Liv Morgan

wrestler statunitense

Gionna Jene Daddio, meglio conosciuta con il ring name Liv Morgan (Morristown, 8 giugno 1994[3]), è una wrestler statunitense sotto contratto con la WWE, dove si esibisce nel roster di Raw ed è la detentrice del Women's World Championship.

Liv Morgan
Liv Morgan nel 2023
NomeGionna Jene Daddio
NazionalitàBandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
Luogo nascitaMorristown, New Jersey
8 giugno 1994 (30 anni)
Ring nameGionna Daddio
Liv Morgan[1]
Marley[2]
Residenza dichiarataElmwood Park, New Jersey
Altezza dichiarata160[3] cm
AllenatoreSara Amato
Debutto27 giugno 2015
FederazioneWWE
Progetto Wrestling

In carriera ha detenuto una volta lo SmackDown Women's Championship, una volta il Women's World Championship e due volte il Women's Tag Team Championship (con Raquel Rodriguez); ha inoltre vinto l'edizione 2022 del Women's Money in the Bank.

Biografia

modifica

Gionna Daddio è nata a Morristown (New Jersey) ma è cresciuta ad Elmwood Park in una famiglia di origine italiana con quattro fratelli maggiori ed una sorella minore. Non ha mai conosciuto suo padre, in quanto questi è deceduto per un arresto cardiaco prima che lei nascesse.

Daddio è un'ex cheerleader; inoltre, ha lavorato per la catena di ristoranti Hooters.

Carriera

modifica

WWE (2015–presente)

modifica

NXT (2015–2017)

modifica
 
Liv Morgan nel 2017

Dopo essere stata scoperta presso la palestra di Joe DeFranco a Wyckoff (New Jersey) nel 2014,[4] Gionna Daddio ha firmato un contratto con la WWE ed è stata assegnata al territorio di sviluppo di NXT. L'11 febbraio 2015 ha fatto la sua prima apparizione televisiva all'evento NXT TakeOver: Rival, nel ruolo di una fan scatenata di Tyler Breeze.[5] È apparsa nuovamente il 20 maggio, a NXT TakeOver: Unstoppable, accompagnando Breeze durante il suo ingresso sul ring prima del match contro Finn Bálor.[6]

Nel mese di ottobre ha combattuto alcuni dark match come Marley,[2] per poi fare il suo debutto come face nella puntata di NXT del 4 novembre, dove è stata sconfitta da Eva Marie.[7] La Daddio ha fatto il suo ritorno il mese successivo, nella puntata di NXT del 2 dicembre, con il ring name Liv Morgan, perdendo contro Emma.[1] Il 13 gennaio 2016, Liv prende parte ad una 11-Women Battle Royal per determinare la prima sfidante all'NXT Women's Championship, ma viene eliminata da Alexa Bliss.[8] Il 14 settembre, Morgan sconfigge Rachel Fazio per sottomissione e lancia una sfida alla campionessa NXT Women's Asuka.[9] La settimana seguente, tuttavia, perde contro Asuka in meno di un minuto.[10] Il 26 ottobre a NXT, interrompe il match tra Kay e Aliyah per attaccare Peyton Royce, causando la distrazione che permette ad Aliyah di sconfiggere Kay.[11] Morgan affronta quindi Royce il 16 novembre a NXT, in un incontro che termina in squalifica a causa dell'interferenza di Kay, che attacca Morgan e Aliyah fino all'avvento di Ember Moon che la scaccia.[12] Le tre partecipano in un six-person tag team match che le vede contrapposte a Kay, Royce e Daria Berenato nel corso della puntata del 23 novembre di NXT, dove il team della Morgan esce vincitore.[13]

The Riott Squad (2017–2019)

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: The Riott Squad.
 
La Riott Squad (Liv Morgan, Ruby Riott e Sarah Logan nel 2018

Liv Morgan ha fatto il suo debutto nel roster principale come heel nella puntata di SmackDown del 21 novembre 2017, insieme a Ruby Riott e Sarah Logan, con cui ha formato la Riott Squad; le tre hanno attaccato brutalmente Becky Lynch e Naomi nel backstage e, in seguito, sono intervenute durante il match titolato tra Charlotte Flair e Natalya, facendolo terminare in no-contest.[14] La settimana seguente a SmackDown Live, il trio sconfigge Flair, Naomi e Natalya in un six-woman tag team match.[15] Il 28 gennaio 2018, Morgan partecipa al primo Royal Rumble match femminile al pay-per-view Royal Rumble entrando sul ring per undicesima, ma viene eliminata da Michelle McCool.[16] A WrestleMania 34 prende parte alla WrestleMania Women's Battle Royal, ma viene eliminata.[17]

 
La Riott Squad a WrestleMania 34

Il 16 aprile la Riott Squad passa al roster di Raw per effetto del draft, e si fa subito notare interferendo nel match tra Bayley e Sasha Banks facendolo terminare in no contest.[18] Il 24 settembre a Raw, Morgan viene messa realmente KO da Brie Bella per errore, la ragazza, colpita da un calcio alla testa, prosegue il match ancora per un po' prima di essere portata via. Al pay-per-view Evolution, la Riott Squad viene sconfitta da Natalya, Bayley e Sasha Banks.[19][20] Il 27 gennaio 2019 alla Royal Rumble, Liv partecipa al Royal Rumble match femminile ma viene eliminata per prima dopo soli otto secondi, stabilendo il record negativo.[21] Morgan e Logan lottano nel six-team Elimination Chamber match per l'assegnazione del WWE Women's Tag Team Championship all'omonimo pay-per-view, dove sono la terza coppia eliminata da Nia Jax e Tamina Snuka.[22]

Competizione singola (2019–2020)

modifica

Con il Superstar Shake-up del 16 aprile 2019 Liv Morgan è stata trasferita nel roster di SmackDown, separandosi di fatto dal resto della Riott Squad.[23][24] Il 16 luglio a SmackDown Live, Morgan effettua un turn face confrontandosi con Charlotte Flair e affrontandola in un match, dove però viene sconfitta per sottomissione.[25]

Il 14 ottobre Liv Morgan torna a Raw per effetto del draft.[26] Nel mese di dicembre irrompe durante la cerimonia del matrimonio (kayfabe) tra Bobby Lashley e Lana, interrompendo la funzione e dichiarando il proprio amore per Lana.[27] Dopo che Lana l'aggredisce, Morgan si allea con Rusev, che aveva un feud in corso con Lana e Lashley.[28] Morgan sconfigge Lana il 27 gennaio 2020 a Raw, e ancora una volta la settimana seguente. Al termine del feud con Lana, Morgan comincia una nuova rivalità con Ruby Riott, ex compagna di team nella Riott Squad. Il 2 marzo a Raw, Morgan sconfigge la Riott in un incontro arbitrato da Sarah Logan.[29] All'evento Elimination Chamber dell'8 marzo, viene eliminata da Shayna Baszler.[30] Nel pre-show di WrestleMania 36, Liv Morgan sconfigge Natalya.[31] Successivamente continua il feud con la Riott sconfiggendola il 20 e 27 aprile a Raw.[32][33]

Reunion con Ruby Riott (2020–2021)

modifica

Dopo una sconfitta rimediata contro Natalya il 22 giugno a Raw, Ruby Riott tenta di consolare la Morgan nel backstage, ma lei la respinge.[34] Il 3 agosto a Raw, Riott le chiede di unirsi a lei così da riformare la Riott Squad, ma viene interrotta da The IIconics che sbeffeggiano le due. L'episodio sfocia in un tag team match dove Morgan e Riott sconfiggono le IIconics.[35] A Payback, Morgan e Riott (ora ufficialmente come The Riott Squad) sconfiggono The IIconics, costringendole allo scioglimento per stipulazione del match.

Per effetto del draft di ottobre, sia Morgan sia Ruby Riott passano al roster di SmackDown.[36].

La Riott Squad cessò di esistere il 2 giugno, quando Ruby Riott fu licenziata.

Varie faide (2021–2022)

modifica

Dopo il licenziamento di Ruby, Liv cominciò una piccola faida con Carmella. Le due si affrontarono quasi ogni settimana a SmackDown, con Liv spesso vincitrice. Nella puntata di SmackDown del 21 giugno 2021 Liv venne inserita nel Women's Money in the Bank Ladder match come sostituta di Carmella, essendo quest'ultima impegnata con Bianca Belair in un match per lo SmackDown Women's Championship a Money in the Bank. Il 18 luglio, a Money in the Bank, Liv non riuscì a vincere la valigetta nel Women's Money in the Bank Ladder match che comprendeva anche Alexa Bliss, Asuka, Naomi, Natalya, Tamina e Zelina Vega, che venne invece vinta da Nikki A.S.H. Liv andò dunque avanti con la faida insieme a Carmella, che si concluse nel Kick-off di Extreme Rules con Liv vittoriosa. Segue una breve parentesi in coppia e poi in faida con Rhea Ripley.

Regni titolati (2022–presente)

modifica

Qualificatasi per il Money in the Bank femminile vincendo un tag team match insieme ad Alexa Bliss contro Doudrop e Nikki A.S.H. nella puntata di Raw del 13 giugno 2022. Il 2 luglio, a Money in the Bank, Liv vinse il Women's Money in the Bank Ladder match che comprendeva anche Alexa Bliss, Asuka, Becky Lynch, Lacey Evans, Raquel Rodriguez e Shotzi, incassando il contratto della valigetta poco più tardi, quando schienò Ronda Rousey, (diventando quindi la 3ª lottatrice in tutta la WWE a riuscirci dopo Becky Lynch e Charlotte Flair), dopo che questa aveva sconfitto Natalya in un match titolato. Liv Morgan vince quindi lo SmackDown Women's Championship, il suo primo titolo.[37][38]. Dopo averlo difeso contro Ronda Rousey in una rivincita e Shayna Baszler, lo perde circa 3 mesi dopo contro la stessa Rousey.

Personaggio

modifica

Mosse finali

modifica

Soprannomi

modifica
  • "The Miracle Kid"
  • "Ms. Money in the Bank"
  • "The Problem Child of WWE"
  • "The Self-Proclaimed Juvenile Delinquent"

Musiche d'ingresso

modifica
  • Living Large dei CFO$ (13 aprile 2016–21 novembre 2017)
  • We Riott dei CFO$ (28 novembre 2017–23 dicembre 2019; usato come membro della Riott Squad)
  • Nah Nah dei def rebel (30 dicembre 2019–1 gennaio 2022)
  • Watch Me dei def rebel (1º gennaio 2022–presente)

Titoli e riconoscimenti

modifica

Filmografia

modifica
  1. ^ a b James, Justin, 12/2 WWE NXT Results – Samoa Joe vs. Ciampa, James Storm, su Pro Wrestling Torch, 2 dicembre 2015. URL consultato il 3 dicembre 2015.
  2. ^ a b Middleton, Marc, ** LIVE SPOILERS ** WWE NXT Tapings Airing In November, su Wrestling, Inc, 22 ottobre 2015. URL consultato il 22 ottobre 2015.
  3. ^ a b Liv Morgan, su Online World of Wrestling. URL consultato il 16 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 1º marzo 2017).
  4. ^ Saxton, Byron, Liv Morgan is livin' the dream in NXT, su WWE, 18 febbraio 2016. URL consultato il 18 febbraio 2016.
  5. ^ Middleton, Marc, Identity Of Woman Who Jumped On Breeze At Takeover, Former Star At Tonight's Tapings, More, su Wrestling Inc, 12 febbraio 2015. URL consultato il 6 agosto 2015.
  6. ^ Johnson, Mike, Former TNA Knockout appears on NXT show, su Pro Wrestling Insider, 20 maggio 2015. URL consultato il 20 maggio 2015.
  7. ^ Richard Trionfo, WWE NXT REPORT: BALOR VERSUS CREWS, ASUKA AND A TOTAL DIVA, BONJOUR EVA MARIE, TAG TITLE MATCH NEXT WEEK, TURMOIL AT THE END OF THE SHOW, su Pro Wrestling Insider, 4 novembre 2015. URL consultato il 4 novembre 2015.
  8. ^ Justin James, 1/13 WWE NXT – Women’s #1 contender Battle Royal, NXT Title drama, more, su Pro Wrestling Torch, 13 gennaio 2016. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  9. ^ WWE NXT Results – September 14, 2016, in PWMania, 14 settembre 2016. URL consultato il 14 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 13 agosto 2017).
  10. ^ James Namako, WWE NXT Results – 10/12/16 (SAnitY debuts with a returning Eric Young, Nakamura gets revenge on Samoa Joe), in WrestleView, 12 ottobre 2016. URL consultato il 13 ottobre 2016.
  11. ^ James Namako, WWE NXT Results – 10/26/16 (The Dusty Tag Classic continues, Mickie James sends a message to Asuka), in WrestleView, 26 ottobre 2016. URL consultato il 27 ottobre 2016.
  12. ^ Jason Namako, WWE NXT Results – 11/16/16 (TakeOver: Toronto preview, Andrade Cien Almas vs. Cedric Alexander), in WrestleView, 16 novembre 2016. URL consultato il 17 novembre 2016.
  13. ^ Adam Martin, WWE NXT Results – 11/23/16 (Six women's tag team main event match, SAnitY goes after No Way Jose), in WrestleView, 23 novembre 2016. URL consultato il 24 novembre 2016.
  14. ^ Trionfo Richard, WWE SMACKDOWN REPORT: IF RAW CAN BRING IN THREE WOMEN, SO CAN SMACKDOWN, LUMBERJACK MATCH, WOMEN'S TITLE MATCH, THE BLUDGEON BROTHERS LIVE UP TO THEIR NAME, AND MORE, in PWInsider, 21 novembre 2017. URL consultato il 22 novembre 2017.
  15. ^ Dale Plummer, Smackdown: Kevin Owens and Sami Zayn outsmart Shane McMahon once again, in Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 29 novembre 2017. URL consultato il 20 maggio 2018.
  16. ^ Bob Kapur, Royal Rumble and Ronda Rousey ramp up women's revolution, in Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 29 gennaio 2018. URL consultato il 20 maggio 2018.
  17. ^ Jason Powell, Powell's WrestleMania 34 Kickoff Show live review: WrestleMania Women's Battle Royal, Cedric Alexander vs. Mustfa Ali for the WWE Cruiserweight Championship, Andre the Giant Memorial Battle Royal, in Pro Wreslting Dot Net, 8 aprile 2018. URL consultato l'8 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2018).
  18. ^ Nick Tylwalk, Raw: Superstar Shake-up a sendoff for the A-Lister, in Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 17 aprile 2018. URL consultato il 20 marzo 2018.
  19. ^ Mike Johnson, NIKKI BELLA VS. RONDA ROUSEY, LAST WOMAN STANDING, NXT WOMEN'S TITLE & MORE WWE EVOLUTION PPV COVERAGE, in PWInsider, 28 ottobre 2018.
  20. ^ Richard Trionfo, WWE RAW REPORT: WHAT WOULD DEAN SAY?, BUILDING ON EVOLUTION, BUILDING TO FRIDAY, AND MORE, in PWInsider, 29 ottobre 2018. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  21. ^ Jason Powell, Powell's WWE Royal Rumble 2019 live review: Men's and Women's Royal Rumble matches, AJ Lee vs. AJ Lee for the WWE Universal Championship, AJ Lee vs. Not AJ Lee for the WWE Championship, AJ Lee vs. AJ Lee for the Raw Women's Championship [collegamento interrotto], in Pro Wrestling Dot Net. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  22. ^ Richard Trionfo, SMACKDOWN TAG TITLE MATCH: LIVE ONGOING WWE ELIMINATION CHAMBER PPV COVERAGE, in PWInsider, 17 febbraio 2019.
  23. ^ Richard Trionfo, WWE SMACKDOWN REPORT: NEW FACES, EIGHT WOMAN TAG MATCH, A NEW MEMBER OF THE NEW DAY (FOR A DAY), AND MORE, in PWInsider, 16 aprile 2019.
  24. ^ Dave Scherer, AFTER SMACKDOWN ENDED, WWE MOVED MORE PEOPLE OVER FROM RAW (AND TWO TEAMS HAVE BEEN BROKEN UP), in PWInsider, 16 aprile 2019.
  25. ^ Charlotte Flair def. Liv Morgan, su WWE, 16 luglio 2019.
  26. ^ See all the results from the 2019 WWE Draft, su WWE.
  27. ^ Jason Powell, 12/30 WWE Raw Results: Powell's review of the Bobby Lashley and Lana wedding, Aleister Black vs. Buddy Murphy, the final Raw of 2019, in Pro Wrestling Dot Net, 30 dicembre 2019. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  28. ^ Joseph Currier, Liv Morgan returns to WWE Raw during Lana-Lashley wedding angle, su Wresling Observer Newsletter, 30 dicembre 2019.
  29. ^ (EN) Raw results, Feb. 3, 2020: The Beast lays waste to his WWE Super ShowDown challenger, su WWE. URL consultato il 4 febbraio 2020.
  30. ^ Steve Khan, WWE Elimination Chamber live results: Two Chamber matches, su Wrestling Observer Newsletter, 8 marzo 2020. URL consultato il 20 maggio 2020.
  31. ^ Nick Schwartz, Everything that happened on Night 2 of WrestleMania 36, su USA Today, 5 aprile 2020. URL consultato il 6 aprile 2020.
  32. ^ WWE Raw 4/20/20 Results: 3 MITB Qualifying Matches, Bobby Lashley Lifts Tires & Morgan vs. Riott, su Fightful.
  33. ^ David Tees, WWE Raw 4/27/20 Results: United States Title Match, A Contract Signing & Jinder Mahal Returns, in Fightful, 27 aprile 2020. URL consultato il 3 ottobre 2020.
  34. ^ WWE Raw 6/22/20 Results: 3 Title Matches, While Dolph Ziggler & Rey Mysterio Make Their Raw Returns, su Fightful.
  35. ^ (ES) William Beltrán, Ruby Riott y Liv Morgan se reúnen en Raw, in Súper Luchas, 4 agosto 2020. URL consultato il 9 agosto 2020.
  36. ^ WWE.com Staff, See all the results from the 2020 Draft, in WWE, 9 ottobre 2020. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  37. ^ (EN) Greg Miller, Liv Morgan def. Asuka, Alexa Bliss, Becky Lynch, Shotzi, Raquel Rodriguez and Lacey Evans (Money in the Bank Ladder Match), su WWE.com. URL consultato il 2 luglio 2022.
  38. ^ Greg Miller, SmackDown Women’s Champion Ronda Rousey def. Natalya; Liv Morgan def. Ronda Rousey to win the SmackDown Women’s Championship, su WWE.com. URL consultato il 2 luglio 2022.
  39. ^ PWI Female 50 2017, su The Internet Wrestling Database. URL consultato il 26 giugno 2018.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica