Apri il menu principale

Lisa Kudrow

attrice statunitense

BiografiaModifica

Suo padre, Lee Kudrow (nato nel 1933) è medico, mentre la madre, Nedra Stern (nata nel 1934), è titolare di un'agenzia di viaggi. Ha una sorella maggiore, Helene Marla, nata nel 1955, e un fratello maggiore, David B. Kudrow, nato nel 1957, neurologo. I suoi antenati provenivano dalla Bielorussia, in particolare dal villaggio di Ilya, vicino a Minsk (il nonno paterno David Kudrow), dalla Germania (la nonna paterna Lottie Weiss), dall'Ungheria (il nonno materno Jacob Stern) e dalla Polonia. La sua bis-nonna paterna, Mera Mordejovich (1886-1942), venne uccisa ad Ilya durante l'Olocausto insieme ai figli Liba (1907-1942) e Avraham (1908-1942), mentre sua nonna paterna, Gertrude Faberman (1903-1988), emigrò a Brooklyn, dove il padre crebbe.

Nel 1979, a sedici anni, si fece uno rinoplastica per ridurre le dimensioni del suo naso. In un primo momento Lisa seguì le orme del padre laureandosi in biologia al Vassar College, ma subito dopo iniziò a dedicarsi al teatro entrando nel gruppo teatrale The Groundlings. La sua carriera iniziò in sordina, recitando in film di basso livello, ma venne notata dopo aver interpretato Ursula Buffay nella serie Innamorati pazzi. Il successo giunse grazie al telefilm Friends, che la rese famosa in tutto il mondo con il ruolo di Phoebe Buffay. Per la sua interpretazione del personaggio la Kudrow vinse un Emmy nel 1998, un SAG nel 1999 e un Satellite Award nel 2000, oltre a ricevere numerose altre nomination.

Vita privataModifica

Nel 1995 si è sposata con il pubblicista francese Michel Stern, dal quale ha avuto un figlio, Julian Murray (1998).

FilmografiaModifica

AttriceModifica

CinemaModifica

 
Lisa Kudrow ai Streamy Awards 2009

TelevisioneModifica

 
Lisa Kudrow nel 2010

DoppiatriceModifica

ProduttriceModifica

SceneggiatriceModifica

Doppiatrici italianeModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Lisa Kudrow è stata doppiata da:

Da doppiatrice è sostituita da:

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN7587712 · ISNI (EN0000 0001 0951 9093 · LCCN (ENno99036698 · GND (DE136264905 · BNF (FRcb14029139m (data) · WorldCat Identities (ENno99-036698