Lista di divinità

lista di un progetto Wikimedia

Questa lista di divinità, in ordine alfabetico, punta a fornire informazioni sulle diverse divinità di religioni, culture e mitologie differenti.

Vedi anche le definizioni delle parole Dio, semidio, divinità, deva, mitologia e religione giuliana.

Divinità delle religioni maggiormente diffuse e organizzazioneModifica

Di questo elenco fanno parte dei o entità divine delle religioni maggiormente diffuse al mondo e consistentemente organizzate con un clero.

Entità divine e spirituali delle religioni abramiticheModifica

Le religioni abramitiche sono le religioni monoteiste che hanno una base in comune fondata sull'Antico Testamento della Bibbia. Queste religioni sono radicalmente monoteiste, riconoscono l'esistenza di un unico Dio supremo, pertanto altri esseri possono essere considerati come entità spirituali.

EbraismoModifica

  • Yahweh, indicato per lo più con il tetragramma biblico JHWH o YHWH e titolato generalmente Elohim ("elos", cielo; him, scendere; "coloro che provengono/discendono dal cielo") o Adonai ("Signore")

CristianesimoModifica

  • DioTrinità (Padre, Figlio e Spirito Santo, un solo dio in tre persone distinte)
    • Dio Padre, prima persona della Trinità: Padre Onnipotente, Creatore del cielo e della terra.
    • Gesù Cristo, seconda persona della Trinità: è il Figlio di Dio incarnato, morto e risorto. Egli nacque da Maria per opera dello Spirito Santo.
    • Spirito Santo, terza persona della Trinità: è lo Spirito d'amore.

IslamModifica

  • Allah – Dio monoteistico
Altre entitàModifica
  • Satana demonio, demoni o diavoli - nemico di Jahvè-Dio-Geova-Allah, bandito dal paradiso
  • Iblīs - jinn che rifiutò di prostrarsi davanti ad Adamo e venne bandito dal paradiso
  • Angeli - messaggeri di (JHWH) Jahvè-Dio-Geova-Allah

Entità divine e spirituali delle religioni dharmicheModifica

Divinità dell'InduismoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Divinità induiste.
  • Saguna Brahman - Brahman con attributi, conosciuto come Īśvara, identificato con la Trimurti o Trinità Indù:
  • Gli Aditya
    • Indra - Re dei Deva, dio del tempo (meteorologico) e della guerra
    • Mitra - dio dell'onestà, dell'amicizia e degli accordi
    • Sūrya - il dio del sole e della vitalità
    • Varuṇa - dio degli oceani e dei fiumi
    • Yama - dio della morte e della giustizia
Deva principaliModifica

Divinità BuddhisteModifica

Entità divine e spirituali delle religioni taoicheModifica

Divinità del Taoismo e del ConfucianesimoModifica

Divinità dello ShintoismoModifica

Vedi anche Kami

Divinità delle religioni tradizionaliModifica

Questo elenco contiene dei o entità divine di religioni etniche, specifiche di un popolo.

Divinità VichingheModifica

  • Ægir - Dio del mare e della birra, creatore della birra
  • Baldr - Dio della luce, dell'innocenza, della profezia, della benevolenza e della purezza.
  • Bil - Dea del bosco e della crescita.
  • Bragi - Dio dell'arte oratoria, della poesia e della musica.
  • Eastre - Dea della primavera e dell'alba.
  • Fenrir - Dio canide simbolo d'ira, Figlio di Loki l'ambiguo (una delle sue tante facce) e di Angrboða, durante il Ragnarǫk ucciderà Odino
  • Forseti - Dio della giustizia e del diritto, giudice degli uomini e degli dei.
  • Fosta - Dea del giardino e dell'agricoltura.
  • Freyr - Dio della fertilità, della pioggia, del sole, della virilità, dell'estate, della prosperità e dell'abbondanza.
  • Freyja - Dea della fertilità, dell'amore, della bellezza, del sesso, della morte, della guerra e della magia.
  • Frigg - Dea del matrimonio, della chiaroveggenza, della profezia e della maternità.
  • Fulla - Custode del cofanetto di Frigg
  • Gefjun - Dea della fertilità e della verginità.
  • Gerð - Moglie di Freyr, dea-Jotunn del suolo
  • Gná - Una delle tre serve di Frigg
  • Gullveig - La Dea che scatenò la guerra fra Aesir e Vanir, morirà uccisa dagli Aesir ma poi resusciterà per tre volte.
  • Heimdallr - Dio della lungimiranza, della sorveglianza, della preconoscenza e dell'ordine, guardiano del ponte Bifrǫst e possessore del Gjallarhorn
  • Hel - Dea della morte e dell'oltretomba, Figlia di Loki l'ambiguo (una delle sue tante facce) e di Angrboða.
  • Hlín - Una delle tre serve di Frigg
  • Höður - Dio delle tenebre e dell'inverno, il dio cieco.
  • Hœnir - Dio del mistero, dell'indecisione, dell'evitamento e del silenzio.
  • Iðunn - Dea della giovinezza e della primavera. Moglie di Bragi.
  • Kvasir - Dio originario della poesia e dell'idromele.
  • Lofn -
  • Loki - Dio dell'inganno, delle bugie, dell'artificio, el caos, del male, della magia e dei serpenti; traditore degli Dei. Qualche volta anche dio del fuoco.
  • Lýtir
  • Magni - Dio della forza
  • Máni - Dio della Luna
  • Jormunganðr - Conosciuta anche come serpente di Miðgarðr, nemico giurato di Thor, figlio di Loki l'ambiguo (una delle sue tante facce) e di Angrboða.
  • Móði - Dio del coraggio e della collera
  • Nanna - Dea della devozione e della pace; madre di Forseti.
  • Njörð - Dio del mare, del vento, della pesca, della ricchezza e della navigazione.
  • Rindr - Madre di Váli
  • Sága - Dea della storia e della poesia
  • Sif - Dea del grano, del raccolto, della famiglia e della terra, moglie di Thor.
  • Sjöfn - Dea dell'amore
  • Skaði - Dea della caccia, delle montagne e dell'inverno.
  • Snotra - Dea della saggezza, delle virtù e dell'educazione.
  • Sól - Dea del sole.
  • Surtr - Demone e re dei Jǫtunn di fuoco ovvero i Demoni, possiede una spada di fuoco e nel Ragnarǫk darà fuoco ad Ásgarðr.
  • Syn - Dea della giustizia e della verità
  • Thor - Dio del tuono, della tempesta e del fulmine, della guerra, del cielo, della guarigione, della forza, della consacrazione, dell'ordine e della santità. Brandente del martello Mjöllnir, figlio di Odino e di Fjörgyn (Madre Terra)
  • Týr - Dio della guerra, dei duelli, dell'onore, della giustizia, del coraggio, della legge, dell'autorità e dei giuramenti.
  • Ullr - Dio dell'inverno, del tiro dell'arco, cacciatore e arciere sugli sci
  • Váli - Dio della natura e della caccia.
  • Vár - Dea dei matrimoni.
  • - Dio del volto, della parola, dell'udito e della vista; fratello di Oðino e Víli.
  • Vidar - Dio della vendetta, delle calzature, dello spazio e del silenzio.
  • Víli - Dio del senso, del tocco e dello spirito; fratello di Oðino e Vé.
  • Vör - Dea del matrimonio, della fedeltà dei contratti e dell'amore
  • Odino - Padre Universale, Dio della guerra, della saggezza, della morte, della poesia, della vittoria, della frenesia, delle rune, della guarigione, del cielo, della conoscenza e della magia.
  • Ymir - Primo Gigante del Ghiaccio e padre dei Jǫtunn di roccia e ghiaccio; fu ucciso da Odino, Víli e Vè (i due fratelli di Odino)

Divinità abenachiModifica

Divinità aborigene australianeModifica

Divinità anglosassoni e sassoniModifica

Divinità akambaModifica

Divinità akanModifica

Divinità ashantiModifica

Divinità aztecheModifica

Divinità bushongoModifica

Divinità cananee, fenicie e punicheModifica

Divinità celticheModifica

Divinità chippewaModifica

Divinità creekModifica

Divinità daceModifica

Divinità dahomeyModifica

Divinità dinkaModifica

Divinità efikModifica

Divinità egizieModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Divinità egizia.

Nell'iconografia più comune gli dei egizi sono spesso raffigurati come umani con teste di animali: ad esempio, Anubi è ritratto spesso nelle statue con il corpo umano, ma con la testa di un canide. Benché si ritenga che questo sia una memoria della fase in cui le varie comunità dell'Egitto predinastico svilupparono le loro credenze religiose intorno ad un "animale totem"" protettore appunto della tribù, molte delle raffigurazioni, ed i culti ad esse collegati, appartengono al Periodo Tardo della storia dell'antico Egitto, ossia alla fase che ha il cardine nella XXVI dinastia.

Divinità etruscheModifica

Divinità finnicheModifica

Permangono pochi documenti scritti sulle antiche religioni finniche; anche i nomi delle divinità e gli usi cultuali sembrano cambiare da luogo a luogo. Il seguente è un riassunto delle divinità maggiori i cui culti erano largamente diffusi.

  • Ukko - dio del cielo e del tuono
  • Rauni - moglie di Ukko, divinità della fertilità
  • Tapio - dio della foresta e degli animali selvaggi
  • Mielikki - moglie di Tapio
  • Pekko - (o Peko) dio o divinità (sesso ignoto) dei campi e dell'agricoltura
  • Ahti - (o Ahto) dio delle correnti, dei laghi e del mare
  • Otso - figlio di un dio, re della foresta la cui forma terrena è l'orso
  • Tuoni - dea degli inferi
  • Perkele - un dio della Lituania, simile al "diavolo"
  • Jumala - un idolo materiale, in seguito il nome del dio cristiano

Divinità grecheModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Lista di divinità della mitologia greca.
  • Ade (ᾍδης, Hádēs) / Plutone (Πλούτων, Ploutōn)
    • Dio dell'oltretomba, della ricchezza, dei morti, delle anime, della necromanzia e del dolore; Re del mondo sotterraneo, della morte e del rimorso. Sua moglie è Persefone. I suoi simboli o attributi sono lo scettro, il trono, un vaso (un Kantharos o una Patera), l'elmo ricevuto in dono dai ciclopi che lo rendeva invisibile, una pelliccia di lupo e il cane a tre teste Cerbero. Animali a lui sacri sono il Lupo, il Serpente e il gufo. Era uno dei tre figli di Crono e Rea, che regnava su uno dei tre mondi, quello degli inferi. Come divinità ctonia, comunque, il suo posto sull'Olimpo è ambiguo. Nelle religioni misteriche e nella letteratura ateniese appare con il nome di Plutone (Plouton, "il ricco"), e il nome Ade o Averno è dato al suo regno. I romani lo tradussero infatti come Plutone o anche Dis Pater (Dite).
  • Afrodite (Ἀφροδίτη, Aphroditē)
    • Dea dell'amore, della bellezza, del desiderio, della fertilità e del piacere carnale. Benché sposata con Efesto, aveva diversi amanti, tra i quali i più noti sono Ares, Adone, e Anchise. Fu rappresentata sempre come una bella donna ed è la dea che più spesso appare nuda o seminuda. I poeti ne apprezzano il sorriso e il riso. Tra i suoi simboli troviamo le rose e altri fiori, le conchiglie, la madreperla, e il mirto. Gli animali a lei sacri erano le colombe e i passeri. La sua corrispondente nella mitologia romana è Venere.
  • Apollo (Ἀπόλλων, Apóllōn)
    • Dio della musica, delle arti, della conoscenza, della cura, della peste, della profezia, del tiro con l'arco e del sole. È il figlio di Zeus e Latona e ha una sorella gemella, Artemide. Come fratello e sorella vennero identificati con il sole e la luna ed entrambi usavano archi e frecce. In miti più antichi è in competizione con Ermes, suo fratellastro. Nelle sculture è rappresentato come un uomo molto bello, senza barba e con lunghi capelli, dal fisico ideale. Essendo perfezionista poteva essere crudele e distruttivo, e i suoi amori sono raramente felici. Per esempio, l'inutile corteggiamento della ninfa Dafne, entrambi vittime di Eros che aveva colpito lui con una freccia d'amore (per punirlo della sua vanità) e lei con una d'odio. Lei venne trasformata in lauro e perciò Apollo ne adorava le foglie e spesso le indossa, portando anche una lira. Spesso appare in compagnia di muse. Gli animali a lui sacri includono il capriolo, i cigni, le cicale, i falchi, i corvi, le volpi, i topi e i serpenti. Anche nella mitologia romana era chiamato Apollo.
  • Ares (Ἄρης, Árēs)
    • Dio della guerra, del massacro, del coraggio, dell'ordine civile e della violenza. Figlio di Zeus e Era, era rappresentato come un giovane senza barba, spesso con un elmo o una lancia o una spada, nudo o vestito da guerriero. Omero lo descrive come inaffidabile, umorale, sanguigno, in contrasto con Atena, che in guerra ha invece strategia e capacità di controllo. Gli animali a lui sacri sono l'avvoltoio, il cane, il serpente velenoso, e il cinghiale. Il suo corrispondente romano è Marte, che però era visto come progenitore della gente di Roma, e rappresentato in genere più adulto.
  • Artemide (Ἄρτεμις, Ártemis)
    • Dea vergine della caccia, della foresta, della ostetrica, del parto, della protezione e della luna. In tempi successivi è stata associata con l'arco e le frecce. Era figlia di Zeus e Latona, ed era sorella gemella di Apollo. È spesso rappresentata come donna giovane, mentre indossa un corto chitone la cui gonna arriva sopra le ginocchia, e ha con sé un arco e una faretra. I suoi simboli includono lance da caccia, una mezza luna al capo, pellicce, cervi e altri animali selvaggi. Gli animali a lei sacri, oltre al cervo, comprendono orsi, cinghiali e altri animali di bosco. Il suo corrispondente romano è Diana.
  • Atena
    • Dea della sapienza, della guerra, dell'ingegno, della giustizia, della strategia, dell'intelligenza, dele arti, della diplomazia, della difesa e della ragione. Era figlia di Zeus e Metis.
  • Chione
    • Dea della neve, nobile fanciulla dell'Attica. Era una delle mogli di Ermes con cui ha avuto un figlio, Autolico.
  • Demetra
    • Dea del grano, delle messi, dei raccolti, della natura, dell'agricoltura, della fertilità e della legge sacra. Era una delle sorelle di Zeus, Poseidone, Ade, Era ed Estia. Moglie di Zeus con cui ha avuto Persefone.
  • Dioniso
    • Dio del vino, dell'ubriachezza, della vendemmia, dei teatri, della fertilità, della follia rituale e dell'estasi religiosa. Era figlio di Zeus e di Semele.
  • Era
    • Dea del matrimonio, della fedeltà coniugale, della famiglia, del cielo, del parto e della regalità. Era la moglie di Zeus, regina dell'Olimpo e sorella di Zeus, Poseidone, Ade, Demetra ed Estia.
  • Estia
    • Dea del focolare, della famiglia, della casa, della domestica, della protezione e dell'architettura. Era sorella di Zeus, Poseidone, Ade, Demetra ed Era.
  • Efesto
    • Dio della metallurgia, del fuoco, della tecnologia, della forgia, dell'ingegnieria e dei vulcani. Era marito di Afrodite e di Aglaia e figlio di Zeus e di Era.
  • Ermes
    • Dio del mistero, del commercio, della velocità, dell'inganno, dei viaggi, della comunicazione. Era il messaggero degli Dèi in particolare di Zeus, figlio di Zeus e di Maia.
  • Ebe
    • Dea della giovinezza e del perdono. Era la moglie di Eracle(Ercole), figlia di Zeus e di Era.
  • Ecate
    • Dea della luna calante, degli incantesimi, degli spettri, della notte e dei morti. Era la figlia di Perse e di Asteria.
  • Eracle
    • Semi-Dio della forza e del valore, protettore dell'Olimpo. Era figlio di Zeus e di una mortale di nome Alcmena.
  • Ilizia
    • Dea del parto e dell'ostetrica. Era figlia di Zeus e di Era.
  • Gaia
    • Dea primordiale della terra. Era moglie di Urano e madre dei Titani.
  • Mnemosine
    • Dea della memoria. Era una delle mogli di Zeus con cui ha avuto le nove Muse.
  • Pan
    • Dio dei pastori e delle greggi. Originario dell'Arcadia.
  • Persefone
    • Dea della primavera, dei fiori e dell'oltretomba. Era figlia di Zeus e di Demetra e moglie di Ade.
  • Poseidone
    • Dio del mare, dei terremoti, delle tempeste, del vento e dei cavalli. Era fratello di Zeus, Ade, Estia, Demetra ed Era.
  • Temi
    • Figlia di Urano, una delle mogli di Zeus con cui ha avuto le Ore e le Moire(Parche per i Romani).
  • Tritone
    • Dio del mare e delle onde. Era figlio di Poseidone e di Anfitrite.
  • Urano
    • Dio primordiale del cielo. Era marito di Gaia e padre dei Titani.
  • Zeus
    • Dio del cielo, del fulmine, del cosmo, delle nuvole, del destino, dell'ordine, della giustizia e della legge. Era figlio dei Titani Crono e Rea come i suoi fratelli e le sue sorelle e Padre degli Dèi dell'Olimpo. Re dell'Olimpo.

Divinità guanciModifica

Divinità guaraníModifica

Divinità haidaModifica

Divinità ho-chunkModifica

Divinità hopiModifica

Vedi anche kachina

Divinità uroniModifica

Divinità igboModifica

Divinità incaModifica

  • Wiracocha Dio supremo, Dio creatore
  • Pachacamac Dio della terra e dell’aria, Dio creatore
  • Inti Dio del sole
  • Mama Quilla Dea della luna
  • Illapa Dio della pioggia e del tuono
  • Pachamama Madre terra
  • Mama Sara Dea del mais
  • Mama Cocha Dea del mare
  • Coyllur Dea delle stelle
  • Vichama Dio della morte
  • Supay Dio dell’oltretomba
  • Wasikamayuq Dio della casa e del rifugio
  • Apus Gli spiriti della montagna
  • Kon Dio della pioggia e del vento del Sud
  • Chuichu Dea dell’arcobaleno
  • Manco Cápac figlio del Dio sole, fondatore dell’impero Inca
  • Mama Ocllo figlia del Dio sole, sposa di Manco Cápac, fondatrice dell’impero Inca

Divinità inuitModifica

Divinità irochesiModifica

Divinità isokoModifica

Divinità khoikhoiModifica

Divinità kung o XunModifica

Divinità kwakiutlModifica

Divinità lakotaModifica

Divinità lettoniModifica

Divinità lotukoModifica

Divinità lugbaraModifica

Divinità lusitaneModifica

Gli dei lusitani (o antico-portoghesi) sono stati messi in relazione con quelli degli invasori sia Celti che Romani. Il popolo lusitano adottò i culti di entrambe le civiltà, a sua volta influenzandoli con le proprie credenze. Molte divinità lusitane finirono infatti con l'essere adottate dai Romani.

Divinità mayaModifica

Divinità babilonesiModifica

  • Anshar - padre del cielo
  • An - dio del paradiso più alto
  • Apsû - il capo degli dei e degli oceani
  • Assur - dio nazionale degli Assiri
  • Damkina - dea madre
  • Ea - dio della sapienza
  • Enlil - dio dell'atmosfera e delle tempeste
  • Ninurta - dio della guerra
  • Hadad - dio della tempesta
  • Ishtar - dea dell'amore e dea guerriera
  • Kingu - marito di Tiamat
  • Kishar - padre della terra
  • Marduk - dio nazionale dei Babilonesi
  • Mummu - dio delle nebbie
  • Nabu - dio delle arti scribali
  • Nintu - madre di tutti gli dei
  • Šamaš - dio del sole e della giustizia
  • Sin - dio della luna
  • Tiāmat - dio drago
Vedi anche Piramo e Tisbe

Divinità navajoModifica

Divinità pawneeModifica

Divinità pigmeeModifica

Divinità polinesianeModifica

  • Atea - dio del cielo
  • Fatou - genio della terra
  • Hiro - dio dei ladri ed eroe
  • Hina - dea della luna, della creatività e della femminilità
  • Kane Milohai
  • Maui - dio che contribuì alla creazione e più grande dei pescatori
  • Oro - dio della guerra e della pace, diede vita alla società degli Arioi
  • Papa - dea-madre, nonché dea della terra
  • Pele - dea del fuoco presso le isole Hawaii
  • Ra'a - dio della meteorologia
  • Rangi
  • Rongo - dio guaritore e dell'agricoltura (Ro'o presso Tahiti)
  • Ro'o - dio guaritore (Rongo presso le isole Hawaii)
  • Roua - dio padre di tutte le stelle
  • Roua Hatou - uno degli dei dell'oceano
  • Ta'aroa - dio creatore di tutte le cose (con varianti Ta-aroa, Tangaroa, Tangaloa, Kanaloa)
  • Tane - dio degli artigiani e delle foreste, invocato durante le fasi di produzione di una canoa
  • Mizjua
Vedi anche Menehune

Divinità pre-islamicheModifica

Divinità balticheModifica

Divinità romaneModifica

  • Avus - dio della potenza e della natura rif Asus
  • Abeona - dea che veglia su chi parte o inizia un viaggio
  • Adeona - dea che veglia su chi torna o finisce un viaggio
  • Acca Larenzia - dea dei lupi e della sessualità, che salvò Romolo e Remo dal Tevere
  • Aio Locuzio - dio che avverte dei pericoli e delle disgrazie
  • Angerona - dea delle corse con i cavalli
  • Anna Perenna - probabile personificazione femminile dell'anno
  • Alemonia - dea che nutre il bambino mentre è nel grembo materno
  • Apollo - dio della salute, poi anche del sole, della poesia e della musica conusciuto come Febo.
  • Aprus - dea dei giardini che veglia sull'apertura delle corolle dei fiori
  • Aradia - dea della magia, invocata per filtri ed incantesimi, protettrice delle streghe
  • Bacco - dio del vino, dell'ebbrezza e dei misteri
  • Barbatus - dio invocato dagli adolescenti per favorire la crescita della barba e la virilità
  • Bellona - dea della guerra
  • Bona Dea - dea della bontà e delle buone messi, dedicata alle donne
  • Camene - ninfe profetiche
  • Cardea - la dea dei cardini e dei punti cardinali, posta a guardia delle porte sia fisiche che metafisiche, moglie di Giano
  • Carmenta - dea dello scorrere del tempo
  • Cerere - colei che ha in sé il principio della crescita
  • Cibele - dea della terra, della natura, della fertilità, la Dea Madre
  • Cloacina - dea delle cloache, protettrice della salute dei cittadini e della pulizia delle città
  • Concordia - dea dell'armonia della comunità, della pace e dell'armonia
  • Conso - la conservazione del raccolto
  • Cupido - dio dell'amore
  • Dea Dia - dea dei campi
  • Diana - signora degli animali selvatici, poi dea della caccia
  • Discordia - dea della discordia e dell'odio
  • Domiduco - dio che accompagna la sposa nella casa coniugale
  • Dria - dea della pudicizia
  • Duellona - la dea delle sfide e dei duelli, invocata anche nelle sfide politiche
  • Egeria - dea delle nascite e delle sorgenti
  • Epona - dea dei cavalli, degli asini e dei muli
  • Ercole - il semidio, figlio di Giove, protettore degli uomini
  • Erunna - dea delle decisioni, che salva gli uomini dall'incertezza e dall'inquietudine
  • Esculapio - dio della medicina
  • Fabulinus - divinità minore, protettore dei bambini
  • Falacer - probabilmente protettore delle greggi mediante palizzate
  • Fauno - protettore dei pastori
  • Feronia - signora dei luoghi selvaggi
  • Flora - patrona della fioritura dei cereali, poi anche di tutte le altre piante
  • Fontus - il dio delle fonti
  • Fortuna - dea del caso
  • Furie - dee della vendetta
  • Giano - dio bifronte protettore delle strade e dell'agricoltura
  • Giove - dio sovrano dei Romani
  • Giunone - protettrice del matrimonio
  • Giuturna - dea delle fonti e delle fontane
  • Honos - dea dell'onore, della lealtà e della moralità
  • Iside - dea della luna, della fertilità, della magia e dell'amore, il suo culto, d'origine egiziana, fu introdotto a Roma nel III secolo d.C.
  • Lari - spiriti degli antenati, protettori della famiglia e dello Stato
  • Liber - dio della fecondità e del vino
  • Luperco - il dio che protegge il gregge dai lupi
  • Maia - la forza generatrice della Terra Madre
  • Marte - dio guerriero, difensore dei Romani
  • Mater Matuta - dea della ciclicità, delle messi e dell'aurora
  • Mena (21°figlia di Giove)
  • Mercurio - protettore del commercio e dei mercati
  • Minerva - dea delle attività intellettuali, quindi della sapienza e della civiltà
  • Mithra - dio misterico del Sole importato dalla Caldea
  • Nettuno - dio delle acque di superficie e della loro regolamentazione, poi dio del mare
  • Opi - l'abbondanza del raccolto
  • Pale - protettrice del bestiame e della pastorizia
  • Penati - gli dèi del centro della casa e dello Stato
  • Plutone o Orco - dio del mondo sotterraneo e delle ricchezze del sottosuolo
  • Pomona - patrona della fruttificazione
  • Portuno - dio degli attraversamenti, del porto e poi delle porte della città
  • Priapo - protettore degli orti e dei giardini, dio della virilità
  • Proserpina - regina degli inferi
  • Quirino - dio delle curie e delle tribù, sorvegliava la politica
  • Robigus - la "ruggine", malattia del grano
  • Roma - divinizzazione dell'Urbe nelle province orientali
  • Rumina - colei che fornisce il latte materno
  • Sabazio - dio della fertilità
  • Salus - dea della salute e della guarigione, figlia di Esculapio
  • Summano - dio delle folgori notturne
  • Saturno - il dio-re dell'Età dell'Oro, dispensatore dell'abbondanza primordiale
  • Silvano - dio delle selve e delle campagne, protettore delle selve e degli arboreti
  • Sol Invictus - dio del Sole e della vittoria, divinità panteistica che racchiudeva in sé tutti gli dèi
  • Tacita - dea dei segreti e del silenzio
  • Tellus - la Terra stessa
  • Terminus - dio dei confini, sia fisici che spirituali, posto a guardia tra il mondo materiale e quello spirituale
  • Tiberino - dio del Tevere
  • Vaticano - il nume che apre la bocca al neonato, permettendogli di emettere il primo vagito
  • Venere - la dea fascinatrice, poi dea dell'amore e della bellezza
  • Vesta - il fuoco uranico, l'anima dello Stato, poi dea del focolare domestico
  • Vittoria - dea della vittoria
  • Volturno - il vento di sud-est, lo Scirocco
  • Vulcano - il fuoco terrestre, distruttore e rigeneratore, poi dio della metallurgia

Divinità salishModifica

Antiche divinità sardeModifica

Divinità sarde relative all'età nuragica, e, talune, comuni anche ai fenici. Lo studioso Raimondo Carta Raspi riteneva che i Fenici del X-IX secolo a.C. potessero essere gli stessi Sardi. È quindi possibile supporre che da questi ultimi i Fenici abbiano appreso determinate tradizioni nonché culti, così come avevano fatto pure con il popolo egizio, rappresentandoli in oggetti poi diffusi lungo il Mediterraneo.

  • Dea madre - divinità femminile primordiale che simboleggia la terra, la prosperità, il femminile come ente mediatore tra l’umano e il divino
  • Ishter - dea dell'amore e della rinascita
  • Momoti - divinità della morte
  • Janas - dee (fate) custodi dei defunti
  • Maymon - maimone, dio dell'Ade
  • Panas - dea della riproduzione (donne morte di parto)
  • Thanit - divinità della terra e della fertilità
  • Melqart - equivalente dell'Ercole greco-romano, divinità sardo-fenicia presente anche in Mesopotamia.
  • Shdrf - shardaf, divinità sarda. Forse collegato alla parola Shrdn.
  • Sardus Pater - il sardopatore, divinita locale primordiale, denominata così dai primi romani che la conobbero.

Divinità senecaModifica

Divinità slaveModifica

Divinità sumereModifica

Vedi anche Annuna e Tradizione liliana

Divinità traceModifica

Divinità tumbukaModifica

Divinità ugariticheModifica

  • El - il padre degli dei
  • Haddu - chiamato anche Ba‘l, dio della pioggia e della tempesta.
  • Dagon - dio della terra
  • Athirat - divinità madre
  • ‘Anat - divinità della guerra
  • ‘Athtart - divinità della fertilità
  • Yaw - dio del mare
  • Mot - dio della morte
Nota: Gli Ugaritici ci danno i primi segni della religione Canaanita e della religione Semitica nord-occidentale.

Divinità yorubaModifica

Divinità zingareModifica

Divinità zuluModifica

Divinità zuñiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Temple Zagduku - organizzazione religiosa in onore delle divinità sumere
  • Godchecker - enciclopedia con più di 2000 divinità di tutte le culture del mondo
  • Encyclopedia Mythica - elenchi di divinità, eroi e animali mitici, con immagini e fonti
  • Names of God - connessione tra i termini "Creatore", "Assoluto" e altri nomi di Dio
  Portale Religioni: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di religioni