Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Lisi (disambigua).

La lisi (dal greco λύσις) è la demolizione e dissoluzione di una cellula, causata dalla rottura della membrana cellulare; il suo contenuto che così ne fuoriesce prende il nome di lisato. La rottura può esser indotta da agenti chimici, fisici e biologici.

Meccanismi di lisiModifica

I principali agenti chimici che hanno capacità litica sono i detergenti, che interferiscono con i lipidi di membrana alterando la loro associazione e quindi "sciogliendo" la membrana. Gli acidi o le basi forti aggrediscono le strutture molecolari cellulari demolendole.

I metodi fisici possono essere la semplice azione meccanica, la sonicazione o anche il congelamento. In quest'ultimo caso la rottura è dovuta alla formazione di cristalli nel citosol.

La cellula può rompersi anche per eccessiva pressione osmotica. Questo accade quando la cellula è posta in ambiente ipotonico: per osmosi l'acqua tende ad entrare nella cellula determinando prima rigonfiamento e poi, quando la pressione è troppa, la lisi. Il fenomeno prende il nome di citolisi.

Possono determinare lisi anche molti batteri o virus, che, al termine del loro ciclo litico, rompono la cellula aggredita o infettata. La lisi cellulare è condizione fondamentale per la mobilitazione dei componenti molecolari contenuti nella cellula, che così sono esposti alla azione di enzimi di varia origine che li rendono assimilabili.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biologia