Ljudvig Alekseevič Čibirov

politico georgiano
Ljudvig Alekseevič Čibirov

Presidente dell'Ossezia del Sud
Durata mandato 27 novembre 1996 –
18 dicembre 2001
Capo del governo Valery Hubulov
Aleksandr Shavlokhov
Merab Chigoev
Dmitry Sanakoyev
Predecessore -
Successore Èduard Džabeevič Kokojty

Presidente del Parlamento dell'Ossezia del Sud
Durata mandato 1993 –
27 novembre 1996
Capo del governo Gerasim Khugayev
Eduard Gassiyev
Vladislav Gabarayev
Valery Hubulov
Predecessore Torez Kulumbegov
Successore Kosta Georgievich Dzugaev

Dati generali
Partito politico Indipendente

Ljudvig Alekseevič Čibirov (in russo: Людвиг Алексеевич Чибиров, in osseto: Цыбырты Людвиг) (Tskhinvali, 9 novembre 1932) è un politico georgiano, Presidente dell'Ossezia del Sud, dal 17 settembre 1993 al 18 dicembre 2001.

Čibirov è stato Presidente del Parlamento e in seguito, dopo le prime elezioni presidenziali, è divenuto Presidente dell'Ossezia del Sud, una repubblica de facto indipendente (anche se non internazionalmente riconosciuta) all'interno della Georgia. Nato nel 1932, Čibirov è un ex membro del Parlamento dell'Ossezia del Sud; prima delle elezioni del 1996, dal 1993 ricopriva la carica di Capo di Stato dell'Ossezia del Sud. Quando fu abolita la carica di Presidente del Parlamento in favore di quella di Presidente, Čibirov divenne il primo a detenere tale titolo.

Alle elezioni del 1996 ricevette il 65% dei voti, mentre l'ex Primo Ministro Vladislav Gabaraev, che chiedeva la secessione dell'Ossezia del Sud dalla Georgia e la sua unificazione con l'Ossezia del Nord (parte della Russia), ottenne circa il 20% dei voti. Il Presidente georgiano Eduard Ševardnadze condannò le elezioni, definendole illegali.

Alle successive elezioni del 2001, il sessantanovenne Čibirov ricevette meno del 20% dei voti, mentre Stanislav Kochiev giunse secondo con il 25% dei voti e il trentottenne Èduard Kokojty ottenne più del 48% dei voti.

OnorificenzeModifica

  Ordine dell'Amicizia
— 18 novembre 2007
  Ordine d'Onore
«Per il suo grande contributo personale alla formazione e al rafforzamento della sovranità della Repubblica dell'Ossezia del Sud, per l'attività politica e scientifico-pedagogica attiva e occasione del suo 80º compleanno»
— 19 dicembre 2012
Controllo di autoritàVIAF (EN301626352 · ISNI (EN0000 0000 2697 7910 · LCCN (ENn84222568 · GND (DE133474704 · WorldCat Identities (ENn84-222568
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie