Dialetto valenzano

variante dialettale della lingua catalana parlata nella Comunità Valenzana
(Reindirizzamento da Lingua valenciana)
Valenzano, valenciano
Valencià
Parlato inSpagna Spagna
Locutori
Totale2.4 milioni (2004)
Altre informazioni
TipoSVO
Tassonomia
FilogenesiLingue indoeuropee
 Italiche
  Romanze
   Galloromanze
    Catalano
     Valenzano
Statuto ufficiale
Ufficiale inSpagna Spagna
Flag of the Valencian Community (2x3).svg Comunità Valenzana
Regolato daAcadèmia Valenciana de la Llengua
Codici di classificazione
ISO 639-1ca
ISO 639-2cat
ISO 639-3cat (EN)
Linguist Listcat-val (EN)
Glottologvale1252 (EN)
Estratto in lingua
Dichiarazione universale dei diritti umani, art. 1
Tots els éssers humans naixen lliures i iguals en dignitat i en drets. Són dotats de raó i de consciència, i han de comportar-se fraternalment els uns amb els altres.
Extensió del valencià al País Valencià.svg
Distribuzione geografica del valenzano
ISO 639-6: vlca

Il valenzano[1][2] o valenciano[1] (valencià in valenzano) è una varietà normata[3] della lingua catalana parlata in Spagna nella Comunità Valenzana. Dal punto di vista linguistico, è un dialetto[4][2] meridionale[5][6] del catalano, che viene regolato come varietà colta propria della regione in modo da sottolineare le differenze con il catalano normato in Catalogna[7].

Valenzano è dunque è il nome storico, tradizionale[8] e ufficiale utilizzato dalla Comunità autonoma (Regione), che ha Valencia come capoluogo, per definire la varietà del catalano parlata nel proprio territorio, corrispondente in gran parte all'antico Regno di Valencia (confederato sotto la Corona d'Aragona fino al 1714, e poi aggregato al Regno di Spagna).

Lo statuto[9] e le leggi regionali[10][11] invece lo denominano “lingua propria” della Comunità Valenzana.

Alla luce della semplice mutua intelligibilità tra valenzano e catalano e delle marginali differenze che per lo più riguardano lessico, pronuncia e coniugazioni verbali e che non si riflettono nella lingua scritta, la quasi totalità del mondo accademico concorda sulla definizione di dialetto del catalano, ma a riguardo esiste una controversia di natura politica[12]. Se l'Acadèmia Valenciana de la Llengua[13] è concorde con il punto di vista accademico[14] e l'Institut d'Estudis Catalans sottolinea che "valenzano" è una delle denominazioni territoriali del catalano[15][16], l'adesione del valenzano al catalano resta dibattuta in ambito politico.


Fra coloro che hanno dato un contributo fondamentale al recupero ed alla riorganizzazione della lessicografia valenzana si deve citare lo scrittore Enric Valor i Vives.

Le aree interne della Comunità Valenzana hanno comunque una consistente maggioranza di parlanti madrelingua spagnola, il che favorisce un uso dello spagnolo superiore rispetto alla confinante Catalogna. Il quotidiano più diffuso della regione, il Levante-EMV, è scritto prevalentemente in spagnolo.

Il valenzano, oltre che nei territori regionali, è utilizzato da una piccola comunità di circa 550 persone anche nella catena montuosa del Carxe, nella regione di Murcia.

AtlanteModifica

Controversie politicheModifica

Nella Comunità Valenzana, dove l’uso dell’idioma regionale è meno diffuso rispetto alla Catalogna a causa della più intensa pressione dello spagnolo[17], la condizione del valenzano come lingua autonoma o come varietà del catalano è disputata[18] e interessata da controversie politiche fin dai tempi della Guerra civile spagnola[12].

A sostenere la tesi per cui il valenzano sarebbe una lingua diversa da quella catalana sono alcuni gruppi politici di destra regionalista (blaverismo), che considerano il valenzano una lingua distinta dal catalano, distanziandosi così dall'indipendentismo catalano e riaffermando inoltre la piena appartenenza della Comunità Valenzana alla Spagna[19][20].

Nel proprio statuto regionale la Generalità Valenzana indica il valenzano come lingua coufficiale insieme allo spagnolo e designa la Acadèmia Valenciana de la Llengua come l’istituzione incaricata della sua regolazione[9]. Tuttavia, tale ente normativo precisa che “valenzano” è il nome attribuito al catalano nel territorio regionale[14], sancendo così l'appartenenza del valenzano al sistema linguistico catalano.

Nel 2004 l’allora presidente della Generalità della Catalogna, Jordi Pujol, dichiarò che la cosiddetta “unità della lingua”, cioè l'identificazione del valenzano come varietà del catalano, fu frutto di un accordo politico che siglò con il presidente della Generalità Valenzana, Eduardo Zaplana[21]. In pratica, Convergenza e Unione, coalizione catalanista di centro-destra capeggiata dallo stesso Pujol, appoggiò la nomina di José María Aznar del Partito Popolare come presidente del governo spagnolo in cambio della creazione, avvenuta formalmente due anni dopo, della Acadèmia Valenciana de la Llengua (denominata appunto Accademia Valenzana della Lingua e non Accademia della Lingua Valenzana), che riconoscesse l’appartenenza del valenzano al catalano[21]. Zaplana, esponente valenzano del PP, negò l’esistenza di una simile trattativa[21].

Lo stesso anno il Governo spagnolo chiese all’Unione europea di riconoscere nella Costituzione europea le quattro lingue ufficiali dello Stato[22]: spagnolo, catalano, basco e galiziano. Quando si trattò di recapitare al Governo centrale la traduzione della Costituzione europea nelle suddette lingue regionali di Spagna, l’amministrazione regionale catalana inviò a Madrid la stessa versione in valenzano presentata dalla Comunità Valenzana nell’intento di uscire dallo stallo legato all’annosa questione sulla separazione del valenzano dal catalano[23]. Il testo conteneva espressioni dialettali insolite per i catalani barcellonesi e gerundensi, ma comunque familiari per i corregionali leridani e tarragonesi, i cui dialetti fanno parte dello stesso gruppo di quelli parlati nella regione confinante[24]. Il 29 ottobre 2004, giorno della firma del Trattato di Roma, con il quale fu adottata la Costituzione dell’unione, vennero consegnate al segretario generale del Consiglio dell'Unione europea, Javier Solana, le traduzioni della Costituzione in galiziano, basco, catalano e valenzano, con le ultime due identiche[24] (oltre alla versione in spagnolo). Tali atti scatenarono avverse reazioni politiche valenzane[24]. Successivamente, Solana comunicò a tutti i paesi membri che, per quanto riguardava la Spagna, erano state depositate a Bruxelles due traduzioni identiche della Costituzione in una lingua denominata sia valenzano che catalano, in quanto i due vocaboli indicano lo stesso idioma: di fatto si certificava la realtà di uno solo[25][26]. Di nuovo non mancarono tensioni da parte valenzana[26]. Eppure, sul sito del Governo spagnolo furono caricate due differenti traduzioni in valenzano e catalano, nel rispetto delle proprie peculiarità dialettali, che non coincidevano quindi con quella unica presentata all’Unione europea[24]. A tal proposito l’Institut d’Estudis Catalans ribadì che nessuno specialista considera il valenzano una lingua diversa dal catalano[27].

Da un’indagine condotta tra il 2001 e il 2004 emerse che il 65% degli abitanti della regione riteneva il valenzano una lingua autonoma dal catalano, sebbene la percentuale fosse più bassa tra le persone che avevano appreso a scuola l’idioma e tra le generazioni più giovani[28].

Nel 2013 il Partito Popolare rappresentato nel parlamento regionale chiese alla Real Academia Española di rivedere la voce del dizionario di lingua spagnola da essa pubblicato nel quale il valenzano viene definito varietà del catalano, indicandolo invece come lingua con origini proprie[29]. La Acadèmia Valenciana de la Llengua ribadì però la propria posizione, ovvero che valenzano e catalano sono la stessa lingua[30].

Nel 2015 il Consiglio d'Europa, in una relazione sull’applicazione della Carta europea delle lingue regionali o minoritarie, designò come lingue separate il valenzano e il catalano[31][32].

NoteModifica

  1. ^ a b Definizione di valenzano, su dizionario.rai.it, Dizionario italiano multimediale e multilingue d'ortografia e pronunzia Rai. URL consultato l'11 settembre 2021.
  2. ^ a b Guglielmo Cevolin, Catalano, valenzano, castigliano: la guerra delle lingue nei Paesi Catalani, su limesonline.com, Limes. URL consultato l'11 settembre 2021.
  3. ^ (ES) Ley 7/1998, de 16 de septiembre, de Creación de la Academia Valenciana de la Lengua, su boe.es, Boletín Oficial del Estado. URL consultato il 23 ottobre 2021.
  4. ^ Riconoscendo l'arbitrarietà delle definizioni, nella nomenclatura delle voci viene usato il termine "lingua" in accordo alle norme ISO 639-1, 639-2 o 639-3. Negli altri casi, viene usato il termine "dialetto".
  5. ^ (CA) Definiciò de valencià (XML), su enciclopedia.cat, Gran Encilòpedia Catalana. URL consultato l'11 settembre 2021.
  6. ^ (CA) Definiciò de català (XML), su enciclopedia.cat, Gran Encilòpedia Catalana. URL consultato il 23 novembre 2021.
  7. ^ Llenguas y dialectos de España, Pilar García Mouton, Arco/Libros-La Muralla, Madrid, 2019, pag. 46
  8. ^ (ES) ¿Qué es el catalán y dónde se habla?, su llull.cat, Institut Ramon Llull. URL consultato il 21 ottobre 2021.
  9. ^ a b (CA) Corts Valencianes, Estatut d'Autonomía de la Comunidad Valenciana, Títol primer, su cortsvalencianes.es. URL consultato il 22 ottobre 2021.
  10. ^ (CA) Llei d'ús i ensenyament del valencià (PDF), su dogv.gva.es, Diari Oficial de la Generalitat Valenciana. URL consultato l'11 settembre 2021.
  11. ^ (CA) Llei Orgànica 1/2006, de 10 d’abril, de Reforma de la Llei Orgànica 5/1982, d’1 de juliol, d’Estatut d’Autonomia de la Comunitat Valenciana (PDF), su dogv.gva.es, Diari Oficial de la Generalitat Valenciana. URL consultato l'11 settembre 2021.
  12. ^ a b (EN) Definition of Catalan language, su britannica.com, Encyclopedia Britannica. URL consultato il 23 ottobre 2021.
  13. ^ (CA) Definiciò de valencià, su avl.gva.es, Diccionari Normatiu Valencià de l'Acadèmia Valenciana de la LLengua. URL consultato l'11 settembre 2021.
  14. ^ a b (ES) Toni Cuquerella, La AVL reconoce la unidad de la lengua, su eldiario.es, El Diario. URL consultato l'11 settembre 2021.
  15. ^ (CA) Declaració de l'Institut d'Estudis Catalans davant la constitució de l'Acadèmia Valenciana de la Llengua, su iec.cat, Institut d'Estudis Catalans. URL consultato l'11 settembre 2021.
  16. ^ (CA) Declaració sobre la denominació de la llengua catalana, su iec.cat, Institut d'Estudis Catalans. URL consultato l'11 settembre 2021.
  17. ^ Fiorenzo Toso, Lingue d’Europa, Baldini Castoldi Dalai Editore, Milano, 2006, pag. 351
  18. ^ Joshua Fishman, Ofelia García, Handbook of Language and Ethnic Identity: The Success-Failure Continuum in Language and Ethnic Identity Efforts (Volume 2), Oxford Universiti Press, 2011, pag. 337
  19. ^ (CA) Definiciò de blaverisme (XML), su enciclopedia.cat, Gran Encilòpedia Catalana. URL consultato il 7 novembre 2021.
  20. ^ (CA) Definiciò de blaverisme, su avl.gva.es, Diccionari Normatiu Valencià. URL consultato il 7 novembre 2021.
  21. ^ a b c (ES) Josep Garriga, Joaquín Ferrandis, Pujol revela que pactó en 1996 con Zaplana la unidad de la lengua, su elpais.com, El país. URL consultato il 22 ottobre 2021.
  22. ^ (ES) Efe, El Gobierno ya ha pedido a la UE que reconozca en la Constitución las lenguas oficiales en España, su elmundo.es, El Mundo. URL consultato il 23 ottobre 2021.
  23. ^ (ES) Francesc Valls, Cataluña asume la traducción valenciana de la Constitución europea, su elpais.com, El País. URL consultato il 23 ottobre 2021.
  24. ^ a b c d (ES) Nuria Labari, ¿Hablan los valencianos catalán?, su elmundo.es, El Mundo. URL consultato il 23 ottobre 2021.
  25. ^ (ES) Efe, La UE iguala el catalán y el valenciano como una misma lengua, su elmundo.es, El Mundo. URL consultato il 23 ottobre 2021.
  26. ^ a b (ES) La Unión Europea sitúa el catalán y el valenciano como una misma lengua, su lavozdegalicia.es, La Voz de Galicia. URL consultato il 23 ottobre 2021.
  27. ^ (ES) El Instituto de Estudios Catalanes asegura que los expertos niegan que catalán y valenciano sean distintos, su elmundo.es, El Mundo. URL consultato il 23 ottobre 2021.
  28. ^ (ES) Casi el 65% de los valencianos opina que su lengua es distinta al catalán, según una encuesta del CIS, su lavanguardia.com, La Vanguardia. URL consultato il 22 ottobre 2021.
  29. ^ (EN) Juanjo García Gómez, El PP dice que el valenciano viene del siglo VI antes de Cristo y exige a la RAE que revise la definición, su levante-emv.com, Levante. URL consultato il 23 ottobre 2021.
  30. ^ (EN) La AVL recuerda que valenciano y catalán son la misma lengua, su levante-emv.com, Levante. URL consultato il 23 ottobre 2021.
  31. ^ (ES) El Consejo de Europa diferencia el valenciano del catalán entre las lenguas minoritarias, su abc.es, ABC. URL consultato il 22 ottobre 2021.
  32. ^ (EN) European Charter for Regional or Minority Languages – Fourth report of the Committee of Experts in respect of Spain, su search.coe.int, Council of Europe. URL consultato il 22 ottobre 2021.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4305449-3 · BNF (FRcb122746434 (data)