, l'ojibwe si distingue per la sua relativa mancanza di prestiti da altre lingue. Solitamente gli Ojibwe preferiscono creare nuove parole, per i nuovi concetti, utilizzando il vocabolario esistente. Per esempio nel dialetto parlato in Minnesota, "aeroplano" è bemisemagak, letteralmente "cosa che vola" (da bimisemagad, "volare"). Inoltre molti locutori, per dire "caffè" usano l'espressione makade-mashkikiwaaboo ("medicina nera liquida") anziché gaapii. Queste nuove parole variano da regione a regione, e spesso da una comunità all'altra. Per esempio, nell'Ontario nord-occidentale, "aeroplano" diventa ombaasijigan, letteralmente "dispositivo che viene sollevato dal vento" (da ombaasin, "sollevato dal vento").

VocabolarioModifica

Lista di espressioni:
onjibaa = lui/lei sta arrivando
izhaa = lui/lei va
maajaa = lui/lei parte
bakade = lui/lei è affamato
mino'endamo = lui/lei è contento
zhaaganaashimo = lui/lei parla inglese
biindige = lui/lei viene qui
ojibwemo = lui/lei parla Ojibwe
boogide = lui/lei scorreggia
aadizooke = lui/lei narra una storia
wiisini = lui/lei sta mangiando
minikwe = lui/lei beve
bimose = lui/lei cammina
bangishin = lui/lei cade
dagoshin = lui/lei sta arrivando
giiwe = lui/lei va a casa
jiibaakwe = lui/lei cucina
zagaswe = lui/lei fuma
nibaa = lui/lei dorme
giigoonyike = lui/lei sta pescando (letteralmente lui/lei fa il pesce)
gashkendamo = lui/lei è triste
bimaadizi = lui/lei vive
gaasikanaabaagawe = lui/lei ha sete

Lista di sostantivi:
naboob = zuppa
ikwe = donna
inini = uomo
ikwezens = ragazza
gwiiwizens = ragazzo
mitig = albero
asemaa = tabacco
opwaagan = pipa
mandaamin = mais
miskwi = sangue
doodoosh = petto
doodooshaaboo = latte
doodooshaaboo-bimide = burro
doodooshaaboowi-miijim = formaggio
manoomin = riso selvatico
omanoominiig = Popolo Menomonee
giigoonh = pesce
miskwimin = lampone
gekek = falco
gookooko'oo = gufo
migizi = aquila calva
giniw = aquila dorata
bemaadizid = persona
bemaadizijig = popolo
makizin = mocassino, scarpa
wiigiwaam = casa

Un semplice testoModifica

Il testo che segue, in lingua chippewa, è l'incipit di Niizh Ikwewag (Due donne),[27] una storia raccontata da Earl Nyholm al professor Brian Donovan della Bemidji State University.

TestoModifica

  1. Aabiding gii-ayaawag niizh ikwewag: mindimooyenh, odaanisan bezhig.
  2. Iwidi Chi-achaabaaning akeyaa gii-onjibaawag.
  3. Inashke naa mewinzha gii-aawan, mii eta go imaa sa wiigiwaaming gaa-taawaad igo.
  4. Mii dash iwapii, aabiding igo gii-awi-bagida'waawaad, giigoonyan wii-amwaawaad.

TraduzioneModifica

  1. C'erano una volta due donne: una vecchia signora, e una delle sue figlie.
  2. Arrivavano da laggiù verso Inger (località del Minnesota).
  3. Ecco, è stato molto tempo fa; hanno appena vissuto lì in una capanna.
  4. Ed allora, quando sono andate a pescare con la rete; avevano intenzione di mangiare pesce.

NoteModifica

  1. ^ a b Goddard, Ives, 1979.
  2. ^ Bloomfield, Leonard, 1958.
  3. ^ Valentine, J. Randolph, 1994, p. 1.
  4. ^ Nichols, John and Earl Nyholm, 1995, p. 10.
  5. ^ Secondo altri, tra cui Ethnologue, si tratterebbe di una macrolingua formate da diverse lingue correlate.
  6. ^ name="census">Censimento del Canada 2006.
  7. ^ Algonquin | Ethnologue
  8. ^ Chippewa | Ethnologue
  9. ^ Ojibwa, Central | Ethnologue
  10. ^ Ojibwa, Eastern | Ethnologue
  11. ^ Ojibwa, Northwestern | Ethnologue
  12. ^ Ojibwa, Severn | Ethnologue
  13. ^ Ojibwa, Western | Ethnologue
  14. ^ Ottawa | Ethnologue
  15. ^ Rhodes, Richard, 1982, p. 2.
  16. ^ Bakker, Peter and Anthony Grant, 1996, p. 1117.
  17. ^ Valentine, J. Randolph, 2001, pp. 934-935.
  18. ^ Valentine, J. Randolph, 2001, p. 114.
  19. ^ Valentine, J. Randolph, 2001, Chapters 5-8; pp. 62-72.
  20. ^ Valentine, J. Randolph, 2001, p. 178.
  21. ^ Valentine, J. Randolph, 2001, pp. 759-782.
  22. ^ Valentine, J. Randolph, 2001, p. 759.
  23. ^ Valentine, J. Randolph, 2001, pp. 830-837.
  24. ^ Valentine, J. Randolph, 2001, pp. 837-856.
  25. ^ Valentine, J. Randolph, 2001, pp. 623-643.
  26. ^ O'Meara, John, Words Borrowed From English/French Into Ojibwe, su bolt.lakeheadu.ca. URL consultato il 30 maggio 2008 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2007).
  27. ^ Niizh Ikwewag Archiviato il 12 dicembre 2013 in Internet Archive.

BibliografiaModifica

  • Bakker, Peter and Anthony Grant. 1996. "Interethnic communication in Canada, Alaska and adjacent areas." Stephen A. Wurm, Peter Muhlhausler, Darrell T. Tyron, eds., Atlas of Languages of Intercultural Communication in the Pacific, Asia, and the Americas, 1107-1170. Berlin: Mouton de Gruyter. ISBN 978-3-11-013417-9
  • Bloomfield, Leonard. 1958. Eastern Ojibwa: Grammatical sketch, texts and word list. Ann Arbor: University of Michigan Press.
  • Bloomfield, Leonard. 1962. The Menomini language. New Haven: Yale University Press.
  • [Dawes, Charles E.] 1982. Dictionary English-Ottawa Ottawa-English. No publisher given.
  • Feest, Johanna, and Christian Feest. 1978. "Ottawa." Bruce Trigger, ed., The Handbook of North American Indians, Volume 15. Northeast, 772-786. Washington, D.C.: The Smithsonian Institution.
  • Goddard, Ives. 1978. "Central Algonquian Languages." Bruce Trigger, ed., Handbook of North American Indians, Volume 15, Northeast, 583-587. Washington: Smithsonian Institution.
  • Goddard, Ives. 1979. "Comparative Algonquian." Lyle Campbell and Marianne Mithun, eds, The languages of Native America, 70-132. Austin: University of Texas Press.
  • Goddard, Ives. 1996. "Introduction." Ives Goddard, ed., The Handbook of North American Indians, Volume 17. Languages, 1-16. Washington, D.C.: The Smithsonian Institution.
  • Kegg, Maude. 1991. Edited and transcribed by John D. Nichols. Portage Lake: Memories of an Ojibwe Childhood. Edmonton: University of Alberta Press. ISBN 0-8166-2415-1
  • Nichols, John. 1980. Ojibwe morphology. PhD dissertation, Harvard University.
  • Nichols, John. 1995. "The Ojibwe verb in "Broken Oghibbeway." Amsterdam Creole Studies 12: 1-18.
  • Nichols, John D. and Leonard Bloomfield, eds. 1991. The dog's children. Anishinaabe texts told by Angeline Williams. Winnipeg: Publications of the Algonquian Text Society, University of Manitoba. ISBN 0-88755-148-3
  • Nichols, John and Earl Nyholm. 1995. A concise dictionary of Minnesota Ojibwe. St. Paul: University of Minnesota Press. ISBN 0-8166-2427-5
  • Ningewance, Patricia. 1993. Survival Ojibwe. Winnipeg: Mazinaate Press. ISBN 0-9697826-0-8
  • Ningewance, Patricia. 2004. Talking Gookom's language: Learning Ojibwe. Lac Seul, ON: Mazinaate Press. ISBN 978-0-9697826-3-6
  • Rhodes, Richard. 1976. "A preliminary report on the dialects of Eastern Ojibwa – Odawa." W. Cowan, ed., Papers of the seventh Algonquian conference, 129-156. Ottawa: Carleton University.
  • Rhodes, Richard. 1982. "Algonquian trade languages." William Cowan, ed., Papers of the thirteenth Algonquian conference, 1-10. Ottawa: Carleton University. ISBN 0-7709-0123-9
  • Rhodes, Richard A. 1985. Eastern Ojibwa-Chippewa-Ottawa Dictionary. Berlin: Mouton de Gruyter. ISBN 3-11-013749-6
  • Rhodes, Richard and Evelyn Todd. 1981. "Subarctic Algonquian languages." June Helm, ed., The Handbook of North American Indians, Volume 6. Subarctic, 52-66. Washington, D.C.: The Smithsonian Institution.
  • Smith, Huron H. 1932. "Ethnobotany of the Ojibwe Indians." Bulletin of the Public Museum of Milwaukee 4:327-525.
  • Todd, Evelyn. 1970. A grammar of the Ojibwa language: The Severn dialect. PhD dissertation, University of North Carolina, Chapel Hill.
  • Valentine, J. Randolph. 1994. Ojibwe dialect relationships. PhD dissertation, University of Texas, Austin.
  • Valentine, J. Randolph. 1998. Weshki-bimaadzijig ji-noondmowaad. ‘That the young might hear': The stories of Andrew Medler as recorded by Leonard Bloomfield. London, ON: The Centre for Teaching and Research of Canadian Native Languages, University of Western Ontario. ISBN 0-7714-2091-9
  • Valentine, J. Randolph. 2001. Nishnaabemwin Reference Grammar. Toronto: University of Toronto Press. ISBN 0-8020-4870-6
  • Vollom, Judith L. and Thomas M. Vollom. 1994. Ojibwemowin. Series 1. Second Edition. Ramsey, Minnesota: Ojibwe Language Publishing.
  • Walker, Willard. 1996. "Native writing systems." Ives Goddard, ed., The Handbook of North American Indians, Volume 17. Languages, 158-184. Washington, D.C.: The Smithsonian Institution. ISBN 0-16-048774-9
  • Beardy, Tom. Introductory Ojibwe in Severn dialect. Parts one and two. Thunder Bay, Ontario : Native Language Instructors' program, Lakehead University, 1996. ISBN 0-88663-018-5
  • Cappel, Constance, editor, "Odawa Language and legends: Andrew J. Blackbird and Raymond Kiogima," Philadelphia: Xlibris, 2006. ISBN 978-1-59926-920-7
  • McGregor, Ernest. 1987. Algonquin lexicon. Maniwaki, QC: River Desert Education Authority.
  • Mitchell, Mary. 1988. Eds. J. Randolph Valentine and Lisa Valentine. Introductory Ojibwe (Severn dialect), Part one. Thunder Bay : Native Language Office, Lakehead University.
  • Mithun, Marianne. 1999. The Languages of Native North America. Cambridge: University Press. ISBN 0-521-23228-7
  • Ningewance, Patricia. 1990. Anishinaabemodaa : Becoming a successful Ojibwe eavesdropper. Winnipeg : Manitoba Association for Native Languages. ISBN 1-894632-01-X
  • Ningewance, Patricia. 1996. Zagataagan - A Northern Ojibwe Dictionary. Volume 1 : English-Ojibwe, Volume 2 : Ojibwe-English. Sioux Lookout: Kwayaciiwin Education Resource Centre. ISBN 978-1-897579-15-2
  • Northrup, Jim, Marcie R. Rendon, and Linda LeGarde Grover. Nitaawichige = "to Do Something Skillfully" : Selected Poetry and Prose by Four Anishinaabe Writers. Duluth, MN : Poetry Harbor, 2002. ISBN 1-886895-28-7
  • Snache, Irene. 2005. Ojibwe language dictionary. Rama, ON: Mnjikaning Kendaaswin Publishers. ISBN 1-894632-01-X
  • Sugarhead, Cecilia. 1996. ᓂᓄᑕᐣ / Ninoontaan / I can hear it: Ojibwe stories from Lansdowne House written by Cecilia Sugarhead. Edited, translated and with a glossary by John O'Meara. Winnipeg: Algonquian and Iroquoian Linguistics. ISBN 0-921064-14-4
  • Toulouse, Isadore. Kidwenan, An Ojibwe Language Book. Munsee-Delaware Nation, ON: Anishinaabe Kendaaswin Pub, 1995. ISBN 1-896027-16-4
  • Treuer, Anton. Living our language: Ojibwe tales & oral histories. St. Paul, MN: Minnesota Historical Society Press, 2001. ISBN 0-87351-404-1
  • Treuer, Anton. Ojibwe in Minnesota. St. Paul : Minnesota Historical Society Press, 2010.
  • Williams, Shirley I. 2002. Gdi-nweninaa : Our sound, our voice. Peterborough, ON : Neganigwane. ISBN 0-9731442-1-1

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85024429