Apri il menu principale
SV 61 ÷ 66
dal 1915 SV gruppo 27
Locomotiva a vapore
SV 63 Palazzolo Cervignano 1906.jpg
La locomotiva 63 a Cervignano (1906)
Anni di costruzione 1902-1903
Anni di esercizio 1902-circa 1961
Quantità prodotta 6
Costruttore Henschel & Sohn
Lunghezza 9.640 mm
Passo rigido 4.200 mm
Massa in servizio 42,0 t
Massa aderente 33,7 t
Massa a vuoto 32,0 t
Tipo di motore a vapore
Alimentazione carbone
Velocità massima omologata 55 km/h
Rodiggio 1-2-0
Diametro ruote motrici 1.630 mm
Portanti anteriori 1.100 mm
Distribuzione a cassetto
Tipo di trasmissione bielle
Numero di cilindri 2 esterni
Diametro dei cilindri 420 mm
Corsa dei cilindri 600 mm
Superficie griglia 1,52 
Superficie riscaldamento 83,2 m²
Pressione in caldaia 12 kg/cm²
Potenza continuativa 275 kW (375 CV)
Dati tratti da:
Cornolò, op. cit., pp. 112-113

Le locomotive 61 ÷ 66 della Società Veneta erano un gruppo di locotender di rodiggio 1-2-0, progettate per l'esercizio della ferrovia internazionale San Giorgio di Nogaro-Cervignano all'inizio del XX secolo.

Indice

StoriaModifica

Le locomotive furono ordinate alla Henschel & Sohn per l'esercizio da parte della "Veneta" della San Giorgio di Nogaro-Cervignano, linea che dal 1897 (sia nella tratta italiana che in quella austroungarica) era gestita dall'azienda patavina[1].

Riclassificate dalla SV nel 1915 nel gruppo 27, con matricole 270 ÷ 275, prestarono servizio sulla linea friulana sino al passaggio della stessa alle Ferrovie dello Stato nel 1920[2]; due di esse (le unità 272 e 275) erano state catturate dall'Imperial regio Esercito durante la Prima guerra mondiale[3].

Dopo il 1920 le locomotive rimasero alla SV, che le trasferì sulla Udine-Cividale, linea sulla quale prestarono servizio sino alla fine degli anni Cinquanta, quando fu introdotta la trazione Diesel: quattro unità furono demolite nel 1959, mentre due unità (matricole 270 e 272) risultavano ancora esistenti nel 1961[4].

CaratteristicheModifica

Le 61 ÷ 66 erano locotender a 2 cilindri esterni a semplice espansione, con distribuzione Allan a cassetto[5]. Avevano una potenza di 375 CV e una velocità massima di 55 km/h. Il rodiggio era 1-2-0[6].

Prospetto delle unità[7]Modifica

Numerazione originaria Numerazione definitiva Anno di costruzione Costruttore N. costruzione
61 - Friuli 270 1902 Henschel 6020
62 - Latisana 271 1902 Henschel 6021
63 - Palazzolo 272 1902 Henschel 6024
64 - Portogruaro 273 1903 Henschel 6304
65 - S. Giorgio 274 1903 Henschel 6305
66 - Muzzana 275 1903 Henschel 6482

NoteModifica

  1. ^ Cornolò, op. cit., p. 30
  2. ^ Cornolò, op. cit., p. 67
  3. ^ Cornolò, op. cit., p. 65
  4. ^ Cornolò, op. cit., p. 90
  5. ^ Cornolò, op. cit., pp. 89-90
  6. ^ Cornolò, op. cit., p. 89
  7. ^ Cornolò, op. cit., p. 219

BibliografiaModifica

  • Giovanni Cornolò, La Società Veneta Ferrovie, Duegi Editrice, Ponte San Nicolò (PD), 2013, ISBN 8890097965.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti