Apri il menu principale

Litoranea Salentina

litoranee
Strada provinciale 100/122
Litoranea Salentina
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniPuglia Puglia
ProvinceTaranto Taranto
Lecce Lecce
Dati
ClassificazioneStrada provinciale
InizioLama
FineSanta Maria di Leuca
Lunghezza147,4 km

La Litoranea Salentina è un importante collegamento viario che unisce Lama (frazione di Taranto) e Leuca (frazione di Castrignano del Capo) costeggiando il Mar Jonio.

CaratteristicheModifica

Lungo i suoi 147,4 km di percorrenza sono visibili numerose insenature dalla strada visto che la litoranea costeggia le più belle e importanti spiagge del lato orientale della Provincia di Taranto e della parte jonica della Provincia di Lecce trovandosi a poche decine di metri dal mare. La prima parte, che collega Lama a Marina di Leporano, è definita Litoranea Salentina Nord con i suoi 5,3 km. La restante parte, invece, è la Litoranea Salentina vera e propria. Nei suoi 87,9 km da Saturo, località di notevole interesse storico sita nella Marina di Leporano ove si trova una vecchia torre, a Gallipoli, attraversa diverse località caratterizzate da turismo prevalentemente balneare ma anche storico. Proseguendo verso sud, dopo la già citata Marina di Leporano (con le sue Gandoli e Saturo), la Litoranea Salentina attraversa la Marina di Pulsano, ricchissima di spiagge e di zone ad alto interesse storico. Spiagge famose in questa zona sono Luogovivo (detta anche "Baia del Pescatore") con la sua insenatura sotto il livello della strada, sovrastata da una rotonda, La Fontana, Le Canne, Montedarena, Costa Azzurra, Terrarossa e Lido Silvana, dove vi sono una torre antisaracena cinquecentesca (Torre Castelluccia) e dei resti di un villaggio preistorico: quest'ultima e il suo bosco sono stati devastati nell'estate del 2001 da un grandissimo incendio. Prima di tale avvenimento, rilevato per la sua importanza dalle cronache nazionali, Lido Silvana era una delle località più turistiche della Puglia e del sud Italia attirando con il suo campeggio un'enorme quantità di turisti italiani e stranieri. Proseguendo ancora, la Litoranea Salentina incontra l'Isola Amministrativa del Comune di Taranto, stanziata tra la Marina di Pulsano e la Marina di Lizzano; un'importante località in questa zona è Lido Torretta. Qui, come nella successiva Marina di Lizzano, sono presenti spiagge immense e la SP122 scorre tra esse ed enormi dune di sabbia e macchia mediterranea. Nella Marina di Lizzano un'importante località è Bagnara, detta "Il Canale". Dopo la Marina di Lizzano vi sono Torre Ovo, frazione di Torricella, e Campomarino di Maruggio, importante località turistica dotata di un importante porticciolo turistico. Poi la Litoranea Salentina attraversa San Pietro in Bevagna, dove vi è un ponte sul fiume Chidro, e Torre Colimena, frazioni di Manduria. Successivamente, entrati in Provincia di Lecce, si incontrano Punta Prosciutto e Torre Lapillo e successivamente il loro capoluogo comunale Porto Cesareo. Successivamente la Litoranea Salentina attraversa la marina di Nardò dove vi è un sito naturalistico di rilevante importanza, Porto Selvaggio. Inoltre, sempre nella zona di Nardò, attraversa Sant'Isidoro, Santa Caterina e Santa Maria al Bagno e successivamente, dopo aver attraversato la marina di Galatone ed un piccolo tratto di costa afferente Sannicola, trova Gallipoli. Successivamente, prima di concludersi a Leuca, la litoranea trova Mancaversa (Taviano), Torre Suda (Racale), Torre San Giovanni (Ugento), Pescoluse (Salve), Torre Vado (Morciano di Leuca e San Gregorio (Castrignano del Capo).

Ma se procedendo verso sud alla sua destra vi sono splendide spiagge, alla sua sinistra vi sono i comuni ai quali i territori sui quali giace appartengono e altri comuni limitrofi: Taranto, Leporano, Pulsano, Lizzano, Torricella, Maruggio, Manduria, Avetrana, Veglie, Leverano, Copertino, Nardò, Galatone, Sannicola, Taviano, Racale, Alliste, Ugento, Acquarica del Capo, Presicce, Salve, Morciano di Leuca, Patù e Castrignano del Capo oltre alle attraversate Porto Cesareo e Gallipoli. Da notare inoltre che la Litoranea Salentina costeggia anche 3 boschi: quello di Lido Silvana, nella zona marina di Pulsano, quello di San Pietro in Bevagna e quello di Porto Selvaggio a Nardò. Alla sera, durante l'estate, la gente si riunisce presso numerosi locali prevalentemente presenti a Marina di Leporano, Marina di Pulsano, Torre Ovo, Campomarino di Maruggio, Porto Cesareo, Gallipoli e Leuca. D'inverno, invece, la Litoranea Salentina è quasi totalmente disabitata, vista la mancanza dei fattori che d'estate la rendono "viva": restano inutilizzate, infatti, le sue spiagge e le numerose ville presenti nelle zone attraversate, luogo di villeggiatura per abitanti dei paesi vicini o per turisti provenienti da diverse zone, italiane ed estere (ad eccezione dei comuni posti su di essa: Porto Cesareo e Gallipoli). Viaggiando lungo la Litoranea Salentina si possono inoltre ammirare alcune delle torri anti-saracene fatte edificare dagli spagnoli nel '500 in tutto il Salento e che ne sono simbolo: esempi sono le già citate torri di Saturo a Marina di Leporano e Torre Castelluccia a Marina di Pulsano, Torre Ovo nel comune di Torricella, Torre Moline in quello di Maruggio, eccetera. Al termine dei lavori della nuova strada regionale 8 che collegherà dall'entroterra Taranto ad Avetrana (superstrada da Taranto a Pulsano Est, strada ad una carreggiata sino ad Avetrana), la litoranea diventerà pedo-ciclabile per un tratto di 39 km.

PercorsoModifica

Le entrate/uscite principali sono:

Strada provinciale 100/122
Litoranea Salentina
Tipologia Indicazione ↓km↓ ↑km↑ Provincia
  Taranto, Talsano 1,4 146,0 TA
  Leporano 5,3 142,1 TA
  Leporano 8,9 138,5 TA
  Pulsano 13,2 134,2 TA
  Pulsano, Lizzano 16,5 130,9 TA
  Lizzano 19,8 127,6 TA
  Lizzano, Torricella, Monacizzo 24,2 123,2 TA
  Torricella, Maruggio 25,5 121,9 TA
  Maruggio 31,0 116,4 TA
  Manduria 40,1 107,3 TA
  Avetrana 46,4 101,0 TA
  San Pancrazio Salentino, Veglie 56,0 91,4 LE
  Veglie 60,6 86,8 LE
  Leverano 61,1 86,3 LE
  Copertino, Leverano 66,6 80,8 LE
  Nardò 76,8 70,6 LE
  Galatone, Nardò 78,5 68,9 LE
  Sannicola 83,0 64,4 LE
  Sannicola 93,2 54,2 LE
  Alezio 94,6 52,8 LE
  Matino, Alezio 101,3 46,1 LE
  Taviano 105,4 42,0 LE
  Taviano 106,5 40,9 LE
  Racale 107,9 39,5 LE
  Alliste 109,8 37,6 LE
  Ugento, Felline, Alliste 118,8 28,6 LE
  Presicce 126,0 21,4 LE
  Salve 132,0 15,4 LE
  Morciano di Leuca 134,2 13,2 LE
  Patù 138,3 9,1 LE
  Castrignano del Capo 147,4 0,0 LE

Galleria d'immaginiModifica

Collegamenti esterniModifica