Apri il menu principale

Lingua nauruana

lingua micronesiana
Nauruano
Parlato inNauru Nauru
Locutori
Totale6.000
Altre informazioni
Scritturaalfabeto latino
Tassonomia
FilogenesiLingue austronesiane
 Lingue maleo-polinesiache
  Lingue oceaniche
   Lingue micronesiane
Codici di classificazione
ISO 639-1na
ISO 639-2nau
ISO 639-3nau (EN)
Glottolognaur1243 (EN)
Linguasphere38-EAA-aa

La lingua nauruana (dorerin Naoero) è una lingua micronesiana parlata a Nauru. I parlanti sono circa la metà della popolazione, tutti bilingui assieme all'inglese.

Distribuzione geograficaModifica

Secondo l'edizione 2009 di Ethnologue, la lingua è parlata da 6000 persone a Nauru.

Lingua ufficialeModifica

Il nauruano è lingua ufficiale del Nauru.

FonologiaModifica

VocaliModifica

Ci sono dodici vocali fonemiche (sei lunghe, sei brevi). In aggiunta agli allofoni della seguente tabella di Nathan, 1974, un certo numero di vocali si riducono a [ə]:

fonema allofoni fonema allofoni
/ii/ [iː] /uu/ [ɨː ~ uː]
/i/ [ɪ ~ ɨ] /u/ [ɨ ~ u]
/ee/ [eː ~ ɛː] /oo/ [oː ~ ʌ(ː) ~ ɔ(ː)]
/e/ [ɛ ~ ʌ] /o/ [ʌ]
/aa/ [æː] /ɑɑ/ [ɑː]
/a/ [æ ~ ɑ] /ɑ/ [ɑ ~ ʌ]

ConsonantiModifica

Il nauruano possiede 16/17 fonemi consonantici, con un contrasto nella lunghezza: / t / e / d / diventano [tʃ] e [dʒ] , rispettivamente, prima di vocali anteriori chiuse.

Bilabiale Dentale Velare
Palatalizata Velarizata Palatale Post-velare Labiale
Nasale n ŋ (ŋʷ)
Occlusiva Sorda t k
Sonora d ɡ ɡʷ
Approssimante ʝ ɣʷ
Vibrante r

AccentoModifica

L'accento cade sulla penultima sillaba quando la sillaba finale termina con una vocale, sulla sillaba finale quando questa finisce in un consonante.

ScritturaModifica

Per la scrittura è utilizzato l'alfabeto latino. Inizialmente erano utilizzate le vocali a,e,i,o,u e le consonanti b, d, g, j, k, m, n, p, q, r, t, w. In seguito, a causa di influenze inglesi e tedesche, sono state integrate nuove lettere. Nel 1938 un comitato si mobilitò per mutare la scrittura del nauruano e renderlo di più facile lettura a europei e americani, con l'aggiunta di molti segni diacritici per meglio differenziare i differenti suoni vocalici. Si è deciso di introdurre solo un accento grave invece che l'ex tilde, così le lettere con dieresi "O" e "u" sono stati sostituiti dalla "o" e "u" e la "a" da "e". Ha anche introdotto la "e" al fine di differenziare le parole con l'inglese "j" (Puji). Pertanto, le parole "ijeiji" è divenuta "iiyeyi" . La "n" (che rappresenta il suono nasale velare) è stata sostituita con "ng" per differenziare la Ñ spagnola, "bu" e "qu" sono state sostituite con "bw" e "kw", rispettivamente, "ts" è stato sostituito con "j" (come rappresentato una pronuncia simile "j" in inglese), e "w" scritta alla fine delle parole è stata eliminata.

Queste riforme sono state applicate solo in pratica: la dieresi "o" e "u" hanno ancora la tilde. Tuttavia la "a" è stata sostituita con la "e" e la "n" con "ng", oltre all'aggiunta delle doppie consonanti "bw" "kw". La "ts" è utilizzata o meno a seconda delle forme di scrittura, anche se alcuni preferiscono "j". Solo i distretti Biti e Ijuw (nella riforma Beiji e Iyu) usano il vecchio sistema di scrittura.

Oggi sono utilizzate 29 lettere dell'alfabeto latino:

  • Vocali: a, ɑ, e, i, o, o, u, u
  • Semivocali: j
  • Consonanti: b, c, d, f, g, h, j, k, l, m, n, n, p, q, r, s, t, w, y, z

DialettiModifica

Uno studio pubblicato a Sydney nel 1937 proponeva l'esistenza di una grande quantità di dialetti fino a quando l'isola non divenne colonia tedesca nel 1888 e anche oltre, fino alla pubblicazione dei primi testi in nauruano. Tuttavia i linguaggi dei diversi distretti si stavano differenziando così tanto da non essere più intercomprensibili. Con la crescente influenza di lingue straniere e testi scritti, i vari dialetti nauruani sono stati fusi in un'unica lingua standard, promosso con dizionari e traduzioni di Alois Kayser e Philip Delaporte. Attualmente si parla solo un dialetto nel distretto di Yaren e nella zona circostante, che costituisce solo una lingua senza molte differenze dallo standard.

VocabolarioModifica

Nel 1907, Philip Delaporte pubblica il suo dizionario di tasca tedesco-Nauruan (Taschenwörterbuch Deutsch-Nauruisch) con 65 pagine dedicate ad un glossario e 12 a vocaboli disposti alfabeticamente in tedesco. Contiene 1650 parole tedesche tradotte in nauruano, frasi e sinonimi.

Nauruano Italiano
Anubumin Notte
Aran Giorno
Bagadugu avi
(E)kamawir Omo auguri
Ebok Acqua
Firmament Terra; sfera celeste
Gott Dio
Ianweron Cielo
Iao Luce
Iow Pace
Itur Oscurità
Orig Inizio
Tarawong (ka) Addio

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica