Apri il menu principale

Live at the O2 Arena + Rarities

album degli Alter Bridge del 2017
Live at the O2 Arena + Rarities
ArtistaAlter Bridge
Tipo albumLive
Pubblicazione8 settembre 2017
Durata150:43
Dischi3
Tracce30
GenereAlternative metal
Hard rock
EtichettaNapalm Records
ProduttoreBrian Sperber, Alter Bridge (tracce dal vivo)
Ben Grosse, Michael "Elvis" Baskette (CD 3)
Registrazione24 novembre 2016, The O2 Arena, Londra (Regno Unito)
Formati3 CD, 4 LP, 3 CD+DVD, download digitale
Alter Bridge - cronologia
Album precedente
(2016)
Singoli
  1. The Other Side
    Pubblicato: 28 luglio 2017
  2. Metalingus
    Pubblicato: 18 agosto 2017
  3. Blackbird
    Pubblicato: 1º settembre 2017

Live at the O2 Arena + Rarities è il terzo album dal vivo del gruppo musicale statunitense Alter Bridge, pubblicato l'8 settembre 2017 dalla Napalm Records.[1]

DescrizioneModifica

Contiene la registrazione integrale del concerto tenuto dal gruppo al The O2 Arena di Londra durante il loro tour in supporto al quinto album in studio The Last Hero,[2] con l'aggiunta di due bonus track registrate dal vivo il 23 novembre presso la Manchester Arena, ovvero Poison in Your Veins e My Champion. Il terzo CD contiene invece una raccolta di inediti e bonus track originariamente pubblicate nelle edizioni giapponesi dei precedenti album in studio degli Alter Bridge.[2]

L'uscita dell'album è stata anticipata dalle versioni dal vivo di The Other Side, Metalingus e Blackbird, rispettivamente pubblicate per il download digitale il 28 luglio, il 18 agosto e il 1º settembre 2017.[3][4][5]

TracceModifica

Testi e musiche degli Alter Bridge.

CD 1 – Live at the O2 Arena
  1. The Writing on the Wall – 5:03
  2. Come to Life – 3:40
  3. Addicted to Pain – 4:23
  4. Ghost of Days Gone By – 5:10
  5. Cry of Achilles – 6:40
  6. The Other Side – 5:29
  7. Farther Than the Sun – 4:20
  8. Ties That Bind – 3:41
  9. Water Rising – 5:59
  10. Crows on a Wire – 4:40
  11. Watch Over You (Solo Acoustic) – 5:59
CD 2 – Live at the O2 Arena
  1. Isolation – 4:53
  2. Blackbird – 8:59
  3. Metalingus – 5:18
  4. Open Your Eyes – 6:46
  • Encore
  1. Show Me a Leader – 5:00
  2. Rise Today – 6:42
  • Bonus Tracks
  1. Poison in Your Veins – 4:57
  2. My Champion – 4:58
CD 3 – B-Sides and Rarities
  1. Breathe – 4:17
  2. Cruel Sun – 4:20
  3. Solace – 4:42
  4. New Way to Live – 5:41
  5. The Damage Done – 3:46
  6. We Don't Care at All – 3:47
  7. Zero – 4:39
  8. Home – 3:29
  9. Never Born to Follow – 4:07
  10. Never Say Die (Outright) – 3:44
  11. Symphony of Agony (The Last of Our Kind) – 5:34
DVD bonus nell'edizione deluxe
  1. Documentary – 33:05

FormazioneModifica

Gruppo
Produzione

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) ALTER BRIDGE To Release 'Live At The O2 Arena + Rarities' In September, Blabbermouth.net, 1º giugno 2017. URL consultato il 2 giugno 2017.
  2. ^ a b (EN) Chad Childers, Alter Bridge to Unleash 'Live at the O2 Arena + Rarities' Collection, Loudwire, 1º giugno 2017. URL consultato il 2 giugno 2017.
  3. ^ The Other Side - Single, iTunes. URL consultato il 20 agosto 2017.
  4. ^ Metalingus - Single, iTunes. URL consultato il 20 agosto 2017.
  5. ^ Blackbird - Single, iTunes. URL consultato il 2 settembre 2017.
  6. ^ a b c d e (NL) Alter Bridge - Live At The O² Arena + Rarities, Ultratop. URL consultato il 24 dicembre 2017.
  7. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 15 September 2017 - 21 September 2017, Official Charts Company. URL consultato il 24 dicembre 2017.
  8. ^ (EN) Official Rock & Metal Albums Chart Top 40:15 September 2017 - 21 September 2017, Official Charts Company. URL consultato il 24 dicembre 2017.
  9. ^ (EN) Alter Bridge - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato il 24 dicembre 2017.
  10. ^ (EN) Alter Bridge – Chart history (Hard Rock Albums), Billboard. URL consultato il 24 dicembre 2017.
  11. ^ (EN) Alter Bridge – Chart history (Rock Albums), Billboard. URL consultato il 24 dicembre 2017.
  12. ^ (HU) 2017/37. heti Top 40 album-, DVD- és válogatáslemez-lista, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 24 dicembre 2017.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal