Lingua alto-tedesca protomoderna

lingua

L'alto-tedesco protomoderno è un termine utilizzato da Wilhelm Scherer per definire il periodo della storia della lingua tedesca fra il 1350 e il 1650[1]. Altri fanno iniziare questo periodo in un'epoca successiva, ad esempio, all'introduzione della stampa a caratteri mobili nel 1450. Il termine è la traduzione italiana del termine tedesco Frühneuhochdeutsch, introdotto da Scherer.

Alto-tedesco protomoderno
Frühneuhochdeutsch
Parlato inGermania orientale e meridionale
Periodo1350-1650
Locutori
Classificaestinta
Tassonomia
FilogenesiLingue indoeuropee
 Lingue germaniche

Fonologicamente e grammaticalmente i principali sviluppi linguistici del periodo rispetto all'alto-tedesco antico sono:

Questi cambiamenti non hanno interessato in egual misura tutti i dialetti, aumentando così la divergenza tra i dialetti e la lingua tedesca.

NoteModifica

  1. ^ Donatella Mazza, La lingua tedesca, Roma, Carrocci editore, 2013, p. 83.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4129491-9